Governo, Letta ha sciolto la riserva: ecco i 21 ministri
  • close
    Breaking news

    “Lo Chiamavano Trinità”, uno dei classici per eccellenza del cinem...read more Il 26 ottobre, i Muse saranno in concerto all’Alcatraz di Milano. ...read more Manca una settimana all’attesissimo concerto di Vasco Rossi a Messina. ...read more Social Distortion live al Carroponte, Sesto San Giovanni (Milano). Special Gues...read more È partita una campagna di autofinanziamento dal basso, che ha lo scopo di recu...read more Un nuovo report di Kotaku fa filtrare un’interessante indiscrezione: Hang...read more Bloodborne potrebbe finalmente tornare. “Non abbiamo ancora visto tutto&#...read more Inaugurata poche sere fa a Milano la sesta replica di Balkanica, la mostra fot...read more THE WHITE BUFFALO sarà finalmente dal vivo in data unica nel nostro Paese il ...read more Coachella Valley Music and Arts Festival 2022. Decine di artisti si esibiranno ...read more

    Governo, Letta ha sciolto la riserva: ecco i 21 ministri

    Alfano all’Interno e vicepremier. Saccomanni all’economia, Cancellieri giustizia, Bonino agli Esteri, Mauro alla Difesa

    enrico_letta_lista_ministri_645

    Dopo le lunghe trattative degli ultimi giorni, è ufficialmente nato il nuovo Governo. L’annuncio è arrivato da parte del segretario generale del Quirinale, Donato Marra: “Il presidente incaricato ha sciolto la riserva“. In sala stampa, qualche minuto dopo, è arrivato il neopremier Enrico Letta che ha presentato la sua squadra formata da 21 ministri:

    Al ministero dell’Interno: Angelino Alfano, che sarà anche Vicepremier.
    All’Economia: Fabrizio Saccomanni, finora direttore generale di Bankitalia.
    Agli Esteri: Emma Bonino.
    Alla Difesa: Mario Mauro.
    Alla Giustizia: Annamaria Cancellieri.
    Agli Affari Eu:ropei: Enzo Moavero.
    Agli Affari Regionali: Graziano Delrio (Pd), attuale presidente dell’Anci.
    Alle Infrastrutture: Maurizio Lupi.
    Al Lavoro: Enrico Giovannini.
    Alla Coesione territoriale: Carlo Trigilia.
    Ai Rapporti con il Parlamento: Dario Franceschini.
    Alle Pari opportunità: Iosefa Idem.
    Alla Semplificazione: Giampiero D’Alia.
    Allo Sviluppo Economico: Zanonato.
    Alle Politiche agricole: Nunzia De Girolamo.
    All’Università e ricerca: Mariachiara Carrozza.
    Alla Salute: Beatrice Lorenzin.
    Agli Affari Costituzionali: Gaetano Quagliariello.
    All’ambiente: Andrea Orlando.
    All’Integrazione: Cecile Kyenge (primo ministro di colore della storia della Repubblica Italiana).
    Ai Beni Culturali: Massimo Bray.

    Tra i 21 ministri, nove vanno al Pd, cinque al Pdl, tre a Scelta civica. Di questi, ben sette sono donne. “Sono soddisfatto per la squadra che siamo riusciti a comporre – ha detto Enrico Letta – per il record della presenza femminile e per il ringiovanimento della compagine“. Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, che nelle ore scorse è stato constantemente a dialogo con Enrico Letta, ha dichiarato: “Il presidente incaricato Enrico Letta è stato l’artefice della nascita di questo governo, io solo ho assecondato il suo sforzo. Da questo esecutivo arrivano novità, freschezza e competenza. Ora auspico la massima coesione. Non c’è bisogno di alcuna formula speciale per definire questo governo: è un governo politico, formato nella cornice istituzionale e secondo la prassi della nostra Costituzione e della nostra cultura parlamentare“.

    Tag:, , , , , , ,

    No Comments
    Story Page

    Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi