Raphael Gualazzi – Senza Ritegno (testo)
  • close
    Breaking news

    “Lo Chiamavano Trinità”, uno dei classici per eccellenza del cinem...read more Il 26 ottobre, i Muse saranno in concerto all’Alcatraz di Milano. ...read more Manca una settimana all’attesissimo concerto di Vasco Rossi a Messina. ...read more Social Distortion live al Carroponte, Sesto San Giovanni (Milano). Special Gues...read more È partita una campagna di autofinanziamento dal basso, che ha lo scopo di recu...read more Un nuovo report di Kotaku fa filtrare un’interessante indiscrezione: Hang...read more Bloodborne potrebbe finalmente tornare. “Non abbiamo ancora visto tutto&#...read more Inaugurata poche sere fa a Milano la sesta replica di Balkanica, la mostra fot...read more THE WHITE BUFFALO sarà finalmente dal vivo in data unica nel nostro Paese il ...read more Coachella Valley Music and Arts Festival 2022. Decine di artisti si esibiranno ...read more

    Raphael Gualazzi – Senza Ritegno (testo)

    FestivalDiSanremo

    Ti guardo e non puoi tentarmi
    dipinta di un’immagine che non apprezzerò
    se parli non puoi ascoltarmi
    la magra educazione che diffondi fuggirò
    le mani non puoi scottarti
    la fiamma si fa labile nell’insensibile
    mi guardi e non vuoi pensarci
    ma sei solo un disegno se non puoi
    decidere

    e vorrai
    e vorrai
    e vorrai
    vorrai…

    E vorrai ridere chiedendo delucidazioni
    ma fuori , a piede libero, ne abbiamo
    milioni
    ti sparo nelle gambe e divento cristiano
    dopotutto non è male se mi sento più’
    umano

    Ricordati le favole che hai già vissuto
    la pace vulnerabile di ogni minuto
    che vivere e ridere, non è abbastanza
    mentre imbianco l’uomo nero, tu prendi
    coscienza!

    Ed ora
    ora sai
    hai visto coi tuoi occhi
    e pianto con i miei
    non c’è vergogna se non quella di una
    cieca
    acquiescenza per viltà, per viltà
    ma lascia che sia più tardi
    l’inutile lamento che non costruisce
    mai
    portami nei miei sbagli
    che mai ne avrò bisogno
    come in questo vivere

    Qui non si tratta di una libera denigrazione
    ma di rendersi partecipi di ogni ragione
    per vivere, ridere, decidere e sognare
    e mi ricordo quella volta che volevo
    volare
    e non aspetto le tue regole neanche
    un
    minuto
    propongo i sogni liberi di chi ti ha
    creduto
    leggere e scrivere non è abbastanza
    mentre sbianca l’uomo nero tu prendi
    coscienza
    na-na-na-na-na…

    Tag:, , , ,

    No Comments
    Story Page

    Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi