Parov Stelar: dietro l’house un oceano d’influenze
  • close
    Breaking news

    Vasco Live 2023 – Vasco Rossi tornerà ad esibirsi dal vivo nell’es...read more The Car è il settimo album in studio del gruppo rock inglese Arctic Monkeys, p...read more I Blink-182 hanno annunciato il loro ritorno in formazione originale con un nuo...read more Marvel Studios ha diffuso il trailer finale di Black Panther: Wakanda Forever, ...read more Quella di ieri sera a Roma è stata la seconda data italiana del tour degli Ope...read more The Last Of Us sarà trasmessa in Italia in contemporanea con gli Stati Uniti. ...read more Wanna, la nuova docu-serie originale italiana di Netflix è dedicata a Wanna Ma...read more Anastacia torna in Italia in occasione dei 22 anni di carriera con un nuovo to...read more Ultim’ora da Twitch: dal 18 ottobre non si potrà più streammare gioco d...read more Adam Levine, il frontman dei Maroon 5, è accusato dall’influencer Sumner...read more

    Parov Stelar: dietro l’house un oceano d’influenze

     

    Vi parlo da profana della cosiddetta musica house (sono rimasta ancora alla dance anni ?90, non vogliatemene). MA, come avviene sempre di scoprire nuovi suoni e sensazioni ad essi legati, qualcuno mi ha proposto quest’uomo dal nome spaziale, Parov Stelar, pseudonimo di Marcus Füreder. <<Ascolta a Night in Torino [email protected] Club..non te ne pentirai.>>, mi dissse un amico.

    Morale della favola? Non me ne sono pentita. Anzi. Un’esplosione di Jazz, Swing e, perché no, Funk. Un live spettacolare, quello di A Night In Torino. Sensazionale. Tutta la musica che avreste voluto ascoltare in discoteca, ce l’avete lì. Ritmi travolgenti che non prescindono però dalla caparbia, accuratezza e finezza musicale. Melodie di Sax su tappeti infiniti di drums&bass. Una musica “per caricarvi”, ma non solo.

    La saggezza ed esperienza di Parov Stelar si vedono nei suoi pezzi a mio giudizio più intimistici come “Powder”, “Autumn Song”, “Dark Jazz”. Si tratta di viaggi introspettivi, adatti a quei momenti in cui sentiamo il bisogo di riflettere, di risolvere piccole o grandi (a seconda della sensibilità di ciascuno) questioni interiori.

    Album consigliati: “Spygame”, “Shine”, “Seven and Storm”

    Canzone da ascoltare subito: “Get up on your feet”, ovviamente versione tratta dal Live sopraccitato.

    Buon Shake!






    Entra in Atom Heart Cafè!

    Ogni sabato mattina alle 10.00 riceverai la nostra newsletter con le notizie più interessanti della settimana!

    Ti aspettiamo per un caffè insieme!


    Non inviamo spam! Riceverai una sola mail a settimana!
    Cookie policy.

    Tag:, , ,

    No Comments
    Story Page