fbpx

svizzera

Euro 2016 – Rendez-vous col Delirio, day #14: addirittura Quaresma

Iniziano gli ottavi di finale di Euro 2016 e arrivano i primi verdetti importanti e anche inaspettati: tipo la Croazia che fa la figa con la Spagna e poi si fa sbattere fuori da Cristiano Ronaldo, addirittura Quaresma e altri nove. Ma comunque, andiamo a noi. Svizzera – Polonia 1-1 (4-5 dcr) Primo approdo ai

Euro 2016 – Rendez-vous col Delirio, day #14: addirittura Quaresma Leggi tutto »

Euro 2016 – Rendez-vous col Delirio, day #10: Pogba si sveglia, un De Biasi leggendario adesso spera

Nella decima giornata di Euro 2016 vince la noia. Ah, anche l’Albania (ed è gioia). Andiamo con ordine (o qualcosa di simile, tanto erano in contemporanea: quindi sticazzi). Francia – Svizzera 0-0 Francia e Svizzera non si fanno del male e pareggiano a reti bianche. Qualche squillo, arriva però da Pogba. Troppo criticato nelle prime

Euro 2016 – Rendez-vous col Delirio, day #10: Pogba si sveglia, un De Biasi leggendario adesso spera Leggi tutto »

Euro 2016 – Rendez-vous col Delirio, day #6: se Payet dice che il mondo è quadrato, il mondo è quadrato e bruciamo i mappamondi

Inizia la seconda giornata dei gironi e da adesso, presumibilmente, si potrà iniziare a vedere il vero valore delle nazionali. Verdetti in breve: delusione Francia (nonostante il 2-0 e il Musagete Payet), Hamsik sontuoso e se danno un rigore a partita alla Romania, Stancu diventa capocannoniere solo nella fase a gironi. Iniziamo. Russia – Slovacchia

Euro 2016 – Rendez-vous col Delirio, day #6: se Payet dice che il mondo è quadrato, il mondo è quadrato e bruciamo i mappamondi Leggi tutto »

Euro 2016 – Rendez-vous col Delirio, day #2: lo Xhaka costoso batte lo Xhaka dei poveri, Bale fa il Cristiano Ronaldo e l’Inghilterra si scioglie come neve al sole

La seconda giornata degli europei ci regala qualche momento da annoverare agli annali. In ordine di apparizione: lo Xhaka costoso batte lo Xhaka dei poveri, Bale fa il Cristiano Ronaldo e l’Inghilterra si scioglie come neve al sole. Vediamo di capirci. Albania – Svizzera 0-1 Sfida tra fratelli. Xhaka contro Xhaka (uguale a quanto avvenne

Euro 2016 – Rendez-vous col Delirio, day #2: lo Xhaka costoso batte lo Xhaka dei poveri, Bale fa il Cristiano Ronaldo e l’Inghilterra si scioglie come neve al sole Leggi tutto »

Che Rio Ce La Mandi Buona – Day #19: Howard Segretario della Difesa, Wondolowski caso umano

Il diciannovesimo giorno conferma che l’Argentina è Messi e poco altro: senza La Pulce sarebbero già a casa da un pezzo. A malincuore, salutiamo un altro portiere protagonista principale di questo Mondiale: Tim Howard. Ma salutiamo anche Wondolowski, e questo non è un male. Argentina-Svizzera 1-0 Il copione è sempre lo stesso, l’Argentina non riesce

Che Rio Ce La Mandi Buona – Day #19: Howard Segretario della Difesa, Wondolowski caso umano Leggi tutto »

Che Rio Ce La Mandi Buona – Day #14: Messi illumina, Shaqiri imperversa come uno tsunami sull’Honduras

Il quattordicesimo giorno è appannaggio di Messi, Shaqiri e poco altro. Nigeria-Argentina 2-3. Pronti, via e Messi spacca la rete. Non passa neanche un minuto e Musa rimette la gara in parità con un bel destro a giro sul secondo palo. Poco prima dell’intervallo, è ancora Messi a portare l’Argentina avanti disegnando l’ennesima traiettoria epica

Che Rio Ce La Mandi Buona – Day #14: Messi illumina, Shaqiri imperversa come uno tsunami sull’Honduras Leggi tutto »

Che Rio Ce La Mandi Buona – Day #9: 7 della Costa Rica all’antidoping, 14 dell’Italia a zappare

Il nono giorno decreta l’inizio di una nuova era: finita in malo modo quella della Spagna, ci prepariamo a quella della Costa Rica che ha zimbellato prima l’Uruguay e poi l’Italia. L’Inghilterra trema già. Ah, sì, la Francia si è qualificata agli ottavi. Italia-Costa Rica 0-1. Abbiamo fatto l’impresa. Perdere meritando di perdere (e meritando

Che Rio Ce La Mandi Buona – Day #9: 7 della Costa Rica all’antidoping, 14 dell’Italia a zappare Leggi tutto »

Che Rio Ce La Mandi Buona – Day 4: Messi c’è, Romero ci fa, Rojo idolo delle masse

Il quarto giorno ci riserva un nuovo idolo da inserire nell’Olimpo degli Dei: Rojo, il difensore dell’Argentina che sentendo la pressione avversaria libera l’area di rigore con una rabona. Geniale, a suo modo, anche Romero che cerca di dare una mano alla Bosnia riaprendo la partita nei minuti finali. Svizzera-Ecuador 2-1. Al 22esimo minuto Ayowi

Che Rio Ce La Mandi Buona – Day 4: Messi c’è, Romero ci fa, Rojo idolo delle masse Leggi tutto »

Torna in alto