Boston: Finito L’Incubo
  • Print
  • close
    Breaking news

    “Lo Chiamavano Trinità”, uno dei classici per eccellenza del cinem...read more Il 26 ottobre, i Muse saranno in concerto all’Alcatraz di Milano. ...read more Manca una settimana all’attesissimo concerto di Vasco Rossi a Messina. ...read more Social Distortion live al Carroponte, Sesto San Giovanni (Milano). Special Gues...read more È partita una campagna di autofinanziamento dal basso, che ha lo scopo di recu...read more Un nuovo report di Kotaku fa filtrare un’interessante indiscrezione: Hang...read more Bloodborne potrebbe finalmente tornare. “Non abbiamo ancora visto tutto&#...read more Inaugurata poche sere fa a Milano la sesta replica di Balkanica, la mostra fot...read more THE WHITE BUFFALO sarà finalmente dal vivo in data unica nel nostro Paese il ...read more Coachella Valley Music and Arts Festival 2022. Decine di artisti si esibiranno ...read more

    Boston: Finito L’Incubo

    Boston-presi-gli-attentatori_h_partb

    È stato finalmente catturato il terrorista di Boston, colui che Lunedì, durante la maratona, piazzò due bombe fatte in casa in modo da ferire il più possibile i corridori. È Dzhokhar Tsarnaev di 19 anni, che si era rifugiato in una barca mentre il fratello di 26 anni (un altro che ha partecipato a mettere le bombe) è stato ucciso in uno scontro a fuoco con la polizia.

    Molti applausi dopo l’urlo del poliziotto che ha confermato la cattura del giovane, una folla di persone si era riunita per vedere le ultime operazioni dell FBI che tentava di far finire un incubo durato fin troppo. C’erano infatti voci che dicevano che questi terroristi avessero piazzato altre bombe in giro, e che durante lo scontro di ieri sera il fratello, Tamerlanavesse provato a difendersi lanciando ordigni verso gli agenti.

    Le prime parole sono quelle del sindaco di Boston  che con un tweet ha dichiarato: “Lo abbiamo preso!” seguito poi dal dipartimento di polizia di Boston che ha dichiarato: “ L’incubo è finito.”  

    Al giovane sono stati letti i suoi diritti, la cosiddetta formula Miranda. Secondo la procedura, verrà portato davanti a un giudice già oggi, a meno che non sia in grado per via delle ferite riportate. Poi, entro 30 giorni, comparirà davanti a un Grand Jury che formalizzerà l’incriminazione e assegnerà il caso a un giudice federale.

    Tag:, , , , ,

    No Comments
    Story Page

    Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi