close
Breaking news

Ecco la lista completa dei film presenti alla 73esima Mostra del Cinema di Venez...read more   Un nuovo titolo nel programma della 73. Mostra: L’uomo che non cambiò la s...read more   “The Rockers” è il nuovo album della stella del reggae mond...read more Finalmente pubblicata la canzone di Florence + The Machine scritta per il nuovo...read more La 73.ma edizione del Festival di Venezia segna anche il ritorno alla regia, c...read more 22 settembre. L’estate è finita ufficialmente. E su questo non ci piove....read more Orfani di Grido, i Gemelli DiVersi sono tornati in pista. Di seguito il video e ...read more   En?gma – Rapa Nui (Prod. By Wsht) Rapa Nui è il terzo singolo est...read more “Curriculum” è il primo singolo estratto da “Canzoni per met...read more “Dal Basso“, fuori ora il nuovo video di Emis Killa estratto dal suo nuovo a...read more

Testo Caneda – In un mondo perfetto

Testo: In un mondo perfetto
Album: Nato nell’acqua
Artista: Caneda
Anno: 2012

E se il mondo fosse come un Picasso
come un baro, senza un asso
come il rap di Noyz o come il rap di Ghemon
odio stare nel mezzo ma ‘sto mondo è grigio
e se fosse come un film di Alfred Hitchcock
o come un porno, tipo “Sudden Cock”
magari fosse un ladro, magari fosse onesto
ma dietro ad una guerra c’è sempre un ministro
e dietro ad un ministro c’è sempre un grilletto
c’è sempre un coltello in un giorno perfetto
c’è sempre dell’odio dentro a un matrimonio
senza urina non servirebbero piscine al cloro
senza vanità a che servirebbe l’oro
senza una lama avremmo ancora Caino
se ci fosse pace non servirebbero Gesù, Gandhi, Guevara, Rabbi in croce

RIT (x5)

In un mondo perfetto, questo giorno perfetto.

Mettiamo che funziona, che non si guasti mai
sarebbe noiosa la vita senza dei guai
allora vedi che il cancro del mondo siamo noi
mai contenti, sempre persi, in lotta con gli Dei
ma siamo soli e Dio siamo noi
cerchiamo qualcuno più in alto di noi, per non pagare noi
se questa volta riusciremo a scappare dal cesso
prendo a calci il mondo ma è sgonfio
prendo il mio flauto, ho i razzi dietro
o incanto il mondo, o ce l’ho dietro
se fosse tutto di carta capirei il denaro
ma siamo di carne e la carta non si può mangiare
o credi di Dio o nelle Jordan
ma Jordan è Dio, crocifisso su una scarpa
che schiaccia un’altra volta
e se il futuro è un film, il suo nome è “Non aprite quella porta”

RIT (x5)

Tag:, , , , , ,

No Comments
Story Page