close
Breaking news

Lo scorso 21 maggio, Ok Computer – il terzo album in studio dei Radiohead...read more TESTO SALMO – NON VOLEVO Parli parli, ma non sento niente Quando canti b...read more Call2Play are Inoki Ness, Mad Dopa and Fabio Musta. FALLO TU è il singolo che ...read more Gue Pequeno, Non ci sei tu, Testo Mi fa strano lo sguardo perso di Chi vuole co...read more Basata su una storia di Stephen King, la serie TV (10 episodi) segue le vicende...read more Siamo giunti alla serata finale. Proclamato il vincitore. Gabbani for president....read more Perdersi tra le pagine di un libro è uno dei piaceri più belli della vita, di...read more La quarta serata è quella della noia e dell’eliminazione di 4 big. Poi c’è...read more La serata delle cover ti catapulta nel film The Purge. Una notte in cui tutti gl...read more Finalmente toccava ai giovani. Finalmente. Oh. Ecco. Che palle. Carlo Conti: 5,...read more

Testi Gue' Pequeno – Il Ragazzo D'Oro

Album: Il Ragazzo D’Oro
Artista: Gue’ Pequeno
Anno: 2011

 

01 “Dichiarazione”. (Testo)

Se… G.U.E, Fritz da cat, che cazzo di haters che siamo. Odio…
Odio gli sbirri corrotti, i preti pedofili, tutti i politici,
i cantanti falliti che scrivono sulle riviste, ora fanno i critici… (vabbè).
Il corpo di ballo che fa il balletto, inventati un passo, a fanculo diretto,
il finto mafioso che parla in dialetto,
e non è in meridione,
è nu Guè Pe Cartone;
odio te che nascondi che sei un ricchione,
come tutti in Italia e in televisione;
Amo solo mia mamma, quindi odio il dottore,
che per farmi nascere taglia il cordone,
odio queste puttane, perché per scoparle ci vuole il goldone,
odio questa nazione, perché la raccomandazione,
se non ce l’hai, non spacchi e scappi in un altra nazione;
Odio i sogni, perché tutti i giorni io soffro di insonnia;
odio il tuo tipo che ingombra,
oddio la mia tipa è una bomba,
è meglio se non apre bocca e resta in silenzio di tomba;
Odio un po’ tutti perché,
fanno un po’ tutti più soldi di me;
Odio le finte suore, le finte troie,
proprio come te, (stronze!);
Odio ‘sti quattro pagliacci, (pagliacci!),
che vestono Baci & Abbracci, (vuoi schiaffi!?),
e credono pure che spacchi la disco con l’escort e i vecchi magnacci;
Odio la finta ricchezza, la finta miseria,
l’opinionista e l’artista buonista;
Qua ogni musicista boicotta realtà, verità e cattiveria, (sisi!);
I cantanti italiani sfigati,
sempre innamorati,
una tipa li ha sempre lasciati;
I film di Natale,
i 3D via nasale,
li pippi, li becchi alla festa e mi inizi a asciugare, (bla bla bla);
Odio la tipa nel letto la mattina dopo, perchè non esiste il teletrasporto!, (perchè?),
odio spaccare, perchè sti invidiosi mi vogliono morto;
Odio chi crede nel Diavolo e in Dio,chi in tutte e due… sono peggio io!
Odio l’amore perchè è troppo ipocrita, odio l’hip hop italiano,
ogni caso umano stà nella sua orbita;
Odio il potere perchè non ce l’ho!
e la mia gente impazzisce tra un po’!
risolverà con il Po po po po! PO!
Odio Milano e la festa esclusiva,
le tasse più iva,
i radical chic sulla bici,
odio tutti i tuoi amici;
Chi parla e non sa,
chi mi chiama frà,
ma non è mio frà!
Tutte ste tipe stanno nella moda,
ma come sei fashion!
Sei così fashion che non mi fai sesso,
io vi odio tutti compreso me stesso!

___

02 “Giù Il Soffitto”. (Testo)

Rit.
“Non lo sai come facciamo il Messia col microfono in mano
sono fuori come un aeroplano (2ndRoof is in the bilding)
Non lo sai come facciamo solo noi siamo il Rap Italiano
nel locale con le bombe a mano e viene Giù il Soffitto!”

Con la penna ti sdraio faccio danni stile mani
Paquaio nuoti con gli squali dentro al mio acquario
Euro stropicciati tipe asiatiche li stirano
sul Bit faccio un casino come dopo morto il Libano
Quando arrivo dicono UOH Guè
in sta roba sono il Prince Boateng
Flow ti strangola Boa saw slang
fa saltare in aria il club
Bim Bum Bang Bang
Mi tatuo 1 euro sul cazzo
cosi quando il mio cash cresce una mi succhia i soldi e non mi incazzo
Fossi in te io già da mò avrei rinunciato zio
io sono una bomba tu lo scemo col Nunchaku zio
Io non cambio beccami giù in Metrò zio
vuoi la trasparenza del Diamante beccami giù in centro
Dalla piazzetta sono passato al palazzetto
i Dogo suonano stasera comprati il biglietto

Rit.

G.u.è dritto da MI
stà Weed mi manda sopra i tetti come Assassin Creed
Molari d’oro masticano calamari
noi Rosari al collo BlackBarry Palmari un tasto fa finire il Mondo
Hai lobi lampadari come quelli che hai nel tuo soggiorno
ogni giorno è capodanno è il mio compleanno
Su di me hai senti di tutto su di te ho sentito niente
non moriremo mai Highlander
La fama mi precede dopo arrivo io
tutto fatto sul Mercedes dello zio.
Dio non vede il diavolo intercede
lente Vintage filtra tutti voi fottuti Aiter
vicino a voi sembro più grande tanto scarsi siete
Cerca Guè Pequeno nel vestiario
bestiale nel vestiario
bastardo nel rimario
E tu devi impazzire stronzo
quando mi vedi nel locale
che verso più shampoo di Johnson & Johnson

Rit.

E viene Giù il Soffitto frà
sè G.u.é
crem della crema
MI

___

03 “Ultimi Giorni”. (Testo)

Alla ricerca della felicità (Dove sta?)
Io sognavo di spiccare il volo, ora che volo è tutta mia la città
ma non ha senso se volo da solo.
Guardo avanti non mi volto mai, come fate ad amare per finta?
Passa il tempo ma non svolto mai, buttami giù dal cielo, dammi una spinta.
Tatuaggi in vista come un ribelle pensavamo di spaccare il mondo
invece ha vinto chi ce li ha sottopelle e guardiamo tutto andare a fondo.
Vedo male e solo come un cane forse è meglio se non metto a fuoco,
hanno uso catrame e filigrane, l’emozione dura troppo poco.

Rit.
Sai che non c’è amore se mi stai usando e io uso te
i soldi parlano e tu li ascolti più di quanto ascolti me
Siamo sempre soli si, siamo davvero liberi
i giorni passano e li vivo come se fossero gli ultimi.

Certe volte vorrei piangere per provarti cosa so provare,
ma non mi escono le lacrime, dici “L’amore non si può comprare”.
Guardo solo i colori dei soldi, cosi ho un arcobaleno in tasca,
ancora inseguo dei biglietti sporchi e alla fine la somma non basta.
Tra la paranoia e il paradiso, l’ascensore va al decimo cielo
ma si è rotto ed è bloccato al primo, ti assicuro nessuno è sincero.
E il mio cuore è senza batteria e nessuno riesce a ripararlo,
è meglio se non mi fai compagnia, te l’hanno detto che sono un bastardo.

Rit.

Ma tutte quelle tipe, quelle banconote le hai viste
in piedi come faccio a essere sempre triste?
Tu sei perduto quando il vento soffia via le piste:
o sei nato per sta vita oppure non esiste.
Affondiamo dentro il Moet & Chandon
le tue frasi d’amore tutte uguali un carillon.
E quando arrivo in alto e poi non so più scendere,
una stella è sempre sola perchè pensa solo a splendere.
Prova a farmi sanguinare senza che mi buchi,
provami a scottare si ma senza che mi bruci,
prova a farmi innamorare senza trucchi,
rendimi felice quando spengono queste luci.

Rit.

___

04 “Il Ragazzo D’ Oro” feat. Caneda. (Testo)

Per questi soldi divento pazzo
Ma una banconota è meno lunga del mio cazzo
Pesa zero virgola otto grammi
Così leggera ‘sta bastarda, così grossi i drammi
Telecomando, stai muto in pausa
Lei resta in mutande come se ha perso la causa
Soltanto troie, zero regine
Questa non è una Repubblica è un regime
Stile originale come il peccato
Tu fai cagare, che peccato!
Chi se ne frega, chi sei, cosa fai?
Mi fai una sega, megadrive
La vita è solo troie e milioni
Lo dice Ice Cube e pure Berlusconi
La bionda che con te mi sta simpatica
Per una ricarica, ci pompa idraulica
Sto mondo cane mangia poi verrà mangiato con noi dentro
Ma tanto a noi ci risputeranno!
Jordan 7, zero Diadora
Flow macete GuèPe Dio ora!
Lingua di piombo ratatà
Senza occhiali, Avatar
Tu non sei buono, sul beat sei molle
Io te le suono, si-be molle
Scrivi Club Dogo, cerca su Google
Poi metti più grana, pasta al sugo!

Rit.
Vedo rosso, Marlboro
Vedo giallo, Sapporo
Io non rappo, mi sollevo dal suolo
In maglia Polo, Il ragazzo d’oro, il ragazzo d’oro, il ragazzo d’oro, il ragazzo d’oro!

Ti frego all’ultimo, Benny Blanco
Latte macchiato, no grazie, bianco
Bella serata ieri, no, in bianco
Tu pisci scuro, io bianco
C’è qualcosa Grieco di bianco sul banco
Vincenzo da Via Anfossi , no da Bianco
A Milano chissà perchè il cielo è bianco
Il mio jeans è zarro perchè è bianco
A casa piscio in un cesso bianco
Nel club rimorchio un cesso bianco
Il baffo della mia Nike è sempre bianco
L’occhiale di Gucci che rubo è bianco
Lo scooter bianco
Il Chianti bianco
Non stai molto bene frà, ti vedo bianco
Il calzino bianco
Blackberry bianco
Piscio sul tuo marmo perchè è bianco
Arancia meccanica no in bianco
Tavolo bianco
Latte più bianco
Tutti rigorosamente in bianco
Bianco, la pupilla che dilato
Di bianco come Sizal sul palco
Qui sembri un po’ di gesso bianco
Mangiato pesante, riso in bianco
Perdo il controllo vedo bianco
Emi perchè fissi il soffitto bianco
A Miami in completo bianco
Lampo bianco
Sveglia ‘Neda giornata nera spero in un pò di bianco!

Rit.

Chi sono quei due, Twin Tower
Mullah Omar, Bin Laden
Rob De Niro, Al Pacino
Scorsese, Cimino
Chi sono quei due, Torri Gemelle
Zè pequeno, Benè
Snoop Dogg, Doctor Dre
Maradona, Pelè

___

05 “Non Lo Spegnere” feat. Entics. (Testo)

[Entics] Rit. X2
Ho qui ciò che fa per te
io so darti il fuoco baby non lo spegnere
doso la mia forza so che tu sei fragile
mi rendo innocuo in questo gioco
lascio che sia tu a dettar le regole (Rit. x2)

[Guè]
(Senti)
Baby potremmo andarcene lontano
da questa città
mano nella mano dove nessuno lo sa
qua parlano, parlano quando ci vedono insieme
e cresce la discordia se la gente sputa terra e seme
e sussurro i miei segreti all’orecchio
meglio di un’imbosco di terresti dentro al lucchetto
e perché mai soffrire se la vita è questa
lavorare e poi morire dopo cosa ci resta?

[Entics] Rit. X2

[Guè]
La mia vita veloce è fatta di rocce e troie
bugie, soldi, balordi e bocce
portando appresso sta croce
sono in prigione senza la tua carnagione
perdo la ragione come se mi fumo anch’io una piantagione
cerco di fare musica immortale
in uno studio ma
più scappo da sta vita frà
più io mi ci rinchiudo
ma io ti cerco sai che non mi voglio arrendere
baby ti vengo a prendere, ora ti vengo a prendere

[Entics] Rit. X2

E sai perché?
Sei la sola in grado di distrarmi
getto le mie armi
quando sei con me
non ho più tempo per,
per magari smettere
tu sei come un vizio
e io non riesco proprio a smettere
ho un indizio che conduce a te
ti sto venendo a prendere
troppi infami tra me e te fanno da ostacolo
ma voglio oltrepassarli
adesso non posso più attendere
sono sopra un treno e
no, non voglio scendere
no, non voglio scendere
no, non voglio scendere
nonostante tutto
io ti vengo a prendere
io ti vengo a prendere
io ti vengo a prendere

[Entics] Rit.

___

06 “Figlio Di Dio”. (Testo)

Il figlio di Dio.
G.U.E.
Busdeez sulla track.
Che Dio ti benedica frà.

Sono il Cristo tatuato coi tradizionali
scendo fatto da un palazzo di quaranta piani
a predicare tra corrotti, pazzi e criminali
ballerine di lap – dance miste tropicali.
Spero che una doccia mi lavi la coscienza
diventare ricchi frate è fantascienza
per un lavoro cercano chi ha già esperienza
ma se non me la fai fare, è chiaro, resto senza.
Il futuro non è più il futuro di una volta:
la sottile linea rossa di una vita corta
e sono io appoggiato all’angolo per caso
Dio l’ho cercato come un angelo nel naso
ma ho perso anche me stesso e fumo questa Weeda
se sto fermo e aspetto solo che il demonio uccida.
Non credo a quel che dite voi, state sicuri
io la verità l’ho sempre letta sopra i muri.

Rit. X2
Il figlio di Dio
stava coi bugiardi e le puttane come faccio io
perdermi per ritrovarmi prima dell’addio
una plastica facciale e poi scappare a Rio.

Prego una Madonna zarra con le tette finte
l’adorano le anziane, bimbe, donne incinte
le porto dieci gin in dono dietro le quinte
perché mi faccia andare su canale 5.
Io scrivo solo merda dentro una canzone
perché è di merda che guastano le persone.
Impari a vivere solo la vita che puoi
perché quella che vuoi veramente non puoi.
Frate, non sono una star e non so stare al mondo
frate, chi nasce quadrato poi non muore tondo.
Abbiamo le mani calde con i cuori freddi
e gli occhi rossi e blu come gli occhiali 3D.
Guardo il taglio nella busta: è grave, è da ospedale
come me non conti un cazzo quindi tutti uguale.
Sto spalmato sul divano tipo marmellata
e lei grida come se tu non l’hai mai scopata.

Rit. X2

Ok.
Guardami mentre cammino sull’asfalto
moltiplico il cash
trasformo l’acqua in champagne
e altre pagliacciate
come faceva Gesù
che non ha mai insegnato un cazzo a nessuno
non ha mai salvato l’umanità
cercava solo l’attenzione della folla
… proprio come me!

___

07 “XXX Pt. 1 (Softcore)” feat. Baby-K. (Testo)

[Baby-K] Rit.
Saliamo sopra un jet
Lontano dallo stress poi…
XXX
così scordi la tua ex
Andiamo via da qua
scegliamo una città e poi…
XXX
baby scorda la tua ex

[Guè Pequeno]
Pensavo di checkarti come il microfono
Se ce ne andassimo in un posto più comodo?
Farti i raggi X come un volo Caracas-Napoli
Il mio tipo di miss con più curve che ad Indianapolis
Sei sofisticata, non capisco i tuoi meccanismi
se non sei fidanzata kiss me prima del XXX
vuoi fumare o vuoi stare sobria?
champagne o vodka? Vuoi stare sopra?
Mi chiamo G e con le rime sono il capo
Dritto al punto G, Gucci Store in Montenapo
Vuoi un avvocato o vuoi un depravato?
Posso portarti in alto anche senza jet privato
Il tronista è un flop, vai sul sicuro
con il liricista top del top da zona uno
Atterro stasera ti dico quando
Non sono ancora ricco baby ma ci sto provando!

Rit.

[Baby K]
Vengo dagli anni otto-zero
curve infinite come l’otto e lo zero
sul serio aprirò il tuo cielo
Mister mistero pilota il mio aereo
Vuoi presentarmi, love story con rap Barbie
tu vuoi farmi, ma l’ex vuole farmi fuori
Sono una diva tipo Madonna
Non credo in Dio ma griderei: Madonna!
Tu sei il mio Willy Wonka, andiamo in fabbrica
Notte magica, sarò la tua favola
Via da qua ora diamoci una punta
Una croce sopra all’ex assomiglia a un Umpa Lumpa
Andiamo nel privè di Guè io e te
Poi su da me con la scusa del caffè
E dopo i drink, ho trick su trick tipo Copperfield
Sono l’America, baby scoprimi!

Rit.

[Guè Pequeno]
Io sono meglio del tuo ex
di quello che hai adesso e del tuo prossimo boyfriend
si accettano scommesse
a quota diecimila metri dal suolo,
G.U.E. la compagnia di volo
Ok, ok, voi rapper siete più street
Io mi specializzo nel fare fare alle tipe strip
Dopo il mio show voglio uno show privato
Su questo beat vuoi un pò di vitamina G
(G U E, vitamina G, G U E, vitamina G, G U E)

Rit.

 

___

08 “La G la U la E”. (Testo)

Vedi Guè, vedi un euro ambulante
come un chilo vivente, una macchina da contante
e a suon di centoni stampo in faccia il flow come ceffoni
taglio come Chef Tony
Tu fai paura, m’han detto
io sulla track frà: il principe dei mostri, come Carletto
E questi rapper più sono falliti e più non stanno zitti
E’ dall’inizio che sono finiti e li saluta Kitty.

La G la U la E
rap, capo non confonderti tu non sei me

Con il mondo ci palleggio come Wade
Faccio canestro nel sole e lo spengo
Nemmeno se ti presto il Rolex tu vai mai a tempo
Parli di hip hop ma non centri una minchia frà
Come in una cinghia di castità
Produco dopa come un cocalero
Ma io coca zero, tipo bibita
Fumiamo ganja chimica
Dal duomo al Trocadéro Bandolero style..
Il mio disco esce domani zio, il tuo disco esce domai!

La G la U la E
rap, capo non confonderti tu non sei me

Conto le pecorine prima di addormentarmi
La tua tipa a missionaria la missione da commissionarmi
In quei momenti mi diceva
“Guè chiamami troia”, Dio solo sa quanto era sincera!
Parlo di soldi e non va bene perché non li fai,
parlo di fighe e non va bene perché non la sdrai,
parlo di stile e non va bene perché non ce l’hai,
parlo di roba seria e non va bene perché che ne sai?
(E che cazzo oooooh)

La G la U la E
rap, capo non confonderti tu non sei me

Gli mc si fanno il segno della croce quando arrivo
Sposano Gesù perché li ama anche se fanno schifo
Sono scimmiato, il mio stile è malato come ad Arkham
Tu mi cloni le rime, io ti clono la carta
E se ti piace hardcore, e sei uno schianto come un Concorde
D’accordo, ti schizzo sul Tom Ford
Resto tutto bruciato tutto Gucciato
Entro nel posto la saluto e frate già gliel’ho pucciato.

La G la U la E
rap, capo non confonderti tu non sei me

Fammi accendere, grazie… non lo spegnere e poi datti fuoco
che fai un favore a tutto quanto il globo, rilascio
stili crudi come il chirashi
Ivan Bodganov
Col microfono in mano
Sei troppo forte a scrivere in bacheca
Ma ogni parola che si spreca frate io guadagno un deca,
Tutto esaurito nella discoteca
Il messaggio è palese
Mi fate una sega come il massaggio cinese.

La G la U la E
rap, capo non confonderti tu non sei me

Ah, ah, ah, keep it Guercio frà, Zonta on the track, G.U.E., M.I. la città, è così che va.

___

09 “Il Blues Del Perdente (6 Gradi Di Separazione)”. (Testo)

Io e te, sei gradi di separazione,
collegano a chiunque solo altre cinque persone,
brutta situa accade sempre per una ragione,
ti prego stai zitta (shhh) senti,
perchè quando io parlo in rima faccio brutto come zio Carlo in romanzo,
il tuo tipo: no, non sa farlo,
antidepressivi e bocce di shampoo,
come sono conciato, mo parto.
Dall’amarsi all’odiarsi, in cinque passi di disastri fino a lasciarsi,
come i bravi ragazzi coi cani pazzi
le brave ragazze col pedigree se si incrociano con altre razze,
politici e criminali per cinque sporchi intermediari,
per cinque finti ipocriti cattolici valori italiani,
fate gli alternativi:
cinque punti nel contratto e siete commerciali.

Rit.
Fanculo al rap, strass e paillettes, stress e soubrette, cervello in crash,
l’italia è trash e so che tu sei come me man,
vuoi uccidere il tipo della tua ex e sei in para per il cash.
Io e lei, solo sei gradi che ci separano, la guardo camminare e sogno che si azzerano,
potrebbe togliere quest’ansia dalla mia stanza, potrei affidarmi a una sostanza.

Io e te, sei gradi di separazione,
massimo cinque passi ti collegano all’errore,
dalla culla al creatore, da Saint Tropez a San Vittore,
io sono a cinque zeri dal fare un milione,
inferno e paradiso, tra il purgatorio e l’obitorio,
cinque bicchieri mi separano da un sobrio,
dalle lacrime a un sorriso in cinque differenti smorfie del tuo viso,
la quinta bugia, poi completa ipocrisia
dalla canna alla stagnola in cinque tipi di droga,
gli ultimi a scuola, cinque classi primi nella vita,
dici sempre la parola infame, non sai quanto ti si addica,
tra un povero e un potente cinque fermate,
io aspetto il bus canto il blues del perdente,
voi rapper siete un pò esaltati ma tra me e voi non bastano sei gradi,
non bastano sei gradi.

Rit.

Sei gradi mi separano dal resto,
scrivo questa merda mentre tu non fai testo,
in braccio ho un arma, me la punto in testa, cinque minuti fa abbracciavo mamma vediti il dramma,
gradi di condanna, gradi di parentela, quanti figli di puttana
io me ne fotto dell’italia, è una repubblica fondata sulla mafia,
dalla vittoria alla sconfitta il tempo di una paglia,
zero bimbiminchia zero tv,
è un infinito sbattimento questo per Roc B
questo è per la gente normale… normale.

___

10 “Big!” feat. Entics, Ensi, Ntò, Marracash, Jake La Furia, Nex Cassel. (Testo)

[Ensi]
Fatemi spazio in tutti i sensi,
ci vado largo come in macelleria che faccio lascio,
flow carico mi chiamo Ensi non ti risparmio
ti tengo appeso per i piedi che faccio lascio?
Vuoi salire tra i big? No cadi
Chi fotte con lo stile One Mic? Nobody
Magari volevi fare il capo Ma io sono più grosso
più grosso del mato.

[N’tò]
Più che street mi sento Avenue, eventualmente Boulevard,
la vita mia il culo di marmo è meglio che la eviti
A casa sua un leopardo ha un tattoo don’t touch my family
E’ molto femminile ma ti fa tenere giù le mani
Essè la ma perchè non lo dire a me perchè a Secondigliano in giro prima di Ginevra
Non credo amici a chi lo manovra Sono così gigante che piove se piscio da sopra!

[Entics] Rit.
Big! Vuoi fermarmi ma non posso
Vengo con tutto il team e quando posso Big!
Seguo il filo del discorso perché ogni giorno diventa più grosso!
Big! Dacci tutto ciò che è nostro sennò non ci credono i nostri non ci vengono
Voi non siete come noi e non lo sarete mai!

[Jake La Furia]
Scusatemi la spocchia, ma sono un BIG come Notorious
Mai andato sulle ginocchia come Pistorius
Maschio alfa dalla giungla col Duomo
Ti sfonda il culo come al bunga bunga no homo
Io voglio arrivare al cimitero con le tasche vuote
Abollo quattro ex e guido un missile con quattro ruote
Sono più star di Star Trek
In giro sono un vero Big più Big del Big Mac!

[Marracash]
Sto sul cazzo a molti come la Candida è dura
Voglio un premier donna le appoggerei sta candidatura
Ricorda meglio proprio nuda che Cocconuda
Filetto al sangue sangue dal filetto troppo cruda
E’ inutile che spendi è inutile che ti griffi
Nella tua famiglia il cane è più intelligente come i Griffin
Portami rispetto a mia madre portano la spesa
Sono in pace adesso ma non sono Madre Teresa!

[Entics] Rit.

[Nex Cassel]
Non fare il V.I.P.Non sei Notorius B.I.G.Rap pugilato, sai quanti palloni gonfiati ho gonfiato
Di tipi grossi come te ne ho visti molti quando vanno giù fanno dei grossi tonfi con i visi gonfi Bevo grosse magnum, fumo grossi blunt,
tu tocchi tette grosse addosso a dei grossi trans
Casini, quantitativi impianti grossi non farti i cazzi nostri se non vuoi dei cazzi grossi!

[Guè Pequeno]
In sta roba sono grosso il mostro finale
Invece che su MTV dovrei stare su Animal Planet
Voi rapper siete piccoli Lillipuziani
Io rappo sono Gulliver figli di puttana
E’ dai tempi che hanno ucciso l’uomo ragno frà che il Guercio entra di corsa con una novità col rap Sei fottuto sbagli il pin non hai il PUK
e se fai davvero brutto non scrivi su Facebook!

[Entics] Rit.

___

11 “XXX Pt. 2 (Hardcore)” feat. Zuli, Emis Killa, Vacca. (Testo)

[Zuli] Rit.
Stai così come piace a me,
Quando sei porca sei sconvolta e spettinata,
Senza slip, reggicalza e geupiere,
Sei spudorata e cerchi chi ti tenga a bada,
Quando sei nuda e vuoi il mio strip ti faccio un XXX,
Se lo prendi non lo molli perchè XXX,
Quando vengo non ti togli perchè XXX,
I tuoi sogni più proibiti sono XXX.

[Guè]
OK
Se vuoi andiamo a cena (Dove vuoi)
Ok,
Così per fare scena,
E poooooi,
Ci beviamo una cosa,
Ma sai che è tutta una posa,
Che dopo corriamo in Hotel o a casa,
Togliti le scarpe, schiaffi sulle chiappe,
Pelle caffè latte, vuoi leccare il rapper,
Io metto la faccia in mezzo a delle quarte,
Io metto la faccia nelle parti basse,
Guarda che è il mondo che è piccolo,
Quindi “Tocca Qui” come gli Articolo,
Labbra gonfie più un canotto,
Fai più di un chinotto,
Io e te nello specchio mi spacchi sto sotto,
Ho gli skills sul tuo click urlo XXX,
Come il gruppo settanta ti do Dick Dick,
D&G , Givenchy , I don’t give a shit
Se sei chic , Se sei street , fai la vip , fai lo strip.
Sputo sulla pussy come sugli scarsi,
E dopo la schiaccio come Agassi
E faccio splah ah ah sì ,
Cash sotto i materassi, se ci sali sopra sono cazzi,
Che culo Kardashian, Ogni tipa è famosa è un assaggio,
Di lei sono entrato nel personaggio,
Manga porno,
Via un tanga al giorno,
E’ il manga porno di un tanga al giorno!

[Zuli] Rit.

[Emis Killa]
Lascia a casa le amiche cozze,
Fatti offrire due bocce,
Porta solo le amiche zozze,
Vieni a farti dare due botte,
Femminista come Chanel,
Sogni la bella vista e la Tour Eiffel,
Ma bella non ti ho mai vista e quindi ti schiaccio dentro al Motel,
Boom Boom il rumore che faccio quando ti sculaccio e ti sfondo il ****,
Boom Boom il vicino che si è svegliato e adesso bussa sul muro,
Ora che ho sonno puoi farla finita con questi abbracci,
Oggi sei mia da domani puoi farla finita, non piangere mica,
Ma in fondo mi piaci , Mostri affetto coi baci,
Quando ti metti nel letto e piangi,
Perchè io e i miei non ne siamo capaci di fare regali , di essere falsi ,
Smetti di credere ai sogni, non troverai in me quello che non si trova negli altri,
Per noi maschi: Voi tutte troie, Per voi donne: Tutti bastardi,
E intanto spacco ste quattro sceme, io vengo, lei viene,
E le lenzuola ora son così piene che sembra di stare alla banca del seme,
Chiami e dici che c’è un ritardo, Io riattacco mi vesto e parto,
Dalla cornetta gridi bastardo, Per me sei questo: Sesso e nient’altro.

[Zuli] Rit.

[Vacca]
Mi chiedi come va,
Rispondo tutto ok,
Mi richiedi come va,
Chiedilo alla tua lei,
Ste scene troppo hard,
Stupide senza charme,
Ci vuole superman in mezzo mica un ChiChiMan,
Serve una mazza e scalpello oppure il mio uccello,
Per arrivare li in fondo, per abbaterla,
Non indosso la maschera e il mantello,
Non so chi cazzo è Robin,
Io tutto il contrario di battyman.
Da dietro come un cane mentre lei mangia il suo food,
La lascio stare solo quando la sua pancia è fool,
Ne vuole ancora, sono pieno come al Carrefour,
Qui non c’è trama e non c’è amore mica è beautiful.
Io lego al muro queste schiave poi butto la chiave,
Le lascio al buio imbavagliate, non le sento urlare,
Mi chiedono di fargli male, Che possa esagerare,
Che nella vita tutto si deve provare.

[Zuli] Rit.

___

12 “Grezzo” feat. Vincenzo Da Via Anfossi, Montenero. (Testo)

[Intro – Guè Pequeno]
Uh-uh!
2nd Roof is in the bulding
Per fare un pazzo grezzo, ho chiamato due grezzi
Bella Montenero, bella Vinz
G.U.E.!

[Guè Pequeno]
Rimo da quando i frà non digitavano ma litigavano (ooh)
Cremo e spiro nebbie di Avalon
Sono una leggenda in pieno effetto (se,se)
Come quella bamba che poi mangi, scopi e vai a letto (ahah)
E resto sempre grezzo (Frà)
Chiesto prezzo? (tu)
Fatti una vita (zio)
Fatti una tipa
Sempre fuck police ancora a cappella
Sai che spacco i beats e pure a cappella
La tua tipa a zonzo sale sul mio dondolo (se)
E non rappi stronzo tu sei raperonzolo (ahah)
Nel quartiere chic giro in tuta di felpa
Ho una tuta diversa bazooka su a bestia (uuh)
Pensate che il successo mi ha cambiato? siete pazzi!
Giro ancora coi ragazzi con le tasche piene di sassi
Come Giova,(aah!) questo pezzo Doc Rock
Una roccia gros-gossa come un uovo alla coque (uh)
E tu non disturbarmi se non è per il Nogra o per la Gafi
Il flow bombarda chiamami Gueddafi (oh)
Ti si sposta la mascella tipo un e-sorcismo
Così non puoi più abbaiare devi stare zitto! (shh)

Rit.
Vado tutto fatto in TV (uh)
Ho mille porno dentro al Macbook (uh)
Zarro pure col completo blu (uh)
Non c’è crew come la mia crew
Sputo su sti rapper (puh)
Lo uso solo per scopare Facebook (uh)
La metto faccia in giù chiappe in su (uh)
Non c’è crew come la mia crew

[Vincenzo Da via Anfossi]
DDD.OOO.GGG.OOO se cerchi il suono grezzo
Eccoti Benz in mezzo
Ne stendo basta per cento poi sighe le accendo
E’ come in Chiesa con l’incenso..ma con Vincenzo!
La differenza tra gli schiaffi e la Madama
E’ il suono e il rumore tra gli scacchi e la dama
L’infamia e l’onore
Il mio tenore di vita resta il Giappone
Sesso droga money money money senza estradizione
Sul palco col piede di porco
Nel backstage sono sempre più storto
Della pizza ne taglio e l’asporto
Prendo l’osso finchè non lo sporco
Non cambio mai lo senti anche in questa traccia
Ma cambio il ferro dopo l’ennesima tacca
Il Guercio rima da quando
Mio fratello era già dentro e io sfiancavo vulve dentro un Volvo bianco
Ora con la tua tipa sul cazzo nella disco
Mentre col culo stappa bocce di Dom Perignon!

Rit.

[Montenero]
Rubo da quando avevo lo StarTac dentro il bomber
I primi soldi li ho investiti nelle prime pompe
Poi son passato dalla mamma ad una gatta morta
Dentro i cessi dentro i letti, anche due per volta (due)
Sti rapper pacco senza stile si fanno film strani
Me li immagino incularsi come dei cani
Con la mia crew facciamo storia tipo manuale (storia)
Tu e la tua crew preistoria frà L’era Glaciale
Tutta ‘sta scena ora mi sembra una sfilata omo
Sono cresciuto baccagliando fighe sotto al Duomo
Chi viene contro il Dogo è un pazzo da manicomio
Io vado tutto fatto anche al mio matrimonio
Killer con il flow dentro a ‘ste strade oscure vedi (se)
Rappresento al top vero dalla testa ai piedi
Sto dentro a una realtà non dentro al tuo videogioco
Bevo al bar con i frà giusto poco poco

Rit.

___

13 “Pillole” feat. Duellz. (Testo)

[Duellz]
Ne butto giù una dietro l’altra come Pacman
scappo dal fantasma, l’unica che ride è la mia ansia
mi nascondo in una grotta come Batman
ormai credo più nel Moment che nel Mantra
il mio fegato che piange le reni filtrano sabbia
non va più latte più va latte di geco
vallate nella mia mente aspettano il disgelo
la pillola va giù, aspetto che superi il plesso
il momento perfetto quando fa effetto
il nuovo luminare, caccia zombie come nelle savane,
cambia Cale con Fiale
porta l’entropia il mondo alla moviola
sono io che vibro, non il Motorola
ma quale terapia?
con Pascal e Molière immaginari sono in sintonia.

[Guè Pequeno]
Ho delle fitte nel corpo, questo è Wodoo
e so che questo a farmelo sei tu! Proprio tu!
durano da troppo mi sa che mi odiano in un botto
io pure vi odio così tanto che scoppio
di cattivo umore, valchirie mi cavalcano sul cuore
prendo pastiglie multicolore (dammele)
e c’ho una faccia tipo Made in China
non ci sto dentro senza medicina
pure se non fa freddo tremo
in paranoia pure se non gremo
non è che ora divento buono e prego
la religione è un’assicurazione contro la morte
resto dannato e muoio due volte
le butto giù
una per tirarmi su
poi una per la calma
quel figlio di puttana del Karma
e grazie per starmi vicino è un brutto momento
ma se mi passi le mie pillole son più contento.

Rit.
Solo e sempre solo paranoia, paracetamolo,
bombe anti-deprex, il cervello con le crepe
benzina a benzodiazepina si consiglia una pastiglia dopo i pasti
ansiolitico è un amore chimico
confetti colorati, con effetti non desiderati,
ibuprofene mentre tutto quanto se ne
va a puttane come a Tallin
tipo tre righe di Aulin
mille milligrammi sovradose
che vita meravigliosa!

[Guè Pequeno]
Mamma non mi sento bene risucchiato dalle streghe
il sangue nelle mi vene va al contrario, vita breve
qua di super c’è soltanto il super alcol
il futuro è morire d’infarto in un posto caldo
un tot di brutte robe che finiscono per -ite
tipe inviperite, polvere di kriptonite
fanculo al libretto delle istruzioni
ne prendo sempre il doppio occhio alle contro indicazioni
ormai sono assuefatto
e c’ho una pasta pure per il cazzo
una perché sei pazzo
l’ho visto nel cassetto una pillola perché sono depresso
speriamo faccia effetto sto mal di testa lo detesto (ahia)
fai la ricetta che faccio incetta
do il cash a sti dottori ma nessuno che ci azzecca (nessuno)
io spero che domani sarà meglio
io spero che domani Frà mi sveglio!

Rit.

___

14 “Non Mi Crederai” feat. Caneda. (Testo)

[Caneda intro]
Tu non parlare che io già lo so quello che tu chiedi
Tu chiedi il potere
Tu chiedi quello e quello
E io sono quello che ti da il potere, io mi faccio tuo protettore
Ma non devi fornicare con l’amuleto, perché se fornichi con l’amuleto
Tu muori
Da oggi non ti chiami piu Guè tu da oggi sei Guè Pequeno
Guè Pequeno cresce, Guè Pequeno cresce, Guè Pequeno cresce.

[Guè Pequeno]
Se questa è vita
Io la diserto, i tatuaggi sul corpo sono la mappa per arrivare al tesoro che cerco
Trovo un castello di sabbia in mezzo al deserto
Speravo che fosse diverso mi disconosci
Dormo sul fondo del mare coi pesci di Horiyoshi
La terra in fiamme io resto qua a bruciare
Le persone brave salgono sull’astronave
Ti fumi i miei frantumi piango cieli e fiumi
Spremi il mio cuore in uno spremiagrumi
In questi casi i soldi sono i più bravi a chiedere scusa
I sogni sono nel cassetto senza la chiave la serratura è chiusa
e tu sei una bugia ma con le gambe lunghe
Io che mi bevo il cervello e mangio le unghie
Ho sempre capito tutto dopo come quando si è troppo piccoli
e adesso?! canto con i sottotitoli
Perché sono fuori da questo mondo e sto dietro a queste parole
mi credo forte
Il debito che ho con Dio è che gli devo la morte.

[Caneda] Rit.
Soldi nelle mie Nike
sogni dentro il mio mic
mostri dentro i miei guai
Alle mie ciglia so che non mi crederai
Soldi nelle mie Nike
sogni dentro nel mio mic
mostri dentro i miei guai
un battito non smette prende una pausa

[Caneda]
La terra gira ma noi non la sentiamo
il mondo cambia ma non ce ne accorgiamo
Il cielo piange ma noi non ci bagniamo
A me non mi crederebbero neanche se mi mi chiamassi Ivano
Fumo un pacchetto di noia dopo spaghetti di soia
Questa notte che sembra un po’ dipinta da Goya
Yo cu yo no son cesare ferite sotto la toga sul femore
E dammi un bacio perché non so se torno
Sono brando del crocifisso fronte del porto
Nei miei occhi ho tutta la rabbia del mondo
faccio Vallanzasca e torno.

Rit.

___

15 “Conta Su Di Me” feat. Caprice. (Testo)

[Caprice] Rit. X2
Per quello che vuoi
quando vorrai
baby lo sai
conta su di me.

[Guè]
Baby non so se svegliarti là fuori sono giorni dannati
e tu sei meglio degli altri
siamo fatti della stessa materia dei sogni
siamo attratti come due poli opposti
saremo ricchi senza contare i soldi, liberi senza contare i giorni
conta su di me tipo: quattro cinque e sei
sai che ci sarò perché so che tu ci sei
tieni a mente che per te io darei tutto anche se non ho niente
l’amore uccide lentamente
ma conta su di me tipo: sette otto nove
se mi chiami arrivo dimmi solo quando e dove.

Rit.

[Guè]
Ci siamo fatti da soli quindi chiaro ora stiamo assieme
so che fai tre lavori e sta vita ti spreme
queste iene ci danno solo male di vivere
va bene finché ti vedo sorridere
sopportami anche se sono un danno
perché è solo con te che posso andare dove in pochi vanno
posso riuscire a fare quello che in pochi fanno
in cambio ti dirò quello che in pochi sanno
se sono tra la gente ed il cel non si sente
in un altro continente ed il cel non prende
non preoccuparti, allacciati le scarpe
quando torno questa strada sarà il nostro red carpet.

Rit.

Sai che, sai che, sai che
è ora che molli il tipo che sta con te
sai che, sai che, sai che
che puoi chiamarmi anche di notte alle tre
sai che, sai che, sai che
conto su di te e tu conta su Guè
sai che, sai che, sai che
ti amo

lo sai, conta su di me, ooh, see
dj Shablo, big boy Caprice
G.U.E’.

___

16 “Da Grande”. (Testo)

Dedicato a chi non vuole crescere mai
chi se ne frega di dire ai guai bye bye
I tempi in cui volevi fare l’astronauta
senza nessuna sbatta
senza pensare a come ce l’avresti fatta.
Io rompo ho chiuso
con un occhio un po’ più chiuso
vent’anni dopo mi è rimasto ancora il muso.
Da bambini siamo già cattivi
ma in assoluto sciallo
senza l’ipocrisia dei grandi nel mascherarlo.
Da ragazzo ero ancora un bambino
con le parolacce la rabbia di dire tutto in faccia.
Lo zaino coi libri mi stava stretto
per fare i soldi veri o sei già ricco o sei disonesto,
io non volevo diventare grande
però volevo diventare un grande,
e allo specchio imitavo i miti
sognando le donne la fama i soldi e i vestiti.

Rit.
Io non volevo diventare grande
però volevo diventare un grande
e ora che sono diventato grande
mi accorgo che non sono affatto grande.
e non volevo mai farti del male,
e mettere sulle ferite il sale
ma tu mi insegni
a realizzare i sogni
e ora i miei sbagli
sono solo dettagli.

Ehi guardami adesso
ho avuto un po’ successo
ho due tipe nel letto
e un po’ di grano adesso
ora non protesto
chi lo faceva mo lavora in banca
e il mondo non si cambia
qua resta lo stesso
ora non professo
nessuna fede ma mi spingo sempre più all’eccesso
il cervello manomesso.
Ed ora odora il sangue
la mia ragazza piange
perché lo fatta diventare grande troppo presto.
recluso dentro un ruolo
recluso dentro un suono
più mi rialzo dal suolo
più rimango da solo.
il mio sistema nervoso
è molto nervoso
faccio il viaggio
ed il paesaggio è molto nevoso.
ho rubato una pistola a mio padre la tengo in casa
la testa tra le stelle i pianeti come la NASA.
E ora che sono grande grosso e fiero
capisco che non sono affatto grande per davvero.

Rit.

Da quando calo a picco
che manco sono ricco
scrivo la roba più vera che abbia mai scritto.
tu che mi dici spesso: ma quando crescerai?
io che dico a me stesso: non cambiare mai!
sempre fedele al codice
come un samurai
dici sta vita non ripaga quando ne uscirai?
ora il microfono è spento
la musica finisce
e mio fratello è finto
un fratello non tradisce.
Ed eravamo amici
ma sei talmente pieno di sta merda che non credo più a niente di quello che dici.
Ora mi strappo la pelle e butto la maschera a nudo
cuori polmoni nervi cervello e anima e crudo.
Pensare ai bastardi che sono i grandi
e la falsità
che preferisco restare un bambino qua.
Ognuno per se stesso
devo rialzarmi adesso
e onestamente il tuo giudizio io non l’ho mai chiesto.

Rit.

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

No Comments
Story Page