close
Breaking news

Lo scorso 21 maggio, Ok Computer – il terzo album in studio dei Radiohead...read more TESTO SALMO – NON VOLEVO Parli parli, ma non sento niente Quando canti b...read more Call2Play are Inoki Ness, Mad Dopa and Fabio Musta. FALLO TU è il singolo che ...read more Gue Pequeno, Non ci sei tu, Testo Mi fa strano lo sguardo perso di Chi vuole co...read more Basata su una storia di Stephen King, la serie TV (10 episodi) segue le vicende...read more Siamo giunti alla serata finale. Proclamato il vincitore. Gabbani for president....read more Perdersi tra le pagine di un libro è uno dei piaceri più belli della vita, di...read more La quarta serata è quella della noia e dell’eliminazione di 4 big. Poi c’è...read more La serata delle cover ti catapulta nel film The Purge. Una notte in cui tutti gl...read more Finalmente toccava ai giovani. Finalmente. Oh. Ecco. Che palle. Carlo Conti: 5,...read more

The Leftovers : il flash mob torinese

Sabato 12 luglio otto uomini e otto donne sono comparsi nelle vie di Torino,tutti  loro avevano una lettera, e insieme hanno composto delle frasi, proprio come l’inquietante setta dei Colpevoli Sopravvissuti del nuovo show targato HBO The Leftovers in onda tutti i giovedi alle 21 anche su Sky Atlantic.

Nella serie i Colpevoli Sopravvissuti sono un gruppo che, ha deciso di dire addio alla parola e che si esprime attraverso i cartelli perché “non ha più senso sprecare il fiato” in seguito alla scomparsa del 2% della popolazione mondiale. Il flash mob creato da Sky Atlantic è iniziato su via Lagrange a Torino, dove 8 uomini e 8 donne muti, integralmente vestiti di bianco e con lo sguardo perso nel vuoto, sono rimasti immobili fino a quando, dopo un fortissimo segnale acustico, si sono disposti in fila indiana alzando una lettera ciascuno fino a comporre le frasi “ASPETTA E VEDRAI”, “SIAMO ANCORA QUI” e “SENZA PAROLE”, nella serie originale la frase ricorrente è “Don’t waste your breath” (non sprecate il vostro fiato). Sulla stessa via, è stata riprodotta la locandina della serie, che rappresenta una crepa sul muro, dove i passanti hanno potuto essere immortalati da un fotografo professionista.

Tag:, , , ,

No Comments
Story Page