Pula+ in controtendenza: “Non sono niente e nessuno”
  • close
    Breaking news

    “Lo Chiamavano Trinità”, uno dei classici per eccellenza del cinem...read more Il 26 ottobre, i Muse saranno in concerto all’Alcatraz di Milano. ...read more Manca una settimana all’attesissimo concerto di Vasco Rossi a Messina. ...read more Social Distortion live al Carroponte, Sesto San Giovanni (Milano). Special Gues...read more È partita una campagna di autofinanziamento dal basso, che ha lo scopo di recu...read more Un nuovo report di Kotaku fa filtrare un’interessante indiscrezione: Hang...read more Bloodborne potrebbe finalmente tornare. “Non abbiamo ancora visto tutto&#...read more Inaugurata poche sere fa a Milano la sesta replica di Balkanica, la mostra fot...read more THE WHITE BUFFALO sarà finalmente dal vivo in data unica nel nostro Paese il ...read more Coachella Valley Music and Arts Festival 2022. Decine di artisti si esibiranno ...read more

    Pula+ in controtendenza: “Non sono niente e nessuno”

    Non me ne frega niente, perché io non sono niente e soprattutto perché io non sono nessuno“. È questo il ritornello della title track, che sembra già chiarire il pensiero di Pula+. Nell’album, tutti vengono definiti “niente e nessuno”. Persino Dio, con il quale dialoga simpaticamente al telefono nell’intro del disco. La cosa più interessante è senza dubbio che – come appunto espresso nella frase appena citata ,- in un momento in cui il rap italiano e pieno zeppo di brani autocelebrativi, Pula+ si contrappone a questa tendenza autodefinendosi “niente e nessuno”.

     La tracklist ne ha per tutti i gusti. Dalle tracce con le tematiche più serie (Un’altra canzone d’amore, Briciole), ai pezzi meno impegnati (I tre colori, Buttafuori), a quelle più intime (Uomini a metà), fino a quelle da “pompare” (Discopunk). Pula+ dimostra anche di non prendersi troppo sul serio, inserendo uno skit registrato dalla sua ragazza a insaputa dello stesso che ci mostra com’è il rapper torinese al di fuori dello studio di registrazione, con tutte le sue paure. Il fine ultimo del disco in questione, in effetti, è proprio quello di raccontare Pula+ anzitutto come uomo prima ancora che come artista, e l’uso intelligente di una spiccata autoironia – che sia rendere pubblica la registrazione o espressa in diverse rime nei vari brani – contribuisce a questo scopo.

    Le basi sono state firmate da Luda, Squarta, Nais, Deleterio, Bosca, Tyrelli, Rex. In molte tracce sono presenti chitarre e strumenti suonati in parte dallo stesso Pula+.
    Featuring, numerosi e di spessore: Fabri Fibra (suo estimatore da tempo), Danti (Two Fingerz), Primo (Cor Veleno), Levante, Dj Tsura.

    Di niente e di nessuno è uno degli album che non può mancare nella vostra collezione musicale. Un album eclettico, dove l’artista si mette a nudo raccontando molto di sé e dimostrando di non temere affatto le critiche. Non gliene frega niente, di niente e di nessuno.

    Tag:, , , , , , , ,

    No Comments
    Story Page

    Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi