close
Breaking news

Ecco la lista completa dei film presenti alla 73esima Mostra del Cinema di Venez...read more   Un nuovo titolo nel programma della 73. Mostra: L’uomo che non cambiò la s...read more   “The Rockers” è il nuovo album della stella del reggae mond...read more Finalmente pubblicata la canzone di Florence + The Machine scritta per il nuovo...read more La 73.ma edizione del Festival di Venezia segna anche il ritorno alla regia, c...read more 22 settembre. L’estate è finita ufficialmente. E su questo non ci piove....read more Orfani di Grido, i Gemelli DiVersi sono tornati in pista. Di seguito il video e ...read more   En?gma – Rapa Nui (Prod. By Wsht) Rapa Nui è il terzo singolo est...read more “Curriculum” è il primo singolo estratto da “Canzoni per met...read more “Dal Basso“, fuori ora il nuovo video di Emis Killa estratto dal suo nuovo a...read more

The Leftovers : il flash mob torinese

Sabato 12 luglio otto uomini e otto donne sono comparsi nelle vie di Torino,tutti  loro avevano una lettera, e insieme hanno composto delle frasi, proprio come l’inquietante setta dei Colpevoli Sopravvissuti del nuovo show targato HBO The Leftovers in onda tutti i giovedi alle 21 anche su Sky Atlantic.

Nella serie i Colpevoli Sopravvissuti sono un gruppo che, ha deciso di dire addio alla parola e che si esprime attraverso i cartelli perché “non ha più senso sprecare il fiato” in seguito alla scomparsa del 2% della popolazione mondiale. Il flash mob creato da Sky Atlantic è iniziato su via Lagrange a Torino, dove 8 uomini e 8 donne muti, integralmente vestiti di bianco e con lo sguardo perso nel vuoto, sono rimasti immobili fino a quando, dopo un fortissimo segnale acustico, si sono disposti in fila indiana alzando una lettera ciascuno fino a comporre le frasi “ASPETTA E VEDRAI”, “SIAMO ANCORA QUI” e “SENZA PAROLE”, nella serie originale la frase ricorrente è “Don’t waste your breath” (non sprecate il vostro fiato). Sulla stessa via, è stata riprodotta la locandina della serie, che rappresenta una crepa sul muro, dove i passanti hanno potuto essere immortalati da un fotografo professionista.

Tag:, , , ,

No Comments
Story Page