fbpx

Daniel Mendoza si rinnova e trasforma il rap in indie pop

Inaspettatamente e a oltre tre anni di distanza dal quarto disco ufficiale, Daniel Mendoza, noto artista e produttore capitolino, pubblica un singolo dal titolo Colpa di Freud.

Probabile anticipazione di un disco di cui non si hanno notizie, quello che é sicuro é il manifesto artistico contenuto indirettamente nel brano. Nel singolo é presente un rinnovamento stilistico verso un mood più indie.

Sebbene il contenuto mantenga la sua matrice culturale, la scelta linguistica si avvicina di più a un pubblico generico. Il rap più aggressivo e tagliente di Daniel Mendoza lascia quindi spazio a un rap più melodico che non rinnega la radice Hip Hop ma la rielabora in chiave moderna trasformandosi in una sorta di cantautorap.

Il pezzo è un’analisi attenta delle difficoltà personali ad esprimere sentimenti e della consapevolezza che per essere migliori è necessario trovare un equilibrio in tutto.

Colpa di Freud, uscito in anteprima su Spotify, é ora disponibile anche su youtube supportato da un video diretto da

Leggi anche  Torna Retrograde, il garage sale di East Market tutto dedicato all'abbigliamento vintage
Virginia Pavoncello (Second life videos) che racconta mataforicamente l’attesa.

Il brano é elegante e in pieno stile soul. Daniel Mendoza é posato, ammaliante e incisivo. Il suo stile unico si avvalora in questo caso di uno spiccato senso estetico creando un atmosfera chilled.

Commenta

Torna in alto