Glee accusata di plagio
  • Print
  • close
    Breaking news

    “Lo Chiamavano Trinità”, uno dei classici per eccellenza del cinem...read more Il 26 ottobre, i Muse saranno in concerto all’Alcatraz di Milano. ...read more Manca una settimana all’attesissimo concerto di Vasco Rossi a Messina. ...read more Social Distortion live al Carroponte, Sesto San Giovanni (Milano). Special Gues...read more È partita una campagna di autofinanziamento dal basso, che ha lo scopo di recu...read more Un nuovo report di Kotaku fa filtrare un’interessante indiscrezione: Hang...read more Bloodborne potrebbe finalmente tornare. “Non abbiamo ancora visto tutto&#...read more Inaugurata poche sere fa a Milano la sesta replica di Balkanica, la mostra fot...read more THE WHITE BUFFALO sarà finalmente dal vivo in data unica nel nostro Paese il ...read more Coachella Valley Music and Arts Festival 2022. Decine di artisti si esibiranno ...read more

    Glee accusata di plagio

    glee-season-4-poster La famosa serie televisiva della Fox è finita nei guai dopo essere stata accusata di aver utilizzato la cover acustica di Baby Got Back (originariamente interpretata dal rapper Sir Mix-a-Lot) del musicista americano Jonathan Coulton, senza chiedere alcun permesso. È stato lo stesso Coulton a denunciare il fattaccio su Twitter quando il pezzo è stato rilasciato su iTunes.

     

     

    In effetti, la versione di Glee – cantata da un nuovo personaggio nell’undicesimo episodio della quarta stagione, che negli USA andrà in onda giovedì prossimo – è una copia identica di quella di Coulton. Stesso arrangiamento, ma non solo: il musicista fa notare che hanno addirittura lasciato intatta una parte del testo che lui stesso aveva modificato per inserire il suo nome.

     

    Non è ancora stata rilasciata nessuna dichiarazione ufficiale né da parte della Fox né dai produttori della serie, ma il singolo è stato ritirato dallo store di iTunes e sul sito ufficiale non se ne fa alcuna menzione, mentre Coulton sta già pensando di passare alle vie legali.

    Qui di seguito potete ascoltare le due versioni della cover.

    http://youtu.be/Yww4BLjReEk 

    Vi terremo aggiornati sui risvolti di questa complicata faccenda, che per la serie televisiva americana, già in crisi d’ascolti e al centro di molte polemiche, rappresenta un caso di pessima pubblicità.

    AGGIORNAMENTO: l’episodio con il brano incriminato è andato in onda (potete vedere la performance qui), e la Fox continua a sostenere che non ci sia stato alcun furto di proprietà intellettuale. Coulton, dal suo canto, aveva detto alla rete televisiva che se fosse stato solamente citato come autore della cover nei credits dell’episodio, avrebbe rinunciato ad ogni pretesa di pagamento per i diritti. Si è visto rispondere – scrive nel suo blog – che la Fox ha parlato con i suoi legali e che non ci sono gli estremi per una denuncia per plagio (ovviamente, il fatto che il brano sia a sua volta una cover non aiuta affatto), e che anzi dovrebbe essere contento per la visibilità che sta ottenendo grazie a loro.

    Insomma, in questa faccenda sembra regnare l’arroganza del più forte, ma stavolta il più debole ha dietro la Rete, con migliaia di fan (e soprattutto ex-fan) della serie televisiva che si stanno mobilitando perché sia fatta giustizia su questa brutta storia.

    Tag:, , , , ,

    No Comments
    Story Page

    Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi