Testo Guè Pequeno - In Orbita (feat. Fabri Fibra)
  • close
    Breaking news

    Marvel Studios ha diffuso il trailer finale di Black Panther: Wakanda Forever, ...read more Quella di ieri sera a Roma è stata la seconda data italiana del tour degli Ope...read more The Last Of Us sarà trasmessa in Italia in contemporanea con gli Stati Uniti. ...read more Wanna, la nuova docu-serie originale italiana di Netflix è dedicata a Wanna Ma...read more Anastacia torna in Italia in occasione dei 22 anni di carriera con un nuovo to...read more Ultim’ora da Twitch: dal 18 ottobre non si potrà più streammare gioco d...read more Adam Levine, il frontman dei Maroon 5, è accusato dall’influencer Sumner...read more Alessandro Cattelan debutta in teatro con “Salutava Sempre”. Di seg...read more Woody Allen girerà a Parigi il suo film numero 50: “Wasp 22”. Dopo...read more State cercando i migliori album di tutti i tempi? Molti esperti di musica, crit...read more

    Testo Guè Pequeno – In Orbita (feat. Fabri Fibra)

    Testo: In Orbita
    Artista: Guè Pequeno feat. Fabri Fibra
    Album: Bravo Ragazzo
    Anno:  2013

    [Gue Pequeno]
    Quando il mio giorno ha 25 ore
    E gira tutta la stanza
    Mi specchio come in un retrovisore
    Sempre da qualcosa si scappa
    Notte senza sonno
    Cuscino pieno di rimorsi preso a morsi finché non è giorno
    E dei miei occhi cambia il colore,
    Vedi il dolore, senti l’odore
    A volte ascolto il vuoto del silenzio
    Anche dentro il locale, anche dentro all’eccesso
    Ho superato le colonne d’Ercole di una vita normale
    Adrenalina rendere uno sbaglio senza fine
    La cenere, le spine
    Le polveri, i rossetti
    Siamo il tuo Dio, le benzodiazepine
    Promesse sotto vuoto, una corsa mai fermata,
    La borsa sotto gli occhi firmata
    E ricomincio ancora

    E se mi bacerai quando l’alba è salita
    Mi bacerai per riportarmi in vita
    Poi mi bacerai quando scende la notte
    Io sono illuminato dalle lune storte

    Tu vieni e cancella
    Questa linea d’ombra
    (mentre la mente è in orbita)
    Tu siediti e ascolta
    Il mio cuore rimbomba
    (mentre la mente è in orbita)

    [Gue Pequeno]
    Hai la medicina che mi salva, sta volta
    La notte, i suoi sicari bussano alla porta
    La testa è troppo calda, il cervello si sfalda
    Rimpianti trecento, Sparta!
    Ed ogni sentimento è imperfetto
    E io sono assuefatto all’effetto
    Faccio suonare il metal detector
    Perché di ferro ho il cuore nel petto
    Ogni mancanza va colmata con una sostanza
    Un’astronauta in orbita dentro alla stanza
    E qua da noi il Diavolo ha più seguito
    Il Destino me lo gioco a carte di credito
    Nell’hotel dalle finestre che ridono
    Solo i corrotti sopravvivono
    Tu vuoi vedere un nuovo giorno, si, io no
    Le nostre labbra unite, le lingue che stridono

    E ricomincio ancora

    E se mi bacerai quando l’alba è salita
    Mi bacerai per riportarmi in vita
    Poi mi bacerai quando scende la notte
    Io sono illuminato dalle lune storte

    E se mi bacerai (quando l’alba è salita)
    Mi bacerai (per riportarmi in vita)
    Poi mi bacerai (quando scende la notte)
    Io sono illuminato dalle lune storte

    Tu vieni e cancella
    Questa linea d’ombra
    (mentre la mente è in orbita)
    Tu siediti e ascolta
    Il mio cuore rimbomba
    (mentre la mente è in orbita)
    Tu vieni e cancella
    Questa linea d’ombra
    (mentre la mente è in orbita)
    Tu siediti e ascolta
    Il mio cuore rimbomba
    (mentre la mente è in orbita)

    [Fabri Fibra]
    Questa notte sarà epica
    Perde chi predica
    La vita è un film, qui Star Trek in replica
    Salto nel buio, sono pratico, sport
    Sulla strumentale mi teletrasporto
    Fatemi spazio, Shuttle, poeta,
    Ogni testo è un mondo, ogni artista nel suo pianeta
    Il pezzo gira, è in orbita
    La guerra è in rima, carica scarica il mitra, mira ai soldi fra
    Incassa e chiuditi, mansarda
    In tasca erba che da visioni, Cassandra
    Scrivo mentalmente, arte marziale
    Metto piede sulla base spaziale
    La pupilla che si dilata
    Al buio l’accendo e il fumo sembra la Via Lattea
    Chiamate medici, ne faccio dieci, undici, dodici,
    Apollo tredici

    Tu vieni e cancella
    Questa linea d’ombra
    (mentre la mente è in orbita)
    Tu siediti e ascolta
    Il mio cuore rimbomba
    (mentre la mente è in orbita)






    Entra in Atom Heart Cafè!

    Ogni sabato mattina alle 10.00 riceverai la nostra newsletter con le notizie più interessanti della settimana!

    Ti aspettiamo per un caffè insieme!


    Non inviamo spam! Riceverai una sola mail a settimana!
    Cookie policy.

    Tag:, , , , , , , , , , , , , ,

    No Comments
    Story Page