Samantha Cristoforetti a bordo dell’Iss, la prima donna astronauta italiana in orbita
  • close
    Breaking news

    La Profezia di Celestino è un romanzo di James Redfield del 1993. Un racconto ...read more Ben Harper & The Innocent Criminals – Ben Harper in concerto a Taormi...read more OP:OP -Un dj/producer house e un batterista rock fusi in un viaggio ritmico...read more Paolo Nutini, Teatro greco di Taormina (27 luglio 2022). L’ultima tappa e...read more Ipermatch, la prima app italiana dedicata al fantacalcio degli NFT, sbarca nel ...read more Si alza il sipario su FIFA 23. Il nuovo trailer conferma la data di uscita del ...read more “Lo Chiamavano Trinità”, uno dei classici per eccellenza del cinem...read more Il 26 ottobre, i Muse saranno in concerto all’Alcatraz di Milano. ...read more Manca una settimana all’attesissimo concerto di Vasco Rossi a Messina. ...read more Social Distortion live al Carroponte, Sesto San Giovanni (Milano). Special Gues...read more

    Samantha Cristoforetti a bordo dell’Iss, la prima donna astronauta italiana in orbita

    Samantha CristoforettiÈ iniziata con un sorriso radioso l’avventura spaziale di Samantha Cristoforetti, arrivata questa mattina alle 3,45 sulla Stazione Spaziale Internazionale. La prima astronauta donna italiana è stata anche la prima a varcare il portellone e a entrare nella Iss, precedendo i suoi compagni di volo, il comandante russo Anton Shkaplerov e lo statunitense Terry Virtis. Visibilmente felice e sorridente, Samantha è entrata nella Stazione spaziale accolta dall’abbraccio dei suoi colleghi dopo aver viaggiato per sei ore sulla Soyuz TMA – 15M che l’ha portata nello spazio.

    La missione Futura ha così ufficialmente preso il via, dopo il lancio perfetto avvenuto ieri alle 22,01 ( ora italiana) dal cosmodromo di Bajkonour, nel Kazakistan, luogo mitico per ogni astronauta, da cui è partito Jurij Gagarin, il primo uomo a volare nello spazio nel 1961. È dunque partita la missione Futura, la seconda missione di lunga durata dell’Agenzia Spaziale Italiana, che vedrà protagonista AstroSamantha, il nome della Cristoforetti su Twitter. Trentasette anni, milanese, ingegnere, astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea, Samantha è anche capitano pilota dell’Aeronautica Militare.

    «Mi dispiace, sono fuori dal pianeta per un po’»
    «Mi dispiace, sono fuori dal pianeta per un po’». È la risposta automatica che da ieri si riceve dalla posta elettronica di Samantha Cristoforetti, la prima donna italiana a superare i confini della terra. «Vado nello spazio con tutta me stessa, con tutto quello che sono e di cui ho fatto esperienza, e porto certamente con me ogni persona che ho incontrato».

    Il ministro Giannini: «Grande emozione»
    La partenza della prima donna italiana astronauta «è una grande emozione», ha detto il ministro dell’Istruzione Stefania Giannini dalla sede dell’Agenzia spaziale italiana (Asi) di Tor Vergata, alle porte di Roma, dove in tantissimi hanno seguito il lancio della missione Futura. «È il risultato della grande attività esercitata dall’Italia in campo spaziale, che ha portato il nostro Paese ad avere un ruolo di leadership in questo settore».

    Battiston (Asi): italiana nello spazio è gioia doppia
    «Un’italiana nello spazio è una gioia doppia, è un simbolo per l’Italia, un’Italia che vince e un’Italia che si fa valere», è stato il primo commento del presidente dell’Asi, Roberto Battiston. «Penso che il fatto che Samantha sia un’altra delle donne italiane vincenti a livello internazionale sia un grande messaggio per questa nazione: noi sappiamo primeggiare e competere quando ci sono le possibilità di farlo, e le donne italiane sono fra le prime al mondo».

    Fonte: ilsole24ore.com

    Tag:, , ,

    No Comments
    Story Page

    Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi