Assegnato il Nobel della Pace ad una organizzazione contro le armi chimiche
  • close
    Breaking news

    Annunciato il secondo concerto in Italia di The Weeknd in occasione dell’...read more Amadeus ha ufficializzato i nomi dei big di Sanremo 2023. Nelle scorse ore si e...read more HBO e Sky hanno pubblicato un nuovo trailer della serie TV di The Last of Us, l...read more Alle 13.30 Amadeus ufficializzerà i nomi dei big di Sanremo 2023. Nel frattemp...read more MezzoSangue ha annunciato tramite le sue pagine social l’imminente uscita...read more The Weeknd ha annunciato le nuove date dell’After Hours Til Dawn Tour. To...read more Vasco Live 2023 – Vasco Rossi tornerà ad esibirsi dal vivo nell’estate del...read more Il nuovo album dei Metallica uscirà il 14 aprile 2023 e sarà seguito da un to...read more Vasco Live 2023 – Vasco Rossi tornerà ad esibirsi dal vivo nell’es...read more The Car è il settimo album in studio del gruppo rock inglese Arctic Monkeys, p...read more

    Assegnato il Nobel della Pace ad una organizzazione contro le armi chimiche

    È stato assegnato il Nobel per la Pace 2013, andato all’Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (Opac), che si batte per eliminare le armi chimiche nelle guerre, soprattutto per quanto riguarda il conflitto in Siria. 

    La commissione norvegese ha motivato l’assegnazione del Nobel dicendo che è stata scelta questa organizzazione per “i suoi ampi sforzi per eliminare le armi chimiche”. “Grazie al lavoro dell’Opac l’uso delle armi chimiche è un tabù”, continua il Comitato nella motivazione dell’assegnazione. “Quanto accaduto in Siria, dove sono state usate queste armi, riporta in primo piano la necessità di incrementare gli sforzi per eliminare questi armamenti”. L’organizzazione Opac è stata fondata nel 1997 per dare attuazione al Trattato di interdizione all’uso delle armi chimiche firmato nel 1993.

    “Il premio è un messaggio ai Paesi che non hanno ratificato il Trattato di bando delle armi chimiche a firmare” spiega il presidente della commissione.

    Il vincitore del premio è stato annunciato alle 11, ora italiana. L’annuncio è stato anticipato da una rivelazione della tv norvegese Nrk, la stessa che l’anno scorso aveva rivelato con un’ora di anticipo che il Nobel era stato vinto dall’Ue. L’altra favorita, Malala Yousafzai, la sedicenne pachistana diventata simbolo mondiale della lotta per il diritto all’istruzione, rispondendo alla domanda di Christiane Amanpour della Cnn sulla possibilità di essere insignita del riconoscimento, aveva risposto: «Ricevere il premio Nobel per la Pace sarebbe un grande onore e più di quello che merito». «Devo lavorare molto», ha ribadito la giovane attivista, che ha un sogno ambizioso: diventare primo ministro del Pakistan per «salvare» il Paese.






    Entra in Atom Heart Cafè!

    Ogni sabato mattina alle 10.00 riceverai la nostra newsletter con le notizie più interessanti della settimana!

    Ti aspettiamo per un caffè insieme!


    Non inviamo spam! Riceverai una sola mail a settimana!
    Cookie policy.

    Tag:, , , , ,

    No Comments
    Story Page