fbpx

Blackdahalia: “Fragments”, album tra la malinconia e la speranza

black dahlia fotoBallate malinconiche, tristi ma decise, tendenti alla speranza come un fiore delicato e fragile che riesce a resistere alle intemperie del tempo. Questi sono i “Blackdahlia”, gruppo gothic metal foggiano nato nel 2008 e composto da : Ruggero Doronzo (chitarra), Samuela Fuiani ( voce e piano), Ludovico Massariello (batteria), Antonio Petito (basso) e Luca Raio( chitarra).

La band si presenta al pubblico con “Fragments”, album prodotto dalla “Areasonica Records”, per il quale si prospetta un lancio discografico a livello internazionale. Composto complessivamente da 8 tracce, in esse sono riscontrabili influenze da gruppi come “Korn” ed  “Evanescence”. Tra i brani ne risaltano alcuni in particolare: “Falling down”, canticchiabile e con una melodia di forte impatto; “Eclipse”, introdotta da tastiere che danno un senso di melodrammaticità al brano (anche se in quest’ultima il rimando agli Evanescence è forse fin troppo presente) ed infine“Wounds”, notevole per la presenza di chitarre potenti che si mescolano perfettamente alla voce di Samuela.

Leggi anche  Le nuove scoperte musicali della settimana - #2

L’album si presenta ben strutturato e riesce a dar vita ad un connubio di sentimenti discordanti in grado di amalgamarsi in uno sfondo malinconico ma allo stesso tempo pieno di speranza.

 [youtube]https://www.youtube.com/watch?v=Pbax4tbCiQw[/youtube]

Commenta

Torna in alto