Testo Salmo – Cometa
  • Print
  • close
    Breaking news

    “Lo Chiamavano Trinità”, uno dei classici per eccellenza del cinem...read more Il 26 ottobre, i Muse saranno in concerto all’Alcatraz di Milano. ...read more Manca una settimana all’attesissimo concerto di Vasco Rossi a Messina. ...read more Social Distortion live al Carroponte, Sesto San Giovanni (Milano). Special Gues...read more È partita una campagna di autofinanziamento dal basso, che ha lo scopo di recu...read more Un nuovo report di Kotaku fa filtrare un’interessante indiscrezione: Hang...read more Bloodborne potrebbe finalmente tornare. “Non abbiamo ancora visto tutto&#...read more Inaugurata poche sere fa a Milano la sesta replica di Balkanica, la mostra fot...read more THE WHITE BUFFALO sarà finalmente dal vivo in data unica nel nostro Paese il ...read more Coachella Valley Music and Arts Festival 2022. Decine di artisti si esibiranno ...read more

    Testo Salmo – Cometa

    Testo: Cometa Remix

    Artista: En?gma

    Album: Machete Mixtape

    Anno:  2012

    Son tipo le 3 di notte, di me chi se ne fotte
    le voci che sento in testa parlano sempre più forte
    ora, le metto in rima e le urlo fino alla fine
    spegnerò le candeline anche il giorno della mia morte.
    Corte, le linee sul palmo del mio futuro,
    mi offri quella merda ma grazie resto a digiuno
    noi, poeti del secolo 21, con i drammi più astratti
    e gli schiaffi concreti dei vaffanculo.
    Più duro, l’inchiostro c’ha il gusto del rammarico,
    roba che se la scrivi poi ti ritrovi col Parkinson,
    da quando, io scrivevo dal banco,
    ed ero l’ultimo come il tango di Bertolucci e Brando.
    Ho continuato camminando, pure,
    lontano dai fratelli con cui condividi il fango,
    le sensazioni ogni giorno mi vanno a random
    ma, tengo lo sguardo in alto specie quando piango.

    Rit.
    Viaggio senza meta, viaggio senza meta,
    sogno tutti i giorni di essere una cometa.
    Viaggio senza meta, viaggio senza meta,
    sogno tutti i giorni di essere una cometa.

    A me sta vita qui mi sfugge fra le dita,
    l’umore in altalena, passami quella matita,
    nel buio come un mitra, sguardo da sfida,
    e chi si fida spesso finisce a fare l’eremita.
    Ed è corrida, col cazzo che mi sposto,
    mi trovi al centro dell’arena col cappotto rosso,
    gli occhi fissi addosso, scavami quel fosso,
    tanto è quello il posto di chi c’ha fottuti col rimorso.
    E adesso, incrocio gambe e medito,
    immerso nell’immenso degli istanti in cui recito
    tu, non darmi credito,
    io sto dalla parte delle stelle più belle,
    quelle nascoste pure agli occhi di Copernico.
    E più di un gemito, malessere palese,
    rimbomba fra i lamenti delle teste più incomprese
    di chi, onora il ring in tutte le riprese,
    ma moriremo soli come er Libanese.

    Rit. [x2]
    Viaggio senza meta, viaggio senza meta,
    sogno tutti i giorni di essere una cometa.
    Viaggio senza meta, viaggio senza meta,
    sogno tutti i giorni di essere una cometa.

    Tag:, , , , , , , , ,

    No Comments
    Story Page

    Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi