fbpx

Bee Bee Sea + Tucci – 21/4/2023 – Zō Centro Culture Contemporanee (Catania)

Terzo e ultimo appuntamento della rassegna Disclosure (una collaborazione nata tra KVA – Keep Vinyl Alive e Doremillaro) che ha visto già sul palco di Zō i Materazi Future Club e gli Holiday INN. Per quest’ultimo round ci saranno sul palco i Bee Bee Sea, rodata garage punk/rock band che proviene dalla Provincia di Mantova e che si è fatta notare nei numerosi tour in Italia, Europa e Stati Uniti.

L’ultimo album è arrivato alle orecchie di Iggy Pop e lo stesso, apprezzandone il lavoro, lo ha fatto passare parecchie volte nel suo programma sulla BBC e, ciliegina sulla torta, un loro brano “The garage one” è comparso nella colonna sonora nella fortunata serie tv Shameless.

Insomma, tre band che ti fanno riflettere e fare i conti con la dura realtà musicale italiana e trarne giovamento sotto molti puti di vista, uno per tutti la forza dei contenuti!

Ma prima di parlare e goderci il live dei BBS, stasera come opening della serata c’è un nuovo nome della scena catanese che a breve esordirà con il primo Ep. Tucci. Questa nuova realtà, che vede Emanuele Tucci al basso (fondatore del progetto), Mario Lo Faro (Clustersun) alle chitarra e Francesco “Ciccio” Paladino (One Day In Fukushima, Consumer, Nerobove) alla batteria, plasma un sound molto vibrante e ritmato ma pieno di stratificazioni shoegazing che, durante l’esibizione, ha affascinato il pubblico proponendo i brani dell’imminente esordio. Poco meno di mezz’ora sono bastati a far capire la stoffa di Tucci che ha lasciato il palco tra gli applausi.

Leggi anche  Le nuove scoperte musicali della settimana - #10

Prima del live ci intratteniamo nel backstage insieme ai Bee Bee Sea tra birrette e patatine a fare due chiacchiere in relax. Gli chiediamo se nei progetti futuri imminenti ci sia un altro tour negli Stati Uniti “Sì, è in previsione di tornare a fare un tour negli USA, ci vogliamo tornare assolutamente, dobbiamo tornarci“.

Altra cosa (scontata) che abbiamo chiesto e se stasera ci faranno ascoltare materiale nuovo visto che l’ultimo album (Day Ripper) è datato 2020, “Abbiamo da pochissimo fatto uscire un nuovo singolo con un pezzo, fra l’altro, cantato in italiano (“Piangi con me” una cover dei Rokes del 1966) che stasera eseguiremo dal vivo“. Al ché forse tiriamo fuori la prima domanda interessante e cioè se proprio questo brano cantato in Italiano possa essere un nuovo incipit per l’imminente futuro: “Non lo sappiamo, questo del brano in italiano è stata un scelta che non ha una direzione ben precisa, però tutto può accadere” Non sarebbe male!

Leggi anche  MELTY GROOVE: fuori il nuovo inedito dal titolo “Have No Fear”

Altra domanda che ci viene in mente è se l’entusiasmo dei piccoli palchi è paragonabile a quello dei grossi festival: “Per noi l’importante è suonare sia che siano festival o piccoli eventi, l’importante è trasmettere alla gente la nostra musica”. Le chiacchiere più o meno finisco qui. Tra poco saliranno sul palco a proporre dai loro tre album delle canzoni che hanno il pregio di diventare degli anthem al primo ascolto. Un dono davvero notevole.

Cinquanta minuti di garage rock dalle trame punk (talvolta più lisergico come nello stile dell’ultimo album) non fanno stare fermi il pubblico in sala. I BBS hanno il fuoco sotto la pelle, gli strumenti sembrano incendiarsi durante l’esecuzione dei loro brani.

Quando il set finisce un vuoto elettrico striscia e si arrampica sui presenti (come me) e ondeggia su e giù per il corpo fino al ritorno a casa.

Bee Bee Sea + Tucci – Le Foto

Foto di Giuseppe Picciotto

Commenta

Torna in alto