L’insostenibile leggerezza dell’essere, di Milan Kundera – Holden Café #3
  • close
    Breaking news

    “Lo Chiamavano Trinità”, uno dei classici per eccellenza del cinem...read more Il 26 ottobre, i Muse saranno in concerto all’Alcatraz di Milano. ...read more Manca una settimana all’attesissimo concerto di Vasco Rossi a Messina. ...read more Social Distortion live al Carroponte, Sesto San Giovanni (Milano). Special Gues...read more È partita una campagna di autofinanziamento dal basso, che ha lo scopo di recu...read more Un nuovo report di Kotaku fa filtrare un’interessante indiscrezione: Hang...read more Bloodborne potrebbe finalmente tornare. “Non abbiamo ancora visto tutto&#...read more Inaugurata poche sere fa a Milano la sesta replica di Balkanica, la mostra fot...read more THE WHITE BUFFALO sarà finalmente dal vivo in data unica nel nostro Paese il ...read more Coachella Valley Music and Arts Festival 2022. Decine di artisti si esibiranno ...read more

    L’insostenibile leggerezza dell’essere, di Milan Kundera – Holden Café #3

    Milan Kundera - L'insostenibile leggerezza dell'essere

    L’insostenibile leggerezza dell’essere (Nesnesitelná lehkost bytí) è un romanzo di Milan Kundera scritto nel 1982 e pubblicato per la prima volta in Francia nel 1984.

    Milan Kundera - L'insostenibile leggerezza dell'essere

    Milan Kundera – L’insostenibile leggerezza dell’essere – Holden Cafè – Tutti I Libri Che Dici Di Aver Letto

    “Il libro che dici di aver letto“ per eccellenza.

    Concepito come una composizione musicale, con variazioni sui temi dell’amore – erotismo, sentimento, tradimenti, sogni, illusioni – e della storia, questo iconico romanzo ruota attorno a due coppie contrastanti di personaggi.

    Personaggi che sono, in verità autobiografici e che danno voce, di volta in volta, ai pensieri e alle riflessioni di Kundera.

    Anche lo sfondo del romanzo, la Praga degli anni successivi all’invasione russa, è il palcoscenico sul quale l’autore ha recitato fino al momento dell’esilio a Parigi, e ciò conferisce spessore storico al racconto.

    Intrecciando molteplici motivi, – storici, filosofici, esistenziali, politici ed emotivi – Kundera pone tuttavia il nucleo del suo raccontare nell’assioma parmenideo (negato poi da Nietzsche) secondo cui, la pesantezza dell’essere, ovvero l’impegno morale e sentimentale, è terribile, mentre la leggerezza, ovvero l’idea della vita come ombra effimera e sfuggente, è meravigliosa.

    L’opera vuole essere la dimostrazione di questo assioma, ma finisce, con stupore nostro e dell’autore, per attestare l’esatto contrario, perché anche la leggerezza si rivela, in fine, insostenibile.

    Acquistalo su Amazon.

    “Il suo romanzo ci dimostra come nella vita tutto quello che scegliamo e apprezziamo come leggero non tarda a rivelare il proprio peso insostenibile. Forse solo la vivacità e la mobilità dell’intelligenza sfuggono a questa condanna: le qualità con cui è scritto il romanzo, che appartengono a un altro universo da quello del vivere”

    Italo Calvino

    No Comments
    Story Page

    Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi