giovedì , 17 aprile 2014
Ultime notizie

Testo GANGBANG! – TakagiBeatz

Testo: GANGBANG!

Artista: TakagiBeatz feat. J-Ax, Grido, Trap, CaneSecco, Mistaman, Danti, Primo

Anno: 2011

RIT.
Devi avè le palle per fottere con me
Devi avè le barre per rompere una jam
Rime come tavole filosofie zen
Rime come zoccole fanno la GANGBANG!
Devi avè le palle per fottere con me
Devi avè le barre per rompere una jam
Io non suono la chitarra ma..
C’ho la merda che fa
Ra-ta-ta-ta-ta-tan-ta-ta-tan-tan

Quando mi prende la voglia di riempire un foglio di rime
Non doso le parole perchè è il cuore che scrive
E il mio cuore sanguina da un pezzo, a causa di un paese
Preso a calci da se stesso e che adesso ne fa le spese
Qua sono tutti in para quando pensano al futuro
L’Italia è uno stivale infilato su per il culo
Ed è questa la realtà dei fatti
Non la raccontano i tg corrotti,
riconosci la realtà da NOI fatti
voi babbi
credete pure a stato e chiesa
al governo tecnico, al governo imposto
al governo impresa
io non mi calo nella parte dello schiavo
fanno i loro comodi con il nostro denaro
dico quello che penso e lo scrivo con sentimento
non l’ho mai fatto per seguir la moda del momento
se rappo e non capisci prova a leggermi le labbra…
e meglio se sparisci…ABRACADABRA!

Sarà che da quando scrivo mi sento rinato
Origliato
Io do il peggio come al gf ungherese Renato
So che il più colpevole comanda lo stato
Perciò chiudimi in una cella e la apro, come Renato
Arenato io mi espando a macchia d’olio come la BP
Conquistato il palco non mi schiodo come ad un Sit in
e tu hater che parli da dietro al tuo PC
sei il primo a seguirci ovunque sembri Rintintin
Sto dream team
se la ride tipo Merkel e Sarkozy
Dei rapper che fanno i g
Ma sembrano Lil’ Kim
Gioco a freesbee col tuo Cd
Bè è meglio che ascoltarlo
Ora che il rap è così fashion che tutti vogliono farlo
Sto crew non puoi cancellarlo
come un tattoo
Non duriamo una stagione
come le tattoo
Ora che più dei dischi contano le views
Non dirmi chi sei tu!
Ma il nome del tuo canale su youtube!!

E’ da quando so nato che penso che è il mondo che è tutto sbagliato
E’ per me è riduttivo pensare di dare la colpa soltanto allo stato
E’ un pensiero malato che m’ha attraversato la mente
e non l’ho cancellato, L’ho tengo nascosto
è che mostro sto lato piuttosto che esse così delicato
Non me sento cambiato
E’ normale crescendo che so maturato
ma resto ancorato
al bambino che ero
e che avete ammazzato
Io non sono un soldato
nonostante ogni sera è una guerra
proporre a sta gente sta musica vera
e spiegaje perchè m’ha salvato
Da ragazzino me chiamavo Reato
Perchè fare rap in quegli anni sembrava che fosse davvero vietato
So che hai rinunciato
Hai seguito il consiglio e te sei laureato
io invece ho buttato la vita che avevo con sogno che s’è realizzato
Se fratè…e me lo so meritato
Ho fregato il sistema
e sorrido se penso a presente futuro e passato
Campione italiano
vivo in connessione Roma-Milano
Tu fratello Cane Secco è ritornato!!

Ogni mia strofa ti infuoca
Uso il gasolio come collutorio
Dissa Mista
e sei già in lista per un party all’obitorio
Ho merda ruvida scritta su carta vetrata
alla prima rima…la matita già s’è consumata!
Scrivo col sangue come un pazzo suicida
Resuscito l’hip-hop tipo “Lazzaro alzati e cammina”
Io ho già dato la mia vita
Adesso uccido queste tracce…
Neanche vi mando le condoglianze!
Sono il più grande
Se mi cerchi sul web
Non devi usare google, devi usare google maps
Metti in ordine alfabetico un pacchetto di M&M’s
Fa’ qualcosa al tuo livello non sfidarmi a fare il rap
Man, stringo le tue palle rappi come i Bee Gees
Implori Mista Mista come i Fugees
Bitch please…
Non puoi fottere con me senza le skills,
Ma puoi se c’hai due cromosomi x!!

RIT

J-Ax è
Gloria senza guida
Quaranta come Cristina
Stella come Martina
e scimmia come Cheetah
M’arrabbio come Licia
se fai il Grosso come Fabio
Ma vieni Dalla Chiesa come Rita
Io contro Vento come Flavia
Come Notorious sono Big
In un paese Piccolo come Ottavia
Pirata di Ventura come Simona
Dove la gente Volta come Alessandro e la moda
Ho la storia ma non la Corona come Fabrizio
e tu l’hai Letta come il ministro
Voi Fermi come Enrico
Io Franco come Battiato
Non voglio essere un mito Zero come Renato
Ai critici io do la Verga come Giovanni
Li lascio Verdi come Giuseppe da vent’anni
Quando l’Italia ascolta
Travolta come John
Voi Tomba come Alberto
Pesci come Joe

Tu non sai quanta gente viene da me
Si atteggiano come fossero macho-man
Se non sei sicuro di quello che dici e’ meglio non dire..
Non dire!
Tu
Non sai quanti ti prendono per il culo, io l’ho capito tardi
Cerco di fare da esempio agli altri
in modo che non facciano passi falsi
Se c’è qualcuno che ti indica la via
E’ tutto tempo che non perdi
Se no prendi così tanto cazzi in culo che non riesci più a sederti
Cosa mangiamo sta sera? non c’è un cazzo in dispensa
Io voglio sushi
E Tu? sushi?
“Si!”
Ma con l’ingoio o senza?
Gioco con le parole
come le parole
ti vengo in bocca
come un afta
fino a quando non gridi
“Bafta bafta!”
T H G
Nelle mani ho l’htc
scusa ho confuso le lettere ma nelle mani ho soltato thc
sono un salutista ma l’unico moto
e quando sono a letto con lei che faccio come i cinesi foto foto foto

Sta robba spigne
come il primo giorno
quindi bada
scansate dalla mia strada
passo col Caterpillar
fumo un ovetto kinder
barababatty-boy killer
suonano mille sound
col mio te strappo via le tonsille
Piove fuori
Piove forte pure dentro di me
Quando scende fresh
Dalla bottiglia, diavolo
Ganesh
La gente piange pe’ i problemi in cui s incastra da se
Ve meritate culi rotti,
complotti
e il “Pavarotti & friends”
Lo so che è morto pure voi lo siete
pure te
Tiette le sbobbe del prete
Damme le robbe concrete
Notte dopo notte
Ombre sfilano sul marciapiede
Sognano due bionde
Con due bombe come pietre
Non ti compete
Mistificare chi c’hai davanti
Ne, contarmi i peli del buco del culo dagli altoparlanti
Cantanti tutti
Mille scuole, mille trucchi
Mille booking
Mille capi
Me lo scusi, me lo succhi!

RIT

About Redazione

Uno, nessuno e centomila.