fbpx

FIFA 23 non uscirà, la rivoluzione di EA Sports

FIFA 23EA Sports e FIFA si diranno addio, una delle più iconiche collaborazioni della storia videoludica è giunta ai titoli di coda.

Fifa 23

Tanto tuonò che piovve. FIFA 23 non uscirà, o almeno non lo farà con la sua denominazione storica. Dopo mesi in cui si vociferava sui rapporti tesi tra FIFA e EA SPORTS, la storia sembra ormai giunta ai titoli di coda e questo porterà a una rivoluzione nella popolarissima saga videoludica.

Questo, però, non significa che la simulazione calcistica di EA SPORTS non vedrà più la luce, ma solo che molto probabilmente dovrà cambiare nome. Come avvenuto per PES di Konami, anche l’azienda americana potrebbe optare per mettere da parte lo storico brand FIFA.

FIFA 2023 cambia nome, pronto EA SPORTS FOOTBALL CLUB

Le voci sul possibile cambia di nome in occasione dell’uscita di FIFA 23, circolavano già da diversi mesi. Il nodo riguarda la questione dei diritti legati all’uso del brand FIFA, per cui la federazione ha chiesto una cifra esorbitante per rinnovare l’accordo e consentire a EA di continuare ad utilizzare quel nome.

Leggi anche  Jaidem con 6:AM fuori dalla comfort zone, Ricatti e afro pop

Jeff Gubb, noto insider videoludico, durante un episodio del suo podcast GrubbSnax, ha confermato le indiscrezioni. Il nuovo gioco dovrebbe chiamarsi EA SPORTS FOOTBALL CLUB, nome che EA aveva già depositato alcuni mesi fa.

Non è ancora chiaro, però, se oltre al cambio di nome ci saranno anche altri cambiamenti che rivoluzioneranno il gioco stesso. Per quelli dovremo ancora attendere un po’.

FIFA 23, chiesti 2,5 miliardi di dollari per i diritti

Ma qual è la cifra che la FIFA ha chiesto a EA SPORTS per l’utilizzo del suo marchio? Secondo le ultime voci, la cifra si aggira sui 2,5 miliardi di dollari per i prossimi dieci anni, ovvero ben un miliardo in più di quanto prevedesse il precedente accordo sugli ultimi 10 anni.

EA SPORTS, dal canto suo, ha ritenuto ingiustificato l’aumento, soprattutto perché – oltre ai diritti con la FIFA – deve poi trattare i diritti con le singole squadre e le leghe e questo porterebbe la cifra a lievitare ancor di più.

Leggi anche  Musica, balli e divertimento, al via la 16ma edizione del Voghera Country Festival

Insomma, FIFA 22 potrebbe essere l’ultimo storico capitolo di una saga che, tra amore e odio da parte dei fan, ha segnato indelebilmente un’epoca.

Commenta

Torna in alto