«In disaccordo con la decisione di rimandare i marò in India» - Il ministro Terzi si dimette
  • close
    Breaking news

    “Lo Chiamavano Trinità”, uno dei classici per eccellenza del cinem...read more Il 26 ottobre, i Muse saranno in concerto all’Alcatraz di Milano. ...read more Manca una settimana all’attesissimo concerto di Vasco Rossi a Messina. ...read more Social Distortion live al Carroponte, Sesto San Giovanni (Milano). Special Gues...read more È partita una campagna di autofinanziamento dal basso, che ha lo scopo di recu...read more Un nuovo report di Kotaku fa filtrare un’interessante indiscrezione: Hang...read more Bloodborne potrebbe finalmente tornare. “Non abbiamo ancora visto tutto&#...read more Inaugurata poche sere fa a Milano la sesta replica di Balkanica, la mostra fot...read more THE WHITE BUFFALO sarà finalmente dal vivo in data unica nel nostro Paese il ...read more Coachella Valley Music and Arts Festival 2022. Decine di artisti si esibiranno ...read more

    «In disaccordo con la decisione di rimandare i marò in India» – Il ministro Terzi si dimette

    foto_ministro

    «Mi dimetto in disaccordo con la decisione di rimandare i marò in India. Le riserve da me espresse non hanno prodotto alcun effetto e la decisione è stata un’altra» queste le parole ufficiali del Ministro degli Esteri, Giulio Terzi che dopo una riunione con Monti ha deciso di dimettersi dalla carica di Ministro. Lo stesso premier è stato convocato da Napolitano e poi atteso alla camera. Laura Boldrini, neo presidente della Camera, ha commentato: «Chiederò al presidente Monti di riferire sulle dimissioni del Ministro Terzi il prima possibile»

    Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, si è detto sconcertato e stupito da questa decisione improvvisa e poco aspettata. Napolitano ha poi firmato il decreto di accettazione delle dimissioni dell’ambasciatore Terzi.

    Il commento integrale del ministro Terzi«La decisione di anticipare le mie dimissioni in occasione dell’audizione alla Camera dei Deputati si è consolidata proprio dopo la riunione con il presidente del Consiglio Mario Monti e il ministro della Difesa, terminata a Palazzo Chigi alle ore 13 per la predisposizione del testo da presentare all’audizione parlamentare». Lo dichiara Giulio Terzi che aggiunge: «In tale riunione ho espresso nuovamente le mie riserve, riprendendo i punti formulati al presidente del Consiglio nel tardo pomeriggio del 21, appena prima della partenza dei due marò per l’India».

    Il ministro ha poi aggiunto dei particolari proprio sul ritorno del marò in India: «Sul rientro dei marò in India la mia voce è rimasta inascoltata» – ha poi aggiunto «Mi dimetto perché per 40 anni ho ritenuto e ritengo oggi in maniera ancora più forte che vada salvaguardata l’onorabilità del Paese, delle forze armate e della diplomazia italiana. Mi dimetto perché solidale con i nostri due marò e con le loro famiglie».

    Un vero e proprio calderone mi verrebbe da dire, allo stesso tempo aggiungo una piccola domanda al termine di questo articolo informativo: se il ministro degli Esteri era in disaccordo sul rientro in India, chi ha deciso di riportarli lì? Tutta questione politica oppure c’è altro di mezzo?  Sono sicuro di una cosa: la verità non verrà mai a galla e le dimissioni di Terzi sono probabilmente sintomo di poca unione tra Governo e Presidenza della Repubblica.

    Tag:, , ,

    No Comments
    Story Page

    Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi