“E la chiamavano estate” tra fischi, risate e qualche applauso
  • close
    Breaking news

    “Lo Chiamavano Trinità”, uno dei classici per eccellenza del cinem...read more Il 26 ottobre, i Muse saranno in concerto all’Alcatraz di Milano. ...read more Manca una settimana all’attesissimo concerto di Vasco Rossi a Messina. ...read more Social Distortion live al Carroponte, Sesto San Giovanni (Milano). Special Gues...read more È partita una campagna di autofinanziamento dal basso, che ha lo scopo di recu...read more Un nuovo report di Kotaku fa filtrare un’interessante indiscrezione: Hang...read more Bloodborne potrebbe finalmente tornare. “Non abbiamo ancora visto tutto&#...read more Inaugurata poche sere fa a Milano la sesta replica di Balkanica, la mostra fot...read more THE WHITE BUFFALO sarà finalmente dal vivo in data unica nel nostro Paese il ...read more Coachella Valley Music and Arts Festival 2022. Decine di artisti si esibiranno ...read more

    “E la chiamavano estate” tra fischi, risate e qualche applauso

    Foto radiomadeinitaly.it

    Presentato per la prima volta oggi, alla stampa, durante il Festival Internazionale del Cinema di Roma, l’atteso film di Paolo Franchi è stato accolto da risate durante la proiezione e fischi al termine, compensati solo da qualche applauso.

    “E la chiamavano estate” è un film ad alto contenuto erotico, che inizia con un primo piano della vagina di Isabella Ferrari, co-protagonista insieme a Jean-Marc Barr, a rappresentare una citazione del dipinto “L’origine del mondo” di Gustave Courbet. Per la verità, oltre all’erotismo, la trama ha una forte connotazione psicologica, portata dalla storia di Dino (alias Jean-Marc Barr), che ha con Anna (Isabella Ferrari) un’intensa storia d’amore. Nonostante, però, non abbiano mai avuto un rapporto sessuale.

    Tag:, ,

    No Comments
    Story Page

    Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi