Testi Marracash – King Del Rap
  • close
    Breaking news

    “Lo Chiamavano Trinità”, uno dei classici per eccellenza del cinem...read more Il 26 ottobre, i Muse saranno in concerto all’Alcatraz di Milano. ...read more Manca una settimana all’attesissimo concerto di Vasco Rossi a Messina. ...read more Social Distortion live al Carroponte, Sesto San Giovanni (Milano). Special Gues...read more È partita una campagna di autofinanziamento dal basso, che ha lo scopo di recu...read more Un nuovo report di Kotaku fa filtrare un’interessante indiscrezione: Hang...read more Bloodborne potrebbe finalmente tornare. “Non abbiamo ancora visto tutto&#...read more Inaugurata poche sere fa a Milano la sesta replica di Balkanica, la mostra fot...read more THE WHITE BUFFALO sarà finalmente dal vivo in data unica nel nostro Paese il ...read more Coachella Valley Music and Arts Festival 2022. Decine di artisti si esibiranno ...read more

    Testi Marracash – King Del Rap

    Album: King Del Rap

    Artista: Marracash

    Anno: 2011

    Testo King Del Rap

    RIT.
    Marra è sempre nuovo quindi grida bella,
    Al mio tre bella
    Uno, due, tre bellaa!
    Sono il King,
    King del rap,
    King del rap (Sucker!)

    Chiudi gli occhi
    E quando li riapri
    Ho fatto passi avanti
    come da ragazzi
    Un, due, tre stellaa!
    Sono il King, King, King del rap,
    King del rap (Yeah!)

    È il ritorno del principe,
    Marra Terzo il Terribile,
    Rap Osiride
    tu come osi riderne?

    Solo chi non é capace
    dice che è impossibile,
    Sfondo quel limite
    E dico Fuck, fac-simile.

    Faccio le cover
    però metto parole nuove,
    quelle che la gente vorrebbe nella canzone,
    cover d’autore,
    Enrico Cover
    Tipo “cinquantamila la boccaaa cento l’amoreeeee”.

    Non sono hot
    sono torrido, soy el fuego.
    Le mie rime come Jim Morrison sulla Smemo,
    Marra è Verissimo mica la Toffanin
    Che é una pu-pulzella “dai tocca qui”.

    Questo non è un dissing è un pissing perchè vi piscio.
    Non t’inventare niente
    non c’ho manco un parente ricco,
    in culo alle tendenze
    mi sono sempre distinto,
    ho messo nello stesso disco la Ferreri e Bloody Beetroots.

    Zio non sei al mio livello procurati uno sgabello (Hmm)
    per impiccarti intendo
    sogni infranti, Inception.
    Scusa hai un suono diverso?
    Chiamalo toilette ma resta pur sempre un cesso!

    Zio fai un test ed è sempre lo stesso testo,
    cambia il beat sotto ma è sempre lo stesso pezzo,
    tipo: “Questo l’hai gia detto!
    Questo l’hai gia detto!
    Questo l’hai gia detto e vai dicendo da un decennio!”

    RIT.
    Marra è sempre nuovo quindi grida bella,
    Al mio tre bella
    Uno, due, tre bellaa!
    Sono il King,
    King del rap,
    King del rap (Sucker!)

    Chiudi gli occhi
    E quando li riapri
    Ho fatto passi avanti
    come da ragazzi
    Un, due, tre stellaa!
    Sono il King, King, King del rap,
    King del rap (Yeah!)

    Sono il rapper dell anno e il figlio di puttana del secolo.
    Dubito del tuo merito.
    Dubito tu sia etero.
    Dubito che tu abbia fegato,
    zero view su youtube,
    dubito tu abbia un seguito.

    Mi chiamano “mister come cazzo ti vengono”
    Perche mi senti e dici “come cazzo ti vengono?”
    Ho una bandiera come un cazzo di esercito.
    Ti metto un’asta in culo
    poi ti alzo e ti sventolo.

    La gara a chi è più povero è di qualche anno fa
    E l’ho gia vinta fr�
    Ora la gara è a chi più ne ha
    Più ne metta,
    Marra sfreccia
    Laguna Seca
    Sputo rime mega fin quando ho la gola secca.

    Ho visto la tua tipa,
    che bella,
    Tanto di cappello,
    vorrei darle tanto di cappella.

    Chiudi gli occhi
    li riapri
    ho fatto passi avanti
    come da ragazzi un, due, tre stella!

    Zio come fai?
    Ai tuoi live gridano “vattene”
    Sembra che c’hai l’aids
    sembri uno spaventapassere,
    Muore sul nascere,
    Non vedete che faccia avete?
    Dio non voleva che facevate i rappers!

    Fanculo mantenere voglio espandere
    “andale andale”
    Sono in forma come Davide
    “sdighete sdaghete!”

    Ho sentito il tuo pezzo ieri nello stereo,
    Beh, rivoglio 4 minuti della mia vita indietro

    RIT.
    Marra è sempre nuovo quindi grida bella,
    Al mio tre bella
    Uno, due, tre bellaa!
    Sono il King,
    King del rap,
    King del rap (Sucker!)

    Chiudi gli occhi
    E quando li riapri
    Ho fatto passi avanti
    come da ragazzi
    Un, due, tre stellaa!
    Sono il King, King, King del rap,
    King del rap (Yeah!)

    To the hippi
    The happy don’t stop
    Marracash è il King del rap
    Dite oh-ooh (oh-ooh)
    Dite oh-ooh (oh-ooh)
    (DJ Taiwan)

    To the hippi
    The happy don’t quit
    Deleterio è il King del beat
    Dite oh-oh-oh (oh-oh-oh)
    Dite oh-oh-oh (oh-oh-oh)
    (Su-le-ma-ni)

    RIT.
    Marra è sempre nuovo quindi grida bella,
    Al mio tre bella
    Uno, due, tre bellaa!
    Sono il King,
    King del rap,
    King del rap (Sucker!)

    Chiudi gli occhi
    E quando li riapri
    Ho fatto passi avanti
    come da ragazzi
    Un, due, tre stellaa!
    Sono il King, King, King del rap,
    King del rap (Yeah!)

    Testo Didinò

    Non riesco a dire un no netto
    Secco
    A stare a casa come un nonnetto
    Esco
    Mi ripeto che torno presto Mento
    Da bimbo le prendevo con la cinghia
    Ora chiamate un dottore
    Un esorcista
    Ma legatemi al letto
    O ribalto tutto quando esco
    Non scherzo
    Tipo che ti svegli e c’è il duomo a Corvetto
    Mi sveglio con un cesso nel letto
    La manager ormai vuole murarmi in studio
    Dice che non scrivo mai
    Forse non duro a lungo
    Sono come Super Mario
    Dopo che ha preso il fungo
    A cosa serve che balliamo Dammi il nome e ti aggiungo
    Prima bevo e dopo chiedo cosa c’è nel bicchiere
    Zio, non faccio ‘sto mestiere Per essere un ragioniere Berlusconi per me è simpa
    Se solo non fosse il premier Pure tu non fare finta
    So che ci usciresti assieme (dì di no)

    Ti eri detto stasera non esco
    Ma ti dicono che c’è una maxi festa in centro
    dì di no, dì di no (sì!) Tanto sai già come finirà Se risponderai “sì, solo un drink
    Poi ritorno qua”

    Sappiamo tutti com’è
    Vai al bar a farti una Becks Becchi un’amica
    Dai, vieni a farti un giro con me
    Il dubbio è questo
    Che faccio vado
    Che faccio resto
    Che faccio io?
    Pago e lascio il resto
    Seeeee
    Party boy come Jackass
    Il bar diventa un club
    Le dieci si fan le tre
    Una birra si fa chupito
    Una lingua diventa un dito Due dita
    Diventa che forse l’hai messa incinta
    Su bambina (su bambina) Voglio insegnarti un po’ di pura vida (pura vida
    Sai ci separano due cuba libre (cuba libre)
    Per poi sfilarti quelle mutandine (mutandine)
    E sono in para per i guai come il Paraguay
    Che lì si spara per il pane O per un panerai
    Dovrei contare fino a dieci per dire sì
    E fallo tu se ci riesci Perché sta qui
    E’ troppo bona

    Ti eri detto zero tradimento Lei ti chiama e ti invita nel suo appartamento
    Dì di no, dì di no, dì di no (mmmh) / Dì di no, dì di no, dì di no (sì)
    Tanto sai già come finirà / Se risponderai “sì, prendo un film ci vediamo l�
    Dì di no, dì di no, dì di no (sì!) x2

    Amante dell’imprevisto o vittima degli eventi
    Tu come mi definiresti?
    Da casa un po’ ti senti come uno dei concorrenti
    Col cazzo che sto a vederli Quei cazzo di quiz a premi E ho capito già da un po’ che la pagherò
    Il vero sballo è dire no Diceva uno spot
    Un solo sì cambia il film Come Sliding Doors
    Oggi sono qui e chissà domani no
    Cosa farò?
    Beh, tua sorella fa la buttanella
    E’ un po’ bruttarella / Però una bottarella…
    Scherzo
    Non si scherza sulla parentela
    Fammi uscire da qui che mi sento in galera
    Sì o no, sì o no
    Cantava Fiorello
    Come Please Don’t Go
    Canta mia mamma
    Però in dialetto
    Dice Fabio non partire
    Non andare in giro
    C’è la gente brutta
    M�
    Ci sono anche io a dirla tutta

    Ti eri imposto
    Metto la testa a posto
    Ma un tuo amico chiede
    Mi accompagni in quel posto? Dì di no, dì di no, dì di no (sì)
    Dì di no, dì di no, dì di no (sì)
    Tanto sai già come finir�
    Se risponderai “ok, ma facciamo a metà fra’”
    Dì di no, dì di no, dì di no (sì!) x2

    ——-

     

    Testo Semtex

    Avevo contro ogni pronostico
    Ora sotto chi è il prossimo
    Ho un flow che scotta più del cucchiaino di un tossico
    Commodo come l’imperatore nel gladiatore
    C’è una certa pressione nel mio cercapersone
    Fatti di rap come fatti di robba
    Tutto il resto è riciclato come l’olio da mac donald
    Fra’ porta bottiglie a pioggia E’ l’età della roccia
    Con metà della bocca giù metà della boccia
    Ragazze scollate Poco scolarizzate Pollame
    Freddo polare Lenti polarizzate e collane
    Ho ancora la stessa fame Come quando ho iniziato
    Punto all’attico Perché stavo al piano rialzato
    Ogni anno si abbassa l’asticella Non riesco a fare il limbo
    Con la testa tocco terra Number one come la discoteca
    Marratoneta e mi fai una sega
    Ai miei piedi la scena
    Ai tuoi piedi De Fonseca

    Rit.
    Vorrei vedere le facce
    Quando ‘sto suono esploder�
    Abbiamo acceso le micce
    Ormai ‘sto suono esploder�
    Sarà una valle di lacrime
    Non lasceremo più niente
    Seduti sopra la lapide
    Della vostra emittente

    Non ho ancora fatto il cash
    Non ho a casa la moquette
    Piscio nella tua pochette Sei una squillo come Roxanne ahhh
    Marra è per un quarto Pelé per un quarto Maradona e per metà George Best
    Fraaaaa
    Hai la faccia di chi va in bianco
    E ha meno rapporti l’anno della bici nel cambio
    Cambio, cambio
    Io ho la faccia di chi va in banca
    Prima di fare un viaggio e chiede a quanto sta il cambio
    Bello il G-Shock Bella la tee Belli i jeans (jeans)
    Grazie baby Ti lascio il mio blackberry pin
    Selvaggio Marra è Huckleberry Finn
    Tu mi vedi e fai il moonwalk come Michael in Billie Jean
    So fresh, so clean Marracachemere
    Ti sposta con un dito solo come il touch screen
    Alta quota come un g6
    Euro tax free
    Sbagli con me è come in Colombia se sbagli taxi

    Rit.

    Attila:
    La bomba è stata già piazzata Pronta in ogni citt�
    Sta scadendo il vostro tempo Già si sente il tic tac
    Le vostre paranoie non vi salveranno Ma
    questo è il giorno del giudizio Questo è l’armaggeddon
    Attila Marracash Yes boy, we are the don
    Non competono sul ritmo Non c’è possibilit�
    Un altro giro Un’altra corsa
    Un altro nemico che va
    We are the numba one
    we are the ones

    ——

     

    Testo In Faccia

    Non è per la democrazia che bombardiamo la Libia
    non è che se sei onesto allora sei un babbo di minchia!
    Non è che se ti fai tante foto sei una modella
    non è che con la laurea non fai un lavoro di merda.
    Non è che se ripeti una bugia diventa vera
    ma non è che se non ci credi te è una chimera(?).
    Non è che se insulti gli sbirri sei contro il sistema
    non è che se non ti do spicci non mi fai pena.

    Non è che se lei è amichevole, verrà a letto con te
    non è che se tuo figlio è violento è perchè ascolta il rap!
    Non è che c’hai le Jordan e allora puoi schiacciare
    non è con una sbronza che il problema scompare.

    Non è che hai il Rolex ed il tuo tempo vale di più
    non è che se la tua squadra vince, vinci anche tu!
    Non è che dopo il lifting hai davvero meno anni
    non è che se t’impizzi allora dopo puoi [?]

    Rit.

    Pensavo che ogni uomo mente a sè stesso!
    E la bugia aiuta a vivere meglio!
    Ho aperto gli occhi ed era tutto così, fratè
    Non è un pianeta per me!
    (Oh no!)
    Se non lo vedi il nemico è già in casa
    La verità, frà, che ti arriva in faccia
    Se sei tra i pochi che ancora non è così, fratè
    Non è un pianeta per te!
    (Oh no!)

    In questo momento quello che sento solo bugie! (x3)
    Non è un pianeta per me!

    Non è che se ho centomila fans vendo centomila dischi
    Non è che se sei anche tu di strada siamo amici
    Non è che se non voti le elezioni non le fanno
    Non è che se lei ha la gonna sotto non c’ha il cazzo
    Non è che se tratti male tua madre, sei un uomo
    Non è che se vai in chiesa a pregare, sei buono
    Non è che se non sei chiuso in gabbia sei libero
    Non è che se qualcuno non parla è timido

    Non è perchè c’è chi sta peggio che tu stai bene
    Non è che con l’impegno riesci sicuramente
    Non è che se fa *Ah! Ah!* gode davvero
    Non è che se nessuno capisce allora sei un genio

    Non è che se lo dice il tg ci devo credere
    Non è che chi ama, chi non tradisce è più debole
    Non è che se spendi tanto sei ricco, zio
    Non è che se ti vesti firmato sei ben vestito

    Rit.

    Pensavo che ogni uomo mente a sè stesso!
    E la bugia aiuta a vivere meglio!
    Ho aperto gli occhi ed era tutto così, fratè
    Non è un pianeta per me!
    (Oh no!)
    Se non lo vedi il nemico è già in casa
    La verità, frà, che ti arriva in faccia
    Se sei tra i pochi che ancora non è così, fratè
    Non è un pianeta per te!
    (Oh no!)

     

    —–

    Testo Rapper/criminale

    I miei fra’ riempiono le calze come la Befana
    e fanno come Mario Merola se arriva la madama
    sono qui nel quartiere che mi ha dato questo nome
    in certi posti certi giorni non entra neanche il sole
    sì, non è come nei film che l’assaggia con la lingua
    immerge nella varechina e il taglio resta in cima
    ormai sono ricordi / ho questi flash negli occhi
    mi chiamo Marracash e tu non mi conosci
    Vuoi la fama per quanto pesi?
    Il successo per quanto pesti
    Non scrivere testi iscriviti a wrestling
    a me fotte un cazzo del tuo fisico granitico
    Al mic sei rachitico confronto a te sono Rakim siculo
    ammetto ciò che faccio,
    Sono spericolato come Vasco ai tempi di Fegato Spappolato
    Sei una segafredo come il caffé comprati una sega
    e freddati al reparto del fai da te

    Rit.
    Conosco un criminale vorrebbe fare il rapper
    Conosco un rapper vorrebbe fare il criminale
    Io non dico a te come fare le panette
    Tu non dire a me come devo fare il rapper
    Conosco un criminale vorrebbe fare il rapper
    Conosco un rapper vorrebbe fare il criminale
    Io non dico a te come evitare le manette
    Tu non dire a me come devo fare il rapper

    E’ facile non fare certe scelte se nessuno te le ha offerte
    Insultare me non renderà migliore te
    Vai a rapinare le banche se sei così gangster
    Perché non farai mai i soldi col rap
    Ne hai viste tante non sai raccontarle non hai flow né poesia
    Non sei interessante
    Sai che le botte fanno male Le lame sanguinare
    ma le tue parole non mi possono toccare
    c’è sempre chi chiede “chi conosci in quartiere?”
    Dico He Man, L’uomo Invisibile e Biancaneve
    So chi sono Voi chi siete, Ansie segrete
    Bimbi impauriti, Hansel & Gretel
    E’ il mio film Wim Wenders Vado più su Messner
    Nel rap italiano sono Mark Mark Lander
    Da macho a Machete Macchiette
    Dal viaggio di fare il pagliaccio alle vere manette

    Rit.
    Conosco un criminale vorrebbe fare il rapper
    Conosco un rapper vorrebbe fare il criminale
    Io non dico a te come fare le panette
    Tu non dire a me come devo fare il rapper
    Conosco un criminale vorrebbe fare il rapper
    Conosco un rapper vorrebbe fare il criminale
    Io non dico a te come evitare le manette
    Tu non dire a me come devo fare il rapper

    Marracash / Barona, Milano / Street rap dal 2003 / E se venite dal quartiere e volete fare i rappers / è anche grazie a me / Per tutti quelli che vogliono fare i criminali al microfono / La strada si fa in strada / Questa è musica / Conta la musica, zio / Non è una gara a chi fa più brutto / Non è una gara a chi è più duro / Sinceramente non ce ne fotte un cazzo / Pensa al tuo business che io penso al mio / Prega il tuo dio che io prego il mio / E così è / First Million Beats, Napoli / Sai che le botte fanno male / Le lame sanguinare / Ma le tue parole non mi possono toccare

     

    —–

     

    Testo Giusto Un Giro

    Rit.
    Esco a fare un giro torno presto baby / Mi hanno offerto un altro giro / E mo’ non sto più in piedi / ma perché sono finito qua? / Niente di meglio da fare in città / In testa ho un altra musica / Lalalalalalalala

    Marracash:
    Nuovo single / Bingo / Anche tu single / Uniamoci come nello spot / Dei Ringo / Albertino già mi sta’ dicendo ‘fammi il jingle’ / Ho una jappo ed una russa attorno a me / Bilinguo / Fanno i cori come a Etò / Tu sei old retrò / Mi hanno detto che vieni a ballare / Col metrò / Lei ha un capolavoro al collo / Tipo art decò (chapeau) / Sarei lieto di invitarla dentro il mio chateau (pardon?) / Lei mi guarda / Legge Prada sopra la mia zip / Poi mi spara una domanda tipo sconvolt quiz / E me la porto dietro / sì mica rimorchio qui / E mi si è attaccata zio / Come il rimorchio a un tir / All’inizio sono metà buone / Metà no / Shot dopo shot quelle buone aumentano / No, non sono fatto / E’ solo un nuovo passo baby / Chiedo scusa se ogni tanto ti calpesto i piedi / oops

    Rit.

    Marracash:
    Levo la giacca / Il dj spacca / La pista è piena già / E chi non balla / Si tiene a galla / Andando spesso al bar / Un nuovo passo / Lo impari quando / Finisci la drink card / Le code in bagno / Le tipe e l’alcol / Lalalalalalalala

    Emis Killa:
    Quando entro nel club il tempo si ferma / Vooom / Sembra la scena del cowboy che entra nel saloon / Lui smette di fare su / Lei smette di bere rhum / E si alza dal posto come quando arriva il bus / Piacere Mascia / Il piacere è tutto mio / Prende da bere / Dico ‘lascia, pago tutto io’ / E visto che le tipe snob non le punto mai / Scommetto su questa cavalla / Come al punto Snai / E parliamo beviamo balliamo / Finché la mia drink card ha più buchi della faccia di Cassano / Ti giuro ero uscito a farmi un giro innocente / Ma sono finito qui perché in giro non c’era niente / Mi gira la testa usciamo / Dice ‘va bene ma non girarti dietro c’è il mio fidanzato’ / E gira e rigira finisco a casa sua ubriaco / La schiaccio e quando vengo mi giro dall’altro lato

    Rit.

    Marracash:
    L’ho già vista / La cubista / Sì ci sta sicuro / Ma c’è un tipo in pista che mi fissa / E mi fa muro / E’ il suo tipo / S’intesisce / Vuole fare il duro / Non capisce / In fondo io c’ho gli occhi e lei c’ha il culo / Dice “Marra è bono” / Come il cantante degli U2 / Lui non l’ha capita / Manco arriva a Ligabue / Ci vorrebbe quell’affare con il flash / Che avevano in Men In Black / Per farla dimenticare di te / Ho raccolto questi soldi come fiori freschi / So che ce ne sono molti dove ho preso questi / Le cime mi appagano / Le rime mi pagano / Le tipe mi amano / E tu mi detesti / Improvviso come il jazz / easy come il jet / Bevo tutto nel privé / Mi ci tuffo / Splash / Mammamia / C’è la marramania / L’amore c’entra poco / Con la monogamia zia

    Rit.

     

    —–

     

    Testo Noi No

    Rit. Marracash
    C’è chi si accontenta e calibra ogni sua scelta
    Si attiene ad un futuro già scritto Sopra un agenda
    Ma noi no
    Ma noi no
    Chi si dà sconfitto E calcola sempre il rischio
    Ha rinunciato al sogno di diventare più ricco
    Ma noi no
    Noi no

    Luché
    Sarò il re per una notte
    dal banco del bar al banco di Napoli
    mettendo in note rapper banconote
    Atterro e decollo lo stesso giorno
    Un sigaro, uno shot di Montenegro
    Tempo libero e troie attorno
    e amo ancora studiare andare a scuola
    per chi ha appena conosciuto a un esame spogliata una scultura
    la tua solo un quadro di lontananza
    amala platonicamente dalla tua stanza
    Questa polo Ralph Lauren
    E’ tutto un altro paio di maniche
    Mani che spalmano per ore una lozione Poi in ‘ste Lanvin
    Non mi alzo mai col piede sbagliato
    Vado dal barbiere in taxi per farmi rasato
    Se non c’è la prassi in ogni modo e azione
    Non porterei rispetto ai miei anni di redenzione
    Amo provocare Prego il dio danaro e i suoi apostoli
    ‘sti conscious rappers Sono santi che non fanno miracoli

    Rit. Marracash
    C’è chi si accontenta e calibra ogni sua scelta
    Si attiene ad un futuro già scritto Sopra un agenda
    Ma noi no
    Ma noi no
    Chi si dà sconfitto E calcola sempre il rischio
    Ha rinunciato al sogno di diventare più ricco
    Ma noi no
    Noi no

    Marracash
    Musica, figa e frutti di mare crudi
    Per me questa è vita Tu dimmi per cosa sudi
    Faccio i soldi veri Oppure ritorno sui marciapiedi
    Perché penso che la vita è più interessante agli estremi
    Nei miei sogni dolci (sweet dreams)
    Apro nuovi conti (swiss dreams)
    Nuovi incontri in uno striptease
    Tranne che se vuoi sposarmi Dico sempre sì
    Senti odore di successo Non l’arbre magique
    Il mondo è bello perché è vario Dammi del superficiale
    Ma è ancora più bello dietro i miei occhiali in titanio
    E non racconto a un prete il mio calvario baby
    Dallo spaccio appresi che i più pesi Saltano l’intermediario
    Strisciare il badge Vestito beige Non fa per me
    Marracash mischia Hermes con Herman Hesse
    Per andare in vacanza Mi basta spegnere il telefono
    Ma ho preso il mic E sono accorsi come Stefano

    Rit. Marracash
    C’è chi si accontenta e calibra ogni sua scelta
    Si attiene ad un futuro già scritto Sopra un agenda
    Ma noi no
    Ma noi no
    Chi si dà sconfitto E calcola sempre il rischio
    Ha rinunciato al sogno di diventare più ricco
    Ma noi no
    Noi no

    ‘Nto
    Mi chiedo ora cosa farei con una laurea al capo area
    Potrei aver dato un dolore ai miei per una gloria temporanea
    Ho cominciato a concentrarmi Ho smesso di contemplare
    Hanno cercato di comprarmi spesso con il sembrare
    Prestato attenzione mai restituita
    Un sogno, attrazione e stima in un unico esemplare
    Yves Saint Laurent Io vi sento da lontano
    c’è chi dice che sto a pezzi e chi sono montato
    Ho dato i numeri contando solo su di me
    Su Gesù e se non ci fosse lui su chi c’è su
    Vincere è solo lo stato mentale
    Di chi sa dove andare e ha tanto da dare
    Accenni di autocritica a cena all’Autogrill
    anche dopocorsa
    E’ il segreto di chi vuole assai

    Rit. Marracash
    C’è chi si accontenta e calibra ogni sua scelta
    Si attiene ad un futuro già scritto Sopra un agenda
    Ma noi no
    Ma noi no
    Chi si dà sconfitto E calcola sempre il rischio
    Ha rinunciato al sogno di diventare più ricco
    Ma noi no
    Noi no

     

    ——

     

    Testo S.E.N.I.C.A.R.

    Rit.
    Voglio te solo per passatempo
    Una figa epica come Nina Senicar
    Quando poi arriverà il mio momento
    Una fine epica Drama come Seneca x2

    Marracash:
    Voglio una troia zio Da lunedì alla domenica
    Una figa epica, come Nina Senicar
    Voglio uno schianto sopra la mia Celica
    Una fine epica Drama come Seneca
    Che me frega se parla come una senegal
    (mi piace la bella vita) Ah ah ah, sentila
    Ai rosiconi girano i coglioni a elica
    Vogliono farmi a pezzi come Omar e Erika
    Impizzata Impicciata Impellicciata
    Che a letto non stia in pigiama
    Che a letto non sia impacciata
    Vestita da zarra, Vestita da Zara
    Marra è uno zar fra’
    Mica uno stronzo in camicia bianca
    Il mio ritratto è ultra vivido David Lachapelle
    Tu sul beat sei ridicolo Devi lasciar perdere
    Lei si è messa J’Adore Il suo tipo già dorme
    Soda soda, Ora ce l’ho sopra.. Dolmen

    Rit.
    Voglio te solo per passatempo
    Una figa epica come Nina Senicar
    Quando poi arriverà il mio momento
    Una fine epica Drama come Seneca x2

    Gué Pequeno
    Ho tanti problemi fra’ tranne la figa
    Non posso permettermi una come Nina
    Vuole fare shopping in Via della Spiga
    Le do quattro colpi Poi via…
    Io le faccio perdere la testa come un boia
    Sciacquo la bocca di queste sciacquine come il colluttorio
    Però che s’ingoia
    Fanculo ‘ste modelle.. Zio, portami una troia
    Sono razzista al contrario
    Non la voglio bianca Svezia, Malmo
    Se non è già scura Sia bona Solarium
    Che bona, due chiappe di marmo No che non sto calmo
    Spingi ‘ste bicce a convincere le tette finte
    Lo so che più spacco
    Più diventi pazzo
    Ma statti tranquillo Risolvi ‘sto puzzle
    E quando lo completi ti appare ‘stocazzo.

    Marracash:
    A tu per tu Baby sei un bijoux E scordo chi sei
    Con occhi blu così belli che non sembrano fake
    E morirò come un uomo che ha sfidato gli dei
    E ci faranno un film HD Marra in blueray
    A tu per tu Baby sei un bijoux E scordo chi sei
    Con occhi blu così belli che non sembrano fake
    E morirò come un uomo che ha sfidato gli dei
    Portato sulle spalle dai miei
    Sai che io..

    Rit.
    Voglio te solo per passatempo
    Una figa epica come Nina Senicar
    Quando poi arriverà il mio momento
    Una fine epica Drama come Seneca x2

     

    ——-

     

    Testo Sabbie Mobili

    No non agitarti, resta immobile…

    RIT.
    No non agitarti, resta immobile,
    puoi metterci anni, e guardare ogni cosa che…
    affonda nelle sabbie mobili!
    Si perdi, nelle sabbie mobili!

    Penso spesso che, potrei farlo,
    andare via di punto in bianco, cosi, altra città altro stato!
    Potrei se avessi il coraggio,
    ho un orizzonte limitato, è follia stare qua!
    E’ miraggio, che basti essere capaci,
    quanti ne ho visti scavalcarmi, rampolli, rapaci, raccomandati!
    Quanti ne ho visti fare viaggi, e dopo non tornare,
    e restare, spaccare e affermarsi!
    Qui non c’è il mito di chi si è fatto da solo,
    perchè chi si è fatto da solo di solito è corrotto!
    Se sei un ragazzo ambizioso in un sistema corrotto,
    non puoi fare il botto e non uscirne più sporco! (AH!)
    Nessuno lascia le poltrone niente si muove,
    nessuno osa e nessuno da un occasione!
    Impantanati in queste sabbie mobili, si muore comodi
    lo stato spreca i migliori uomini!

    RIT.
    No non agitarti, resta immobile,
    puoi metterci anni, e guardare ogni cosa che…
    affonda nelle sabbie mobili!
    Si perdi, nelle sabbie mobili!

    Parto dal principio, io della scuola ricordo un ficus,
    cioè la pianta che aveva il preside in ufficio,
    vale piu il mio testo letto in diretta da Linus!
    Il paese ha un virus, una paralisi da ictus!
    Come prima piu di prima,
    Madonna, potrebbe essere mia nonna,
    a cinquanta anni ancora a pecorina!
    E’ il nulla, come la storia infinita,
    come la mummia che si sveglia e torna in vita, puzza di muffa!
    E beatiful people, the beatiful people,
    la bella gente pratica il cannibalismo, sa di già visto!
    Come un film di cui capisci la fine gia dall’inizio,
    e i vecchi stanno al potere non vanno allo spizio!
    Se MTV, sta per Music Television,
    vorremmo piu video, e meno reality e fiction! (AH!)
    Sono pesante apposta come chi fa sumo,
    e tu fai musica che piace a tanti e non fa impazzire nessuno!

    RIT.
    No non agitarti, resta immobile,
    puoi metterci anni, e guardare ogni cosa che…
    affonda nelle sabbie mobili!
    Si perdi, nelle sabbie mobili!

    Niente di nuovo, niente di che,
    quel rapper che ti piace non dice niente di se!
    Solo clichè, attacca il premier,
    come se quando cadrà il premier vincerà il bene,
    se non ci fosse di che parlerebbe?
    Chi comanda è li da sempre, e non si elegge con il voto,
    e prende decisione senza cuore e senza quorum!
    E se tornassi indietro io li rifarei,
    il mio incubo era fare la vita dei miei!
    Si quella vita strizzata in otto ore compressa,
    la sera sei stanco c’hai mal di testa, compressa!
    Fuori onda il direttore dice che ho ragione,
    ma non ci crede, come chi brinda ma poi non beve!
    Non prendere la bufala, che tanto non è bufala, è una bufala,
    è una chance di andartene, frà usala!
    Se riesci sei un genio, se fallisci sei uno zero,
    e se fai quello che fanno gli altri rischi di meno, quindi…

    RIT.
    No non agitarti, resta immobile,
    puoi metterci anni, e guardare il paese che…
    affonda nelle sabbie mobili!
    Si perdi, nelle sabbie mobili!

     

    ——–

     

    Testo Quando Sarò Morto

    Rit (Marracash)

    Sono un sogno contorto
    Se mi abbatti risorgo
    La realtà io riporto
    Marracash zio
    O sei sordo
    Mi riposerò solo quando sarò morto (x4)

    Se la vita è una roulette
    Allora dio è un croupier
    Stress e paillettes
    Perché cash fa altro cash
    Non è per i soldi
    Per me il lusso è un giocattolo
    I soldi servono a non farti rompere il cazzo
    E’ per quell’attimo in cui ti tocco davvero
    Frasi che risaltano come diamanti su velluto nero
    Ragazzi ingrati
    Annoiati
    Stanno impalati ai concerti come se fossero gratis
    Neo nazi alla modo
    Johan Galliano
    Neo nazi in Europa
    Cosa siamo?
    Primavera di Praga
    Autunno inverno Prada
    Dalla rapine alla banca
    Mò ci rapina rag�
    Wild life
    Sopravvivo come Bear Grylls
    Street wear chic
    E’ magia quando hai me al mic
    E vado avanti finché ho fiato
    Finché il sangue è caldo
    Fino a quando il down non supera lo sballo
    Sì!

    Rit (Marracash)

    (Fabri Fibra)

    E la gente normale non capisce e implora
    L’impero del male colpisce ancora
    Per 15 minuti di fama
    Quella grossa quella pesante quella cha sfama
    Questo è il saggio che porto
    Io mi riposerò solo quando sarò morto
    Un messaggio importante come Dante
    Già negli inferi
    Vedo la commedia dei media
    Il culo che si appiccica alla sedia
    E’ l’informazione che ci seda
    La fine del mondo
    Arriva sì, dai
    Ti arriva qualcosa solo se dai
    Lontano a vedere
    Nella mappa le rotte
    Milano da bere
    No, è lei che ti beve,
    Ti stappa e ti inghiotte
    Ogni notte

    Rit (Fabri Fibra)

    Volo via
    Aeroporto
    Vuoi il rap
    Te lo porto
    Pressioni?
    Sopporto
    In banca?
    Importo
    Mi riposerò solo quando sarò morto (x4)

    (Jake La Furia)
    Fondo il mio corpo con il corpo del mic
    Mi muovo anche da morto come il corpo di Mike
    Prepara il passaporto frà ti porto nei guai
    Coi lividi nelle orecchie tipo un colpo di thai
    Lasciate ogni speranza voi che entrate
    L’inferno con le chiese
    Le righe stese
    Il Bel Paese
    Non c’è il secchione con la pupa c’è il vecchione con la puta
    Il pappone, la prostituta
    Ministri con le tette sui giornali
    L’unico Stato con i sextape dei parlamentari
    Più ti sembra fantascienza più è vero
    Crimini sempre tanti
    Colpevoli sempre zero
    Non posso addormentarmi fr�
    L’insonnia mi allontana a letto
    Sto vivendo in una fogna a cielo aperto
    Posare la mia penna fr�
    E’ troppo pericoloso
    Io vivo
    Io scrivo
    E quando muoioi mi riposo

    Rit (Jake La Furia)

    Non dormo mai
    Sconvolto
    La vita mia
    Sul Volto
    Jake La Furia, zio
    E’ un mostro
    Il mondo scoppia
    Sono pronto
    Mi riposerò solo quando sarò morto (x4)

    (Fabri Fibra)
    Non sei tu a far le regole
    Il mondo va avanti
    Come ad un party la gente che grida Eh! Oh! Eh! Oh!

     

    ——-

     

    Testo Né Cura, Né Luogo

    C’è già stato il risorgimento
    Ora ci serve una resurrezione
    La costituzione
    Danneggia la mia costituzione
    Secondo te quanto peso ad occhio e croce?
    Se dimagrisco di me
    Vi resta solo la voce
    Lo so mia madre pensa che mi drogo pesante
    La mia ragazza invece che vado assieme alle altre
    Io nego fr�
    ma c’hanno ragione entrambe
    Sospetto che mi prendano
    Un campione di sangue
    Ma non c’è
    Ma non c’è
    Ma non c’è
    Ma non c’è
    Ma non c’è
    Una cura per l’anima
    Droghe per sfasciarsi
    Per superare i complessi
    E dopo psicofarmaci
    Per rimettere assieme i pezzi
    Metà del tempo a farsela
    E metà a farsela scendere
    Il tempo non lo puoi comprare
    Lo puoi solo vendere
    Crisi dell’occidente
    Dissidente
    Uccidetemi
    Facendolo sembrare un incidente
    Eppure c’è più gente in discoteca che in chiesa
    Se finiamo come in Grecia
    E’ una vera tragedia greca

    Rit
    Vorrei ridarvi i documenti
    E bruciare i miei soldi e miei oggetti
    Perché ho già toccato il fondo
    Me ne andrei se solo ci fosse un posto
    Ma non c’è (x5)
    Una cura per l’anima
    Non c’è (x5)
    Quindi guido la carica
    Alla carica
    Non c’è cura
    Né luogo
    Alla carica
    Quindi resta e combatti

    (Salmo)
    Sono vivo e non mi sono accorto
    La storia insegna che musicalmente fai molti più soldi da morto
    Dovrei crepare a 27 anni come i più grandi
    Lasciare i soldi agli altri e pagargli il conto
    Musica d�
    Musica toglie
    La vita è una troia
    Veniamo al mondo per soddisfarne le voglie
    Aspetto che i fantasmi vengano e mi prendano
    Pensiamo troppo intensamente e gli altri sentono
    Il vuoto tra le mani Dio pensane il genio
    Sognane il poeta
    E dorme tra gli infami
    La mia voce chiama quanto tutto tace
    Lo diceva Abraham
    Evita la fama se vuoi vivere in pace
    Se avessi bling bling avrei un posto fratè
    Ma Dio sta all’ultimo piano e ha le porte blindate
    Salmo nel nome del Padre
    Vita immorale
    Come una madre campa sette figli
    Sette figli non campano una madre
    La pace è solo una parola
    Scrivila
    Passo più tempo a rimpiangerla piuttosto che a viverla.

    Rit.

    (Marracash:)
    Baby ti dico amiamoci
    Non possediamoci
    Non prendiamoci in giro
    Che già tutto il resto è uno schifo
    Ma tu eri di tutti come l’accendino
    E io non vivo
    Ora che ho più scadenze della roba che ho nel frigo
    Nella prossima vita voglio essere uno sportivo
    Così se sono il più bravo
    cazzo è oggettivo
    Il capitalismo mi ha reso competitivo
    Non c’è schiavo più grande di chi pensa di essere libero
    In un mondo in cui la parola non conta niente
    E’ normale annuire ad un altro sapendo che mente
    Indurirsi
    Diventare freddi e taglienti
    L’ambiente opera
    E lascia i ferri dentro i pazienti
    Dov’è questo potere dell’amore
    Se poi è l’amore per il potere che consuma le persone
    Dio non lo vedo
    Vedo spesso Belen Rodriguez
    Forse Dio no
    Però lei è sempre li che sorride

    Rit

    ——

     

    Testo Prova A Prendermi

    Tengo vicini amici e persone care
    Perché senza radici l’albero cade
    Lei è vuota dentro ma bella da guardare
    Un vasetto di caviale senza caviale
    Non sai cos’è la libert�
    Finché non te l’han tolta
    e non sembrava un occasione
    Finché non l’hai colta
    La libertà è non sapere che accadrà domani
    E non c’è niente da temere se non hai programmi
    Sono cresciuto senza spazio e senza intimit�
    Sono a mio agio nello spazio senza gravit�
    No, non sono pazzo è personalit�
    Ogni cosa che faccio
    La lascio a met�
    Nel bilancio tra le delusioni e i tuoi traguardi
    L’insieme vale di più
    Che se sommi le parti
    E’ meglio strare da soli
    Che senza fidarsi
    Ti accorgi quando ti innamori
    frà è come ammalarsi

    Rit. (Entics)

    Fregatene un pò
    Altro dio non ho
    Che la libertà (la libertà, la libertà)
    Prova a prendermi (si)
    Senza redini
    Vivo in libertà (in libertà, in libertà, in libertà)
    Oh oh oh oh
    Per un attimo ho perso me stesso
    oh oh oh oh
    Per un attimo ho perso me stesso
    La mia libert�
    La libertà (x2)
    Oh oh oh oh
    Per un attimo ho perso me stesso
    Oh oh oh oh
    Per un attimo ho perso me stesso
    La mia libert�
    La libertà (x2)

    Mi dicono che deve arrivare da qualche parte
    Come se il viaggio stesso non sia importante
    Se ci sono regole sai che c’è un interesse
    E sai che l’interesse è sempre di chi le ha messe
    Io resto così.. dipendente dalle esperienze
    C’è sempre una vittima prima di un delinquente
    Amami di più quando sai che commetto sbagli
    Guardi il quadro da lontano frà e non vedi i dettagli
    Ma a questo mondo tutto è una contraddizione
    Come questo disco e come le persone
    Una canzone è un’istantanea di stati d’animo
    che ci sorprenderai come tutto cambia in un attimo
    Ero povero di cash e sempre ricco di debiti
    Il mio amore è come il mare
    risente delle maree
    ho visto il business della musica farsi sempre più grande
    e ora non c’è più differenza tra l’alcool e un paio di scarpe

    Rit. (Entics)

    Fregatene un pò
    Altro dio non ho
    Che la libertà (la libertà, la libertà)
    Prova a prendermi (si)
    Senza redini
    Vivo in libertà (in libertà, in libertà, in libertà)
    Oh oh oh oh
    Per un attimo ho perso me stesso
    oh oh oh oh
    Per un attimo ho perso me stesso
    La mia libert�
    La libertà (x2)
    Oh oh oh oh
    Per un attimo ho perso me stesso
    Oh oh oh oh
    Per un attimo ho perso me stesso
    La mia libert�
    La libertà (x2)

     

    ——

     

    Testo Quando Ero Vivo

    Adesso finalmente sanno il mio nome
    In radio gira sempre una mia canzone
    Chissà dov’era tutto questo amore
    Quando soffrivo
    Quand’ero vivo
    Adesso finalmente sanno il mio nome
    Bruciare il santo e fare la processione
    A cosa serve tutto questo onore
    Se non ero un mito
    Quand’ero vivo

    Su dieci che mi amano
    Quattro mi odiano e uno mi sfotte
    Il successo non ti rende più forte
    Mi sono fatto come un cane ieri notte
    Le belle canzoni le scrive chi soffre
    Per dormire ho preso una boccetta intera
    Adesso vedo un poliziotto e una cameriera
    Vedo me stesso morto sul pavimento di questo hotel
    A tre stelle e mezzo dopo un concerto
    Mi giro e sono in conferenza stampa
    Radio e tv presenti in massa
    Anche chi non mi passava una traccia
    Intervistano perfino mia mamma
    Ancora sotto shock
    Che piange come da programma
    Ora la casa discografica investe davvero
    Fa la pubblicità che prima gli chiedevo
    Persino il re che nessuno odia o dice che fingevo
    Sono il cantante più amato del cimitero

    Perché?
    Bella domanda questa
    Un proiettile è l’ultima cosa che mi è passata per la testa
    E’ entrato dalla bocca ed è uscito da un orecchio
    Cioè il processo inverso di quando cantavo un testo
    Non mi è mai piaciuto molto guardarmi allo specchio
    I fans mi amavano più di quanto amassi me stesso
    Depresso
    Scrivevano “ha bisogno di aiuto”
    Se non somigli a nessuno devi avere un disturbo
    Spararsi è come confessarsi
    Ammettere di essere anormali
    Ora perdonatemi tutti i peccati
    Che pena
    Si fingerà mio amico ogni collega
    Gente che da vivo sopportavo a malapena
    Qualcuno c’ha basato un carriera intera
    Se eravate miei amici dov’eravate quella sera?
    E’ strano il destino da divo a divino
    Incido più sul mondo ora
    Che coi dischi che ho inciso

    Adesso non mi fanno male
    Le voci su di me
    Non c’è più niente da guardare
    Soltanto musiche

    Io tutto questo amore non lo sentivo
    Quand’ero vivo
    Io tutto questo amore non lo sentivo
    Quand’ero vivo
    Io tutto questo onore non lo sentivo
    Quand’ero vivo
    Io tutto questo onore non lo sentivo
    Quand’ero vivo

     

    ——-

     

    Testo In Down

    E mi ritrovo senza più un euro in tasca
    O un euro in banca
    In dieci metri di stanza
    50 pollici tv al plasma
    Vita sopra gli standard
    Sono all’asciutto
    Per fortuna mi mancano 17 anni di mutuo
    Mi ritrovo troppo eccentrico
    E il pubblico è estraneo al genere
    Il manager dice “sta roba deve vendere, vendere”
    Che devo consegnare più materiale
    E che vanno bene anche un po’ fatte a cazzo di cane
    Alla René
    Le ho detto il mio rap è divino per molte persone
    Mi ha risposto allora di inventarmi una religione
    D’altronde la Bibbia è stato il primo best seller
    Il segreto zio è non alzare le tapparelle
    Da quando c’è il digitale non vedo più né mtv né la7
    Chi ha detto “non ti sei persone niente”
    Era davvero così fatto
    Non era un effetto scenico
    Anche i vigili dicono sono molto fotogenico

    Rit.

    Oramai che sei qui se ti va rimani
    Metto un film stiamo stravaccati sui divani
    Zero voglia di andare in giro per locali
    Rolla un joint e poi coi discorsi esistenziali
    Andiamo in down (x14)
    Siamo in down (x7)
    E non mi muovo neanche se mi dici “Marty! I Libici!”

    E mi ritrovo con l’insonnia
    Malato di noia
    E’ mia colpa
    E pure ‘sto Paese che insomma toglie la voglia
    Appizzo una jolla
    Lascio il mondo dietro la soglia
    Sogno che scoppia e si torna alla preistoria
    Digli al tipo che ci porta la pizza se già che c’è ci compra le Rizla
    Che m’ha preso un po’ di pigrizia
    Ho fatto il pezzo stupido e piaceva a quelli che prendevo per il culo
    Non c’è futuro [zzziooo]
    Se mi vedi in discoteca
    E’ perché mi stanno pagando
    Il mio punto di partenza di solito è il tuo traguardo

    A scuola ho imparato anche cose molto importanti
    Ma niente di quelle che volevano insegnarmi
    Il senso si inverte Mary Per Caso
    Neri Per Sempre
    Ho come uno stato [coff] di influenza perenne
    Il tg ci avverte che stanno partendo i missili
    Non mi alzo neanche se mi dici “Marty! I libici”!

    Rit.

     

    ——–

     

    Testo Marrageddon

    Baby sai che caschi male,se mi cerchi del grano
    vengo giu con l’astronave e lascio i cerchi nel grano
    quattro cerchi in lega,quattro cerchi stemma dell’auto
    cinque cerchi l’olimpiade oro nel salto in alto
    siamo in cerchio che fumiamo e sono certo di fatto
    che un cerchio alla testa,non fà di me un santo
    sono ri-izzo fabio,zio ne tizio ne caio
    sulla testa è meglio avere una taglia,che quel taglio
    il mio motto è nel dubbio scopala,passami il fodena
    io sono così lirico,che vuoi vedermi all’opera
    tutte le sere,esco super accessoriato
    come di serie,una maserati da modena
    potessi imbottigliare il mio stile,lo venderei al barile
    perchè so che il mondo intero è un business
    io brillo sul petto,tu manco in sala d’aspetto
    chiudo il rap con l’ucchetto e chiudo un cerchio perfetto zio

    Rit x2 Salmo:
    adieu adios addio goodbye
    questo qui è marrageddon
    è la fine,è la fine è la fine è la fine
    adieu adios addio goodbye
    questo qui è marrageddon
    è la fine è la fine è la fine è la fine

    Marra:
    Odi i bassi da 60hrz
    e per questo tremi
    come se dentro avessi 120 problemi
    ogni uomo a 7 tipe,ma io no ciò la fila
    ho sudato 7 camice dimmi mo chi le stira
    la massa è come l’acqua,si adatta e scivola via
    ogni filosofia è falsa,si adatta io scrivo la mia
    sai che rappo con tutti,perchè non temo confronti
    ho scritto testi *** bagnati dei vostri mc mosci

    qui è una truffa per stronzi,
    truffa di bonzi,chi ci presta i soldi zio
    è lo stesso che stampa i soldi
    dico questo solo perchè tu sappia che non hai scampo
    il mondo è cosi brutto che,non so distogliere lo sguardo
    flow elite,faccio speed parternship,qua nintendo sono street
    sono un king senza queen innuendo
    tu vai contro di me aka vai al macello
    perchè marra è un’arma aka marrageddon

    Rit x2 Salmo:
    adieu adios addio goodbye
    questo qui è marrageddon
    è la fine è la fine è la fine è la fine
    adieu adios addio goodbye
    questo qui è marrageddon
    è la fine è la fine è la fine è la fine

    Marra:
    sono fabio raschia oppure fabio truffaut
    vendi la tua spot perdi in partenza fra come volt
    sai che la sbatto come un bicchiere dopo uno shot
    a gambe in alto come chi sviene dopo uno shot
    sulla strada come keruak? senza tregua
    e a te non ti ho mai visto come una giustizia equa
    mio padre bestemmia e non lo fa per offenderla
    del resto chi crede,con chi dovrebbe prendersela
    Chiudo le mie paranoie dentro una cartina
    andrò in inferno o in prigione dipende chi arriva prima
    Chiudo le mie paranoie dentro una cartina
    andrò in inferno o in prigione dipende chi arriva prima

    —–

    Testo Fotoromanzo

    (Anche tu)
    Sei sparita da un mese ormai
    E che ne sai di quello che ho in testa e dei miei guai
    Ogni tanto ci penso, chissà che fai
    Se stai meglio adesso o c’hai dei guai
    (Anche tu)
    Ed è un mese che faccio tardi
    E mi riempio la vita per non pensarci
    E gli altri che ne sanno di ciò che ho dentro
    Il cell è spento e non vuoi distrarti
    (Anche tu)
    Chissà se anche tu
    Ora odi questa città e non ne puoi più
    E ti senti sola mentre guardi la tv
    E ti svegli sola e il groppo in gola non va giù
    Ed è proprio come quando scazzavamo
    Con tu che chiudevi in faccia e non ti richiamavo
    Ogni volta era finita finché ci passavi sopra
    Finché ci passavo sopra fino alla prossima volta
    Ma ora…

    Rit.

    Ti telefono o no? [no](x2)
    Io non cedo per primo
    Io no io no hai capito no!
    Fai andare quel dito mo’
    Dito mo’
    Mi telefoni o no?[Dai] (x2)
    Chissà chi vincerà?
    Chissà chissà questa volta chi sa chi sa come finirà [finirà]

    Ed è un mese che non mi chiami
    E non vai nei club dove sai che puoi incontrarmi
    Ed io do pugni alle pareti invece di darli a quelli che da sempre vogliono scoparti
    Bastardi!
    Finalmente libera,

    Io le ho tutte attorno come i divi al cinema
    Però quando chiudo gli occhi e sogno tu sei la
    E mi sento solo con la mia libertà
    (Anche tu)
    Fotoromanzo di periferia
    Ora insieme a te ho perso la mia fantasia
    E non trovo parole nuove
    Non so che droghe usare
    Per curarmi da ‘sta malattia
    (Anche tu)
    C’è dell’orgoglio sotto
    L’armatura
    Ci rimani sotto
    A chiederti se è colpa tua
    A chi è stato bastardo
    A chi è stato testardo
    E a chi stavi pensando
    Fissando
    Quella cornetta

    Rit.

    Ti telefono o no? [no](x2)
    Io non cedo per primo
    Io no io no hai capito no!
    Fai andare quel dito mo’
    Dito mo’
    Mi telefoni o no?[Dai] (x2)
    Chissà chi vincerà?
    Chissà chissà questa volta chi sa chi sa come finirà [finirà]

     

    Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

    No Comments
    Story Page

    Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi