fbpx

Caos e violenza al concerto non autorizzato di Medy Cartier al centro commerciale Gran Reno

Un concerto non autorizzato del rapper Medy Cartier al centro commerciale Gran Reno di Casalecchio ha generato caos e violenza. La folla di giovani, in gran parte minorenni di famiglie migranti, ha provocato disordini già prima dell’inizio dell’evento, con risse, fumogeni e l’uso di spray al peperoncino.

Medy Cartier

Prima dell’arrivo del rapper, si è scatenata una rissa al piano superiore del centro commerciale, culminata con due persone accoltellate, di cui una in condizioni serie. Il caos è proseguito durante l’esibizione di Medy Cartier, con piccole risse e momenti di panico tra la folla. La presenza delle forze dell’ordine in tenuta antisommossa ha contribuito a contenere la situazione, ma non ha impedito completamente gli episodi di violenza.

Nonostante la presenza delle divise, alcuni gruppi di giovani si sono azzuffati, e una ragazza è svenuta in mezzo alla calca. Le forze dell’ordine stanno ora cercando di identificare l’autore dei due accoltellamenti, che è riuscito a fuggire nel caos. Medy Cartier, già arrestato nel 2021 per una rapina a Riccione, rischia ulteriori conseguenze legali per l’organizzazione del concerto non autorizzato. La situazione è in evoluzione, e ulteriori sviluppi potrebbero emergere con le indagini delle autorità competenti.

Leggi anche  Le nuove scoperte musicali della settimana - #3

QUI il video su Repubblica.

Commenta

Torna in alto