fbpx

Mostro di Firenze: Iniziate le Riprese della Serie Netflix con il Regista Stefano Sollima

Il regista Stefano Sollima ha finalmente dato il via alle riprese della serie Netflix dedicata al “Mostro di Firenze“, un progetto che coinvolgerà il pubblico in una narrazione basata su eventi reali, testimonianze dirette, documenti processuali e inchieste giornalistiche.

Il Mostro di Firenze, serie TV Netflix

Ambientazione delle Riprese de il “Mostro di Firenze”

Le prime scene delle serie tv sul Mostro di Firenze sono state girate in via Ghibellina. Vige la massima discrezione sul cast, sebbene circolino indiscrezioni che suggeriscono la possibile presenza di Tom Cruise in un ruolo chiave. In particolare, una delle scene clou sarà girata in Piazza San Firenze, coinvolgendo il protagonista Pacciani, il pm e i legali che varcheranno la porta dell’ex Tribunale.

Dettagli sulla Serie

La serie, intitolata “Il Mostro, sarà composta da quattro episodi e sarà trasmessa in esclusiva su Netflix. Stefano Sollima, già noto per la regia di serie di successo come “Romanzo Criminale” e “Gomorra“, lavorerà su un racconto che si propone di essere fedele alla verità per rendere giustizia alle vittime del Mostro di Firenze.

Leggi anche  MELTY GROOVE: fuori il nuovo inedito dal titolo “Have No Fear”

Mostro di Firenze – Produzione

La produzione è gestita da The Apartment, società del gruppo Fremantle, e AlterEgo, sotto la guida di Lorenzo Mieli e Stefano Sollima. La trama della serie si basa sugli otto duplici omicidi avvenuti in un arco di diciassette anni, con l’utilizzo di una beretta calibro 22. L’indagine sul Mostro di Firenze rappresenta uno dei casi più complessi e intriganti nella storia criminale italiana.

Luoghi delle Riprese

Le riprese de “Il Msotro” si svolgeranno in diversi luoghi, compresi Signa, Arteminio, Carmignano e San Casciano. La produzione in particolare mira a offrire uno sguardo autentico e coinvolgente su uno dei casi di serial killer più noti e inquietanti nella storia del Paese. La serie promette di svelare la complessità dell’indagine sul Mostro di Firenze e, di conseguenza, portare il pubblico al cuore della vicenda.

Commenta

Torna in alto