fbpx

Salmo su Instagram: “Le persone godono del disagio dell’artista”

Salmo pubblica due storie Instagram in cui affronta il tema del rapporto tra artista, pubblico e media nell’era di Internet e dei social. Menziona anche il caso di Morgan.

Salmo

Salmo su Instagram: “A nessuno frega un cazzo della musica”

Ogni tanto viene fuori un gossip da concerto, “X ha preso una bottiglia in testa”, “Y piscia sulle casse”, “Morgan insulta il pubblico”, “Gigi cade dal palco”, eccetera. Siamo tutti maledettamente distratti da ciò che dovrebbe interessarci veramente: LA MUSICA. A nessuno frega un cazzo della musica (a meno che non sia un dissing). Volete solo essere intrattenuti in questo spettacolo fatto di gossip, clickbait, pagine meme, opinioni Instagram e odiatori seriali“.

Le persone ordinarie – prosegue Salmo credono che gli artisti siano NORMALI. Ordinati e composti nei propri scaffali, responsabili di dover dare il buon esempio a una generazione figlia di genitori inadempienti. Nessuno divide la persona dal personaggio. Godono del disagio dell’artista, annoiati dall’arte sperano di veder cadere nel baratro gli artisti famosi ai quali il successo non è mai perdonabile“.

Leggi anche  Dissing alla politica, il rapper Picciotto pubblica Giorgia

Grazie a Internet – conclude il suo sfogo su Instagrampossiamo essere uniti e cancellare persone e personaggi. Uniti siamo in grado di fare cose incredibili ma, caso strano, utilizziamo questo potere solo per fare del MALE! Moderno individualismo di sto cazzo, ognuno richiede il diritto di subordinarsi ai propri interessi e l’erba del vicino è sempre una merda. Andate a fanculo“.

Commenta

Torna in alto