Rewind - Epicentro Romano 4 in digital download
  • close
    Breaking news

    Un nuovo report di Kotaku fa filtrare un’interessante indiscrezione: Hang...read more Bloodborne potrebbe finalmente tornare. “Non abbiamo ancora visto tutto&#...read more Inaugurata poche sere fa a Milano la sesta replica di Balkanica, la mostra fot...read more THE WHITE BUFFALO sarà finalmente dal vivo in data unica nel nostro Paese il ...read more Coachella Valley Music and Arts Festival 2022. Decine di artisti si esibiranno ...read more “Unlimited Love” è il dodicesimo album in studio del gruppo musica...read more Patrizia Bonetti dice addio all’Isola dei Famosi: è ufficiale. La 26enne mo...read more FIFA 23 – EA Sports e FIFA si diranno addio, una delle più iconiche coll...read more Da lunedì 21 marzo, Michelle Hunziker tornerà alla conduzione di Striscia La ...read more Rivoluzione nel palinsesto Rai a causa degli ascolti sotto le aspettative, la f...read more

    Rewind – Epicentro Romano 4, da venerdì 27 marzo in digital download

    Rewind - Epicentro Romano 4

    Rewind – Epicentro Romano 4 è il titolo della quarta edizione della storica compilation di brani inediti dedicata all’Hip-Hop Romano e a Primo Brown, disponibile da venerdì 27 marzo in tutte le piattaforme digitali pubblicata da Antibemusic con la collaborazione di Drago Publisher.

    Il progetto nasce dalla volontà dei due produttori Wiskbeatz e JP Balboa, che dalla scomparsa di Primo decidono di riattivare le collaborazioni con gli artisti capitolini che hanno fatto la storia di questa cultura in Italia. In poche settimane vengono realizzate circa venti strumentali, dove per ricreare quel sound caratteristico Wiskbeatz si avvale di un’applicazione dell’Akai che emula i famigerati campionatori dei 90s, mentre JP Balboa sviluppa le sue composizioni usando proprio un software dell’epoca.

    Un disco con la produzione esecutiva di Claudio Donato che si pone come la spontanea celebrazione degli Anni ’90, il decennio tanto in voga e che ha sancito l’avvento e lo sviluppo della cultura Hip-Hop in Italia. Partendo dal boombap fino alle sonorità più digitali della south, in Rewind veterani e artisti emergenti esprimono contenuti di spessore ciascuno attraverso il proprio stile caratteristico.

    Il disco è un omaggio all’old school, dove i campioni sono sequenziati alla vecchia maniera e i due produttori hanno voluto fare un metaforico e suggestivo salto nel tempo, senza lasciare spazio alle concessioni.

    Nell’album compaiono nomi storici come Danno (Colle Der Fomento), Il Turco (Gente de Borgata), Amir Issaa, Supremo 73 (Rome Zoo), Gast, Mystic One e Chicoria (TruceKlan), Lucci e Hube (Brokenspeakers), Brusco, Chef Ragoo, Esa, lo stesso Primo Brown e tantissimi altri rappresentanti della scena Hip-Hop romana e nazionale appartenenti a varie generazioni. Nella tracklist, infatti, compaiono anche White Boy, William Pascal, Delgado, Sace, Suarez, Rak, Diamante, Kento, Deal Pacino, diversi anche i DJ che hanno dato il loro contributo, nei ritornelli ricordiamo DJ Baro, DJ Stile, DJ Dibba, DJ Snifta e DJ Fuzzten. Partecipano inoltre con gli skit, ossia interventi tramite vocali telefonici che riportano l’ascoltatore a una consuetudine tipicamente 90s, sottolineando così l’atmosfera che pervade tutto Rewind, Piotta, Squarta, Noyz Narcos, Masito e G-Max.

    La release è accompagnata dal videoclip della traccia Hurt, prodotta da JP Balboa per Il Turco.

    Tag:, ,

    No Comments
    Story Page

    Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi