Euro 2016 – Rendez-vous col Delirio, day #10: Pogba si sveglia, un De Biasi leggendario adesso spera
  • close
    Breaking news

    Un nuovo report di Kotaku fa filtrare un’interessante indiscrezione: Hang...read more Bloodborne potrebbe finalmente tornare. “Non abbiamo ancora visto tutto&#...read more Inaugurata poche sere fa a Milano la sesta replica di Balkanica, la mostra fot...read more THE WHITE BUFFALO sarà finalmente dal vivo in data unica nel nostro Paese il ...read more Coachella Valley Music and Arts Festival 2022. Decine di artisti si esibiranno ...read more “Unlimited Love” è il dodicesimo album in studio del gruppo musica...read more Patrizia Bonetti dice addio all’Isola dei Famosi: è ufficiale. La 26enne mo...read more FIFA 23 – EA Sports e FIFA si diranno addio, una delle più iconiche coll...read more Da lunedì 21 marzo, Michelle Hunziker tornerà alla conduzione di Striscia La ...read more Rivoluzione nel palinsesto Rai a causa degli ascolti sotto le aspettative, la f...read more

    Euro 2016 – Rendez-vous col Delirio, day #10: Pogba si sveglia, un De Biasi leggendario adesso spera

    Nella decima giornata di Euro 2016 vince la noia. Ah, anche l’Albania (ed è gioia).

    Andiamo con ordine (o qualcosa di simile, tanto erano in contemporanea: quindi sticazzi).

    euro2016

    Francia – Svizzera 0-0

    Francia e Svizzera non si fanno del male e pareggiano a reti bianche. Qualche squillo, arriva però da Pogba. Troppo criticato nelle prime due uscite, è entrato in campo determinato a dimostrare di essere in grado di fare la differenza. Due volte Sommer e una la traversa gli hanno però ostacolato la strada. Se si è svegliato sul serio, dagli ottavi in poi – con lui e l’esteta Payet in campo (ah, a proposito, il Musagete è entrato e due secondi dopo ha preso una traversa epica: sempre sia lodato) – ne vedremo delle belle.

    Romania – Albania 0-1

    Romania e Albania, invece, si fanno del male. A vincere è la nazionale guidata da De Biasi con un un gol di Sadiku al 43esimo (Tatarusanu rivedibile, uscita un po’ così). Vittoria storica per due motivi: quello di Sadiku è il primo gol di sempre degli albanesi in un Europeo e la vittoria che ne è derivata è anch’essa la prima di sempre dell’Albania nella medesima competizione. La storia potrebbe farsi da parte ancora una volta nel caso di ottavi di finale. È difficile che l’Albania ci arrivi tra le migliori terze, ma non impossibile. Le combinazioni sono diverse, ma quella più realizzabile ci riguarda da vicino: potrebbe infatti bastare la vittoria dell’Italia contro l’Irlanda e – contemporaneamente – il pari di Ibrahimovic contro il Belgio. Difficile, ma – come detto – non impossibile. Le altre combinazioni sono spiegate ottimamente dalla Gazzetta, qualora vi andasse di dare un’occhiata e tifare per De Biasi, a cui vanno fatti i complimenti per il lavoro svolto fin qui a prescindere da una qualificazione che avrebbe del leggendario.

    Appuntamento, come sempre, a domani.
    Affectueusement.

    Tag:, , , , , , , , , ,

    No Comments
    Story Page

    Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi