close
Breaking news

Basata su una storia di Stephen King, la serie TV (10 episodi) segue le vicende...read more Siamo giunti alla serata finale. Proclamato il vincitore. Gabbani for president....read more Perdersi tra le pagine di un libro è uno dei piaceri più belli della vita, di...read more La quarta serata è quella della noia e dell’eliminazione di 4 big. Poi c’è...read more La serata delle cover ti catapulta nel film The Purge. Una notte in cui tutti gl...read more Finalmente toccava ai giovani. Finalmente. Oh. Ecco. Che palle. Carlo Conti: 5,...read more J-AX & Fedez – Piccole cose feat. Alessandra Amoroso Acquista su iTun...read more Come l’anno scorso, anche stavolta Atom Heart Magazine vi augura buon 201...read more Con TIMvision puoi vedere Kung Fu Panda 1 e Kung Fu Panda 2 e in VideoStore trov...read more Tim ha pensato a TIM Young & Music Full, un’offerta che rientra nella ...read more

Testi Marracash – Roccia Music Volume 2

Album: Roccia Music Volume 2

Artista: Marracash

Anno: 2011

 

Testo Se La Scelta Fosse Mia


[O’Luchè]
Marracash. Co’Sang. Un paradiso di donne e un inferno di nemici ma non lo abbiamo scelto noi.
Fratè hai troppo tempo libero, relax
Il mio tempo è prezioso, rolex
Vanitoso, rappi in uno specchio
Io ego-centrico, ho la folla che si rispecchia
Un napoletano ha fame
Mi siedo a tavola senza un invito ufficiale
La scena Hip-Hop è una cena senza sale
E poi arrivammo noi e v’affogammo co l’acqua di mare, fr�
Liricamente ‘so na bestj e mi circondo di criminali
Perchè penso come un criminale
Mi amano, come si amano gli eccessi
Alla follia mi esalto chiamami Joe Pesci fr�
Voliamo in alto, poesia all’Italiana
Mi sento vuoto parlo alla mia Brasiliana
Co’Sang e Marracash è cash-flow
e faccio goal quando Maradono questi rappers

[Rit. Marracash]
Troppo tardi per la salvezza dell’anima
Non voglio annoiarmi nemmeno nell’aldil�
Se la scelta fosse mia
Il paradiso per il clima, Inferno per la compagnia X2

Non puoi fottere con me, Marracash dalla casbah
Uno che ti guarda in faccia e ti fa una lastra
Abusi di potere come i cani a Malpensa
Poi la gente mal pensa, abusi della mia pazienza
Ho gli angeli con le trombe e i diavoli coi tromboni
Io faccio girare i soldi tu invece solo i coglioni
Dicevo ai miei sentimenti ieri a tavola
E in verità vi dico “uno di voi mi tradirà”
Fossi Cristo e spacciassero il mio sangue per vino
Vorrei che almeno fosse un Brunello di Montalcino
Auto-istruito, auto-munito
Self made, ho una F tatuata sopra il terzo dito
“Trust No One” sul dorso della mano che ti stringo
Che tradotto è “Di Te Col Cazzo Che Mi Fido!”
Ho più anelli di Yuri Chechi fratè
Scegli quale baciare al Re della scena Rap, Marracash!

[Rit. Marracash]
Troppo tardi per la salvezza dell’anima
Non voglio annoiarmi nemmeno nell’aldil�
Se la scelta fosse mia
Il paradiso per il clima, Inferno per la compagnia X2

Il paradiso per il clima, Inferno per la compagnia X4

[Ntò] Eccomi quà che cosa ho fatto
Ho ceduto ai sensi, Vista Tatto Gusto e Olfatto
Ho peccato al cancello del regno dei cieli ho nelle mani il fascicolo
Tra zoccole golose e gigolò
Non è poi bello come dicono
Non sai se lei si toglie i veli per averti
O se perchè la gente ti riconosce apre le cosce
Messe in scena, prive di messe in piega
Come Joe mi fotte sega
Penso al commercio (dammi i soldi)
Merito di emergere il mercato sommerso
Non amo la materialità ma l’energia che emana
Il gioco adesso è in HD per i fan accaniti
Giacca Vintage e i jeans sulla cinghia cafone
Faccio finta di parlare all’iPhone
Questi rapper dicono vai forte (è tutto un film)
Ma sai che forse hanno proprio ragione!

[Rit. Marracash]
Troppo tardi per la salvezza dell’anima
Non voglio annoiarmi nemmeno nell’aldil�
Se la scelta fosse mia
Il paradiso per il clima, Inferno per la compagnia X2

Il paradiso per il clima, Inferno per la compagnia X4

 

———

 

Testo L’Albatro

 

MARRACASH

Capita che un albatro ferito e solo resti inchiodato al suolo
e debba fingere e vivere come un uomo
io lo so perchè è successo a me
anni or sono durante un volo troppo radente troppo curioso
inizialmente frà ho amato l’umanit�
sempre tesa tra ciò che si fa e non si fa
all’improvviso chiedersi “e se fosse tutto qua?”
avrei ucciso, credimi, per una dose di novit�
da quassù le gru fanno il lifting alla citt�
nascondono l’età ma riescono per met�
c’è elettricità nel cielo milioni di affari umani
blu come un monitor banchi di nuovole di dati
e sulla terra deridono gli albatri e i liberi arbìtri
già dagli albori dei primi canti dei primi miti
potrei allenarmi per migliorarmi, voglio alienarmi, voglio ignorarvi
senza calarsi non c’è catarsi, siamo mortali ma siamo caparbi
e vado su lontano dall’eco dei miei rimpianti
le città da qua sembrano piccoli cancri
sulla terra sono solo come un cane ma posso volare
poi ho migliaia di braccia protese su cui atterrare

RIT.
Su sempre più su perchè non arriva quel dolore quassù
volo oltre i confini come un albatro , volo oltre i confini come un albatro
Giù so che laggiù i fatti della vita si ripetono in loop
volo oltre i confini come un albatro , volo oltre i confini come un albatro (yeah)

DARGEN

Ascolta non sono qui per farmi giudicare da Klaus Davi
farmi vestire su misura sfruttando gli schiavi
farmi imboccare o rimboccare da moldavi
io sono qui per praticarti ciò che sognavi
arrivo sulla terra piatta senza promozione
per un vizio nella planata una deviazione
non è che snobbi l’arbitro nè la scena
ma per l’albatro l’atterraggio è sempre un problema
85 kili di carne, cuore di latta
rivalutati in volo trovo la mia scienza esatta
questa musica è infiltrata americana, come gladio
non ne parli se “non hai mai fatto chistu” come claudio
questa musica è poesia perchè ci scappa il morto
che poi alla fine sono io per la fame che porto
l’albatro s’abbassa la fame passa e non mangio più
pianto tutto il male passa e all’alba non piango più
ottiche cinematografiche pose fasulle ci stan strappando i meglio anni e le meglio fanciulle
ma se moriamo non sarà invano, sarà in volo
sul divano mi torna la fame e ti divoro

RIT.
Su sempre più su perchè non arriva quel dolore quassù
volo oltre i confini come un albatro , volo oltre i confini come un albatro
Giù so che laggiù i fatti della vita si ripetono in loop
volo oltre i confini come un albatro , volo oltre i confini come un albatro (yeah)

RANCORE

Se queste ali saranno come due remi remando contro corrente precipito
perchè un vento incoerente cambia il livello
chi spinge verso l’oceano, chi resta nel suo torrente
chi ha fatto un biglietto aereo, chi parte con il cervello
e se hai coraggio apri gli occhi adagio quando ti infrangi
qui è un macello, qui c’è un buio lancinate e ti lanci
qui c’è un acqua allucinante pioggia, pisci o piangi
sta notte gli angeli daranno i calci
e se la libertà porta fuori tu ci incarceri nei paraggi
ci imprigioni come piccioni viaggiatori senza messaggi
quando il sole s’ha taciturno quando ruzzola coi suoi raggi
ma che lusso è il cielo notturno quando è bussola dei miei viaggi
ora le stelle vanno a slalom
tutti attenti tutti agitati tanto che io ho imparato a volare e sono tutti sempre girati
prima toglierai con un camion le foglie secche dagli isolati
dopo si sta come d’autunno sopra quegli alberi quei soldati
e gli equipaggi del pacifico lo dicono già da un era
che chi regna incontrastato in cielo in terra non si rivela
e per un albatro se il vento tira ai lati è già primavera
perchè sull’albero della nave è già fiorita la prima-vela

Su sempre più su (x2)

Su sempre più su perchè non arriva quel dolore quassù
volo oltre i confini come un albatro , volo oltre i confini come un albatro

 

—–

 

Testo Non Passerà

RIT
tu non lo hai scelto, ma ci sei dentro e no non passera non passera,
e so che piangi pero’ ,se tu non cambi niente cambiera non cambiera

FEDEZ

meglio gli schiaffi di satana che i baci di giuda
vuoi la figa sotto al sole mica l’uomo sulla luna
la minetti con le manette fa la mignotta
vestita da poliziotta
“happy birthday mr president”
per me puoi pure farti di eroina sopra al tuo divano
ma nn portare le puttane al comune di milano
io so di non sapere non vogliono che sappiamo
e non cambieremo nulla se prima non cambiamo
in italia vince il teorema dell’infame
dove chi denuncia i crimini diventa un criminale
una passata d’acqua sulla verita insabbiata
osserva il passato sporco che diventa acqua passata
e con la fame anche il pesce marcio sa di ostrica
siamo schiavi con le catene di fibra ottica
ti hanno distratto ecco fatto sei strafatto
vede piu il padrone con un occhio che i servi con quattro

RIT

tu non lo hai scelto, ma ci sei dentro e no non passera non passera,
e so che piangi pero’ ,se tu non cambi niente cambiera non cambiera

MARRACASH

chi comanda sa che puo sempre pagare la meta dei poveri per far fuori l’altra meta’
trasmetto dalla citta delle opportunita
e degli opportunisti uno dei figli degli sconfitti
nn credo a chi glorifica le strade
ognuno di quelli che ho conosciuto si venderebbe la madre
nn ce pace sin dal tigre e l’eufrate
nn credo alle fate
siamo come tigri frate’
troppa realta’ uccide la mia fantasia
un boia come il troppo sesso uccide il piacere a una troia
cerchi una storia io cerco una scappatoia
se finisci nella mangiatoia
ti ingoia
e ci schiantiamo contro i nostri sogni tu sei nato col paracadute , cresciuto con i paraocchi
e dove i sentimenti sono solo un lusso per pochi
se busso non mi apri ma se sfondo ti sposti

RIT

tu non lo hai scelto, ma ci sei dentro e no non passera non passera,
e so che piangi pero’ ,se tu non cambi niente cambiera non cambiera
chiudi con il passato ma il passato non chiude con te

 

——

Testo Amore in polvere

Io lo so il loro gioco,vogliono una risposta,
una spiegazione avvolta in un bel fiocco rosa
Puntare il dito contro la mia famiglia
la mia infanzia, cercandomi lo sporco e la rabbia ah!
La colpa data dai videogames ,alle canzoni.. ho la tele ho le emozioni!
Ma quando ho cominciato io non avevo motivazioni
non avevo niente, ero come voi!
Volevo fare parte di qualcosa nella vita
anche se questo qualcosa era una morte collettiva
E forse un’alternativa alla mia patia
semplicemente non era abbastanza viva.
Ricordo, eravamo annoiati quella mattina,
a casa mia, nell’ora di geografia
ridevamo dopo la prima, ci sentivamo più amici, più uniti, più in cima!

RIT.
Io mi sono innamorato di te,forse solo per te
voglio qualcosa da sognare
Io mi sono innamorato di te,forse solo per te
non c’era niente di meglio da fare !

E così di giorno avevo qualcuno da incontrare
la notte avevamo qualcosa, per sognare!
Passavano le settimane, per lo più stavamo giù le sere, a farci , a parlare!
e la vedevo entrare nei discorsi, nei nostri scherzi
farci sentire speciali e diversi
la realtà non bastava più e i fili della tv
volevamo un film con gli effetti.
Sensazioni e sensazioni, finte come l’espressioni dei presentatori
come i segni delle ballerine , gli amori dei calciatori
le famiglie unite.. negli spot dei pandori
A un mondo artificiale spetta un paradiso artificiale
senza santi eroi e fidanzate
Cercavo in queste strada, Marra è inutile
è la storia di un ragazzo intelligente che fa cose stupide!

RIT.
Io mi sono innamorato di te,forse solo per te
voglio qualcosa da sognare
Io mi sono innamorato di te,forse solo per te
non c’era niente di meglio da fare !

E ora ogni giorno maledico di averti incontrata,
il vuoto che avevo dentro si è allargato e mi ha fagocitato
di notte torno a cercarti, vedo gli altri
ora so.. che sono tutti bugiardi!
Che buffo di notte mi agitavi e mi levavi il sonno
e ora senza di te non dormo e non sogno
Solo un sogno ricorrente, un ‘onda gigantesca,
una parete da commensa che mi cade in testa!
Dopo le risate, le lacrime..se guardi dentro l’abisso..
anche l’abisso guarda dentro te!
Hai preso tutto ciò che c’era da prendere,
ho perso tutto ciò che c’era da perdere
ho eliminato chi potrebbe esserci d’intralcio
ho collegato ormai le tessere del tuo mosaico
se non è amore..che cos’è ciò che provo per te!
passa il tempo più ti cerco più..vorrei smettere!

RIT.
Io mi sono innamorato di te,forse solo per te
voglio qualcosa da sognare
Io mi sono innamorato di te,forse solo per te
non c’era niente di meglio da fare !

 

—–

Testo Paradiso Italiano

Marra:
Yè.. abbassa un pò Del.. Yè che devo gridare in faccia due cose yè Ah Ah.
Non ne posso più di gente che difende il premier, attacca il premier, ride del premier
come fosse un film di Edwige Fenech
ridateci il paese ridateci le scelte, rivoluzione sulla bocca di tutti
come l’erpes,
crack finanziari e deputati sgamati il giorno dopo vanno a Matrix a lavarsi i peccati,
piatti caldi e amicizia lunga tanti applausi alla confindustria chinchinlla terre di saturnia
Santanchè, Santanchè No con quei soldi frà in vancanza a Santa Fé nel Re Sol
stop alla chiacchiera stop alla satira che ha perforato tutte quante le 4 gomme alla macchina
dolce vita ormai è un tattoo da ribattere cara ministra levati il tutù e facci una lap-dance Rap
Toni Servillo è il divo da battere come con Beppe Grillo non sai se ridere o piangere!
Marracash

RIT: L’ultimo Paradiso in Terra, L’ultimo Paradiso in Terra, finchè qualcuno per te si ribella
finchè c’è cibo dentro la scodella.
L’ultimo Paradiso in Terra, L’ultimo Paradiso in Terra, venite qua se da voi c’è la guerra
non c’è rivolta senza rivoltella!

Aban:
Benvenuti a questo circo signori e signore spettatore paga il tuo biglietto con il sangue ed il sudore
Questa è L’Italia di oggi che muore sotto la spada del prossimo infame
sette, veline, soldi e puttane porci che sguazzano dentro il letame
nei loro abiti cari e alla moda le macchine blu con le buste di coca
nella Nazione comanda la rotta di soldi e potere non solo di droga pacchi di braccie pronti a sparare
pur di arrivare allo stato sociale che gli permette di avere il potere di fare del male senza pagare facce commosse al telegiornale
in primo piano le lacrime amare tanto il guadagno ritorna su tutto anche sui morti dentro le bare
questo è il posto in cui vivo apri gli occhi se non vedi se l’Italia è il tuo paese ma se parlo non mi credi
guarda bene chi protegge: polizia e carabinieri ne hai mai visto solo uno condannare i suoi colleghi?!
Fatti due conti e dimmi che resta chiuso il fascicolo chiusa l’inchiesta questa va tutta alla gente onesta
ora è il momento di alzare la testa!

RIT: L’ultimo Paradiso in Terra, L’ultimo Paradiso in Terra, finchè qualcuno per te si ribella
finchè c’è cibo dentro la scodella.
L’ultimo Paradiso in Terra, L’ultimo Paradiso in Terra, venite qua se da voi c’è la guerra
non c’è rivolta senza rivoltella!

Ted Bee: è un paradiso in terra ma per l’uomo empio violando schiaffeggiato e cacciato dal tempio
chi nega l’innegabile esalta l’inesaltabile il confine tra i due poli a me sembra molto labile
di qua ci si compiace di un uomo che fa schifo di là chi si nasconde e che anche per se stesso è un mito
la parabola della repubblica nello stivale da quella di Platone a quella delle banane
è il Paese delle barzellette senti culi e tette finisci che ti credono profeta se fai il repper
non penso che a stare uniti e saldi basti uno stendardo (No!) pensaci: Garibaldi era un mercenario
qui se scrivi su un giornale non parli del tuo editore per passare l’esame fai bocchini al professore
la destra va a puttane la sinistra va coi trans l’Italia lo prende in culo si ammala e non guarirà

RIT: L’ultimo Paradiso in Terra, L’ultimo Paradiso in Terra, finchè qualcuno per te si ribella
finchè c’è cibo dentro la scodella.
L’ultimo Paradiso in Terra, L’ultimo Paradiso in Terra, venite qua se da voi c’è la guerra
non c’è rivolta senza rivoltella!

 

—–

 

Testo Parole Sante

ONCE AGAIN ZIO!
MARRACASH E NOYZ NARCOS! (THIS IS THE BUILD!)

Io non so come cazzo si fa ad ascoltare Povia
a un sadico, verrebbe la tex alle ginocchia!
so che un po brucia a questi cantanti italiani, perchè,
gli rubiamo il lavoro, frà, come gli immigrati
molti musicisti fanno di fatto gli anestetisti
sono piu espressivi i loro estetisti dei loro dischi
ABUSO DELLA PAROLA ARTISTI!
per sti ragazzi cani pazzi sono come il frieskis,
ME NE ASSUMO I RISCHI!
Sono un Hip Hop gingolo, e gigolo un po’
sopra ai vostri puerili tentativi di fare un singolo,
odio ogni pseudo giornalismo, alla lucignolo
zio scrivilo, che c’ho piu talento nel dito mignolo!
Mi attira ciò che luccica come le gazze,
come chi da un letto a due piazze, con casse controlla due piazze
Se i muscoli comandano, il ferro è piu democratico
è caustico, l’efetto se reppo sopra la dubstep!
Tutta la critica che a noi non ci da retta
se fai l’impegnato a meno che tu non sia Caparezza!
Se metti una collana e ti vesti decentemente,
niente, in Italia non sei piu intelligente, chiudi!

RIT.
Grazie, per la tua dose di frasi fatte!
Sangue, sento che bolle dentro di me!
Io so, mettere in rima parole sante!
Tu sei, niente di nuovo niente di che!
Grazie, per la tua anemia rassicurante!
Sangue, sento che gela entro di te!
Io so, mettere in rima parole sante!
Tu sei, niente di buono niente di che!

Mi sento stretto in questo posto,
provo a stare calmo,
Mi sono fatto tutti i tagli in auto, in lungo e in largo
DESTINAZIONE PARADISO, INFERNO, N’CONTA TANTO,
QUANDO MORRO’ SARO’ SOLo UNO SCHELETRO NEL FANGO!
Quando chiude il sipario e spengono le luci in sala,
quando finisce lo spettacolo, sta merda è amara!
Io fumo erbe amare, atterro chilling nella sala,
Narcos Noyz is back in the building, smokig LALA!
Uomo in ascesa con un sogno in testa che realizza,
st’Italia e pizza, questa merda ti paralizza!
Io non ci vado al campo santo come uno qualsiasi
remixa questa merda quando volo via, zi!
Progettato, per mandarti a male, per scavare nell’animo umano,
TRUCE CREW DEI BOIA COVA IL PIANO!
Qualcuno va a morì stasera vedi se non sbaglio,
Stiamo finendo nei mirini al centro di un bersaglio!
PUblic Enemys dei servi dello stato in schiera,
metti il cappuccio e la bandana, e scendi in strada GET UP!
Che se veniamo per il sangue, stamo sempre n’vena
come la busta che ti cuoce, pompi nella pera!

RIT.
Grazie, per la tua dose di frasi fatte!
Sangue, sento che bolle dentro di me!
Io so, mettere in rima parole sante!
Tu sei, niente di nuovo niente di che!
Grazie, per la tua anemia rassicurante!
Sangue, sento che gela entro di te!
Io so, mettere in rima parole sante!
Tu sei, niente di buono niente di che!

 

—-

 

Testo 2 Strade

IL NANO: cammina con la testa dritta, con i piedi sul marciapiede, parla bene e parla poco…. fai funzionare il cervello: parla se puoi parlare altrimenti stai zitto. Chi picchia per primo picchia 2 volte, è buogia perkè è quello con il cervello ke picchia piu forte…. lo sai la differenza qual’è?? il figlio amaro ha la pistola e spara come un cane per mangiare il pane, al contrario del figlio dle miliardario che si diverte con la play station 3…uno crede a peter pan, l’altro a tony montana… uno sta in mezzo alla strado l’altro nelle favole… uno aspetta babbo natale, l’altro aspetta il babbo ubriaco e le mazzate per regalo, ma entrambi sanno ke la situazione è un’altra… che per i soldi te lo mette in culo anche il miglior fratello. (TRADOTTA IN ITALIANO)

MARRACASH: Rit. Una Foto di notte una cronaca tu che ne so già da un po’ non ti sentivo più (eehee) siamo partiti tutti e 2 dalle strade (eeheeh) siamo finiti tutti e 2 su un giornale ora che non ti rivedrò più ora so potrei essere dove sei tu (eehee) siamo partiti tutti e 2 dalle strade (eeheeh) siamo finiti tutti e 2 su un giornale .

MARRACASH: Cosa farai da grande ? “andrò in galera così avrò risposto tempo fa fino alla terza media”. Nel quartiere nessuno se la beve che puoi farcela noi siamo plebe e un altro gene come il gartaclà per uscirne fuori su oltre i palazzoni c’è una scala rovesciata di valori a pioli e per alcuni siamo delinquenti a priori abbiamo altri codici altre leggi altri eroi. Metà del tempo a farsela metà dentro a cercarla la dura legge dell’offerta e della e domanda e si sistemano i buchi a noi che ci piove in casa più sono i giusti e più cresce la distanza c’è chi la scalcia e chi se la porta in pancia e chi se la spara un po’ nello jot nella piancia cosa farai da grande una canzone per chi reagisce e marcisce in prigione

MARRACASH: Rit. Una Foto di notte una cronaca tu che ne so già da un po’ non ti sentivo più (eehee) siamo partiti tutti e 2 dalle strade (eeheeh) siamo finiti tutti e 2 su un giornale ora che non ti rivedrò più ora so potrei essere dove sei tu (eehee) siamo partiti tutti e 2 dalle strade (eeheeh) siamo finiti tutti e 2 su un giornale . Izio Sklero: storica accumunic sempr an po’ e butt e sciamn de sciam stonn fin a nutt (eeeh) stonn i picciot malvagandoti na nott ann passat u cifr or son i vittime da sotte na firma e na sfilata na parola e troppu na tagliat stort fa li cunt cu l intoppu e tutt nu schifio per chi mulla u gioco ci preg diu ma non sa cos’è l ingiù s’ammazzano pè niente nudde senti niente nu parlu di valori scomparire sentimente da iun a tanta ma tanta di sta gente dall’orlu du bicchiere su convinte malamente la scena du scem pruvem a lassa m’hai lasciato l’amarezza in du cor e qualche frase hai lassato qualche frase datu segno a qualche vita ma ma scritta non se pu se non sei un poita MARRACASH: Rit. Una Foto di notte una cronaca tu che ne so già da un po’ non ti sentivo più (eehee) siamo partiti tutti e 2 dalle strade (eeheeh) siamo finiti tutti e 2 su un giornale ora che non ti rivedrò più ora so potrei essere dove sei tu (eehee) siamo partiti tutti e 2 dalle strade (eeheeh) siamo finiti tutti e 2 su un giornale

 

—-

Testo Slot Machine

Rit.
Vogliono togliermi ogni cosa che ho,che dica a loro tutto quello che so,chiedono troppo io rispondo di no,mi tengo tutto adesso prendo e non do’,come una slot machine

EMIS KILLA
Se la vita e’ una slot mi gioco tutto e punto al jackpot, punto a spaccare ogni posto come un black-block,altro giro e forse a ‘sto giro faccio i milioni ma la fortuna non gira e girano solo i coglioni,ho buone chance mo’ la gente non ci credeva,adesso vuoi un favore e’ “NO!” attacati a questa leva,io come una slot machine sentimentalmente anche baby vieni a casa mia a giocare finisci in mutande,prendo il doppio di quello che do’ pianto un gran casino in questo casino’ che si chiama hip-hop,sara’ un caso o no?Tolto questo il resto non e’ oro,sfortunato in gioco,sfortunato in amore figurati il lavoro,penso solo a me,dentro i bar creo una dipendenza ascoltano il mio rap e non riescono a starne senza,Killa beve fanculo ai tre sette sulla slot voglio sei zeri a contratto ogni volta che faccio show.

Rit.
Vogliono togliermi ogni cosa che ho,che dica a loro tutto quello che so,chiedono troppo io rispondo di no,mi tengo tutto adesso prendo e non do’,come una slot machine
e ho come il presentimento che vincero’

MARRACASH
Marra e Ki-Ki-Killa,mostra e la trilla,Cariddi e Scilla,fumo clorofilla e il flow zampilla,l’iPhone squilla,mani a conchiglia sempre piu’ fiche,sempre piu’ hit,sempre piu’ fans dicono:”Marra,sempre cosi’!”,rock’n’roll anche dopo lo spot dei Pokemon avevo sessantamila ragioni per non dire no, e come a poker bro’ tu sei un bluff io sono al top,mi presento al duello brandendo il martello di Thor,sempre fresco zio ma sono perso dietro i miei Persol,vuoto dentro Vuitton,coi diesel ma sono a secco,proteggo il talento perche’ proteggo il mio investimento,punto al jackpot,fast&furious come Toretto,sono Mr.facciatosta alla faccia vostra la caccia e’ grossa,vieni ai miei live in tenuta aniti-sommosa,questa e’ la riscossa dopo una vita vissuta street,Marracashmire manda in tilt ‘sta slot machine

Rit.
Vogliono togliermi ogni cosa che ho,che dica a loro tutto quello che so,chiedono troppo io rispondo di no,mi tengo tutto adesso prendo e non do’,come una slot machine

 

——

 

Testo Fiaba Di Strada

[Strofa 1 – Vincenzo da Via Anfossi]

Questa è la storia di un re stregone che dava vita alle parole
al primo pianto mutò in pietra il cuore
nato per essere additato come il cattivo
e dare un senso a chi ricopre il ruolo del buono.
Fu messo al mondo ogni mondo con foreste di cemento
non c’era un lupo ma un intero branco
cresce a stento, cerca cibo nel fango
l’occhio attento, non c’era tempo per il pianto.
Prese le perle dell’onore dallo scrigno del sapere
e per questo fu braccato dalle sirene
navigò le onde del destino remando nelle galere
finchè capì che il suo valore doveva valere.
Oggi vive favole ma non racconta favole
scrive col fuoco, riempie le tavole
trovò la sua famiglia nelle fauci della vita
uomini roccia è una storia infinita.

[Rit]

Principe senza corona dimmi qual’è la tua storia.

in questa cosa sono il re, il messia, il veterano
un nuovo boss come Matteo Messina Denaro.

dalla polvere alla gloria, quante prove attendi ancora.

in questa cosa sono il re, il messia, il veterano
un nuovo boss come Matteo Messina Denaro.

[Strofa 2 – Marracash]

Non c’è crew come la mia crew.
Non c’è crew come la mia crew.

La mia vita è un colossal: Ben-Hur
odore di nuova pelle nel mio nuovo BMW
nuovo tour, nuovo disco in culo al modello cool
più roccia dei Flinstone, rude modello sud.
Sono il prince del reame, delle A.L.E.R
specchio, specchio delle mie brame chi è il più reale?
Io non faccio le gare, non voglio farmi legare
il mio legale dice di negare il legame.
No remore, sono Bruto che lama Cesare
tu punti il dito zio sorrido nelle segnaletiche
logorrea.. Troppe voci
è un’Odissea.. Troppi proci.
Sono ai piani alti con piani grandi, organigrammi
attrici importanti, pessime attrici di orgasmi
stacco 30 grammi, spacco pentagrammi
è Marracash zio, musica per organi caldi.

[Rit]

Principe senza corona dimmi qual’è la tua storia.

in questa cosa sono il re, il messia, il veterano
un nuovo boss come Matteo Messina Denaro.

dalla polvere alla gloria, quante prove attendi ancora.

in questa cosa sono il re, il messia, il veterano
un nuovo boss come Matteo Messina Denaro.

 

Testo Cani Pazzi RMX

Vedi qui noi abbiamo il pedigree, come i cani,
bullterrier setter road bit, come cani,
e fischio come i cani, già me la vedo faccia in giu, culo in su, non mi stacco più, come i cani.
Tutti i cani pazzi vanno fuori per il,
come il lampo con il tuono e dopo arriva il,
queste cagne vogliono mamamamarracash, giu nel backstage senti il,
schiaffi con i calli come cani,
scacciano se metti assieme due caratteri dominanti,
e non cadiamo sempre in piedi come i gatti,
la ragione e i sentimenti scollegati,
tale padrone e tale cane,
frà chi ci governa fa il suo comodo, il popolo ora è tale e quale,
prima avevo i denti ma non avevo il pane,
ora ho i denti e il pane, ma non ho più fame, come un cane.

(Rit.)

Tutti i cani pazzi vanno fuori per il,
ma poi cadono giù, dopo
tutte queste cagne vogliono scoparsi marra,
è tornata roccia music music.(x2)

(Verso 2)

Sai com è, lavoriamo io e Del, come i cani,
cosi voi ci restate fedeli, come i cani,
un anno brucio sette anni, come i cani,
abbaiano a chi puzza e agli immigrati, come i cani,
e questo è il nostro suono,
e fa
del suono più nuovo in città,
troppo slang questo è solo per chi sa,
ogni mia rima viene ci-ta-ta-ta,
celle come acquari, pescecani, cresce cambi, organizzati in branchi,
niente gratis, nada, perchè se sei buono
qui i randagi poi si imparano la strada di casa,
razza umana addomesticata,
cè chi ti riporta la pallina, e chi invece la snasa,
chi sta con il padrone, e chi va con chi lo sfama,
musi su roccia music è tornata.

(Rit.)

Tutti i cani pazzi vanno fuori per il,
ma poi cadono giù, dopo
tutte queste cagne vogliono scoparsi marra,
è tornata roccia music music.(x2)

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

No Comments
Story Page