close
Breaking news

Lo scorso 21 maggio, Ok Computer – il terzo album in studio dei Radiohead...read more TESTO SALMO – NON VOLEVO Parli parli, ma non sento niente Quando canti b...read more Call2Play are Inoki Ness, Mad Dopa and Fabio Musta. FALLO TU è il singolo che ...read more Gue Pequeno, Non ci sei tu, Testo Mi fa strano lo sguardo perso di Chi vuole co...read more Basata su una storia di Stephen King, la serie TV (10 episodi) segue le vicende...read more Siamo giunti alla serata finale. Proclamato il vincitore. Gabbani for president....read more Perdersi tra le pagine di un libro è uno dei piaceri più belli della vita, di...read more La quarta serata è quella della noia e dell’eliminazione di 4 big. Poi c’è...read more La serata delle cover ti catapulta nel film The Purge. Una notte in cui tutti gl...read more Finalmente toccava ai giovani. Finalmente. Oh. Ecco. Che palle. Carlo Conti: 5,...read more

Suffragio universale, ma se sei uno studente Erasmus sono cavoli tuoi

sudenti erasmus votoIl 24 e 25 Febbraio, gli studenti che sono in Erasmus, non potranno votare. A stabilirlo è il Decreto numero 226 del 22 dicembre 2012 del Presidente della Repubblica. Al punto 2 di esso, infatti, si legge: “Cittadini italiani che si trovino temporaneamente all’estero e non appartengano alle tre categorie sopraindicate, (ovvero gli appartenenti alle  Forze armate e alle Forze di polizia temporaneamente all’estero in quanto impegnati nello svolgimento di missioni internazionali; i dipendenti di amministrazioni dello Stato, di regioni o di province autonome, temporaneamente all’estero per motivi di servizio e i professori e ricercatori universitari), potranno votare esclusivamente recandosi in Italia presso le sezioni istituite nel proprio comune di iscrizione nelle liste elettorali”. Tradotto, se chi studia all’estero ha l’irrefrenabile desiderio di esercitare il proprio diritto sancito dalla costituzione di votare (ma guarda un po’ te ‘sti giovani, sempre così impertinenti!), dovrà procurarsi un biglietto aereo, con tutti i costi e le relative ore di viaggio (andata e ritorno, per inciso). È la democrazia, baby. O forse no.

La loro voce sta trovando maggiore spazio su Facebook, dove è stata aperta una pagina apposita che vi invito a visitare e\o a iscrivervi (eccola). A questo link, invece, trovate il loro comunicato ufficiale. Inoltre, è stata lanciata una petizione online tramite la quale si chiede a Giulio Terzi – Ministro degli Esteri – di prendere in considerazione la possibilità di far partecipare al voto gli studenti Erasmus. Qualora non gli fosse di troppo disturbo, s’intende.

All’incirca, gli studenti che non potranno votare, sono 25mila. Non certo un dato da poco. Specialmente di questi tempi, in cui si fa un gran parlare del problema dell’astensionismo alle urne, e poi si rende proibitivo il voto proprio a chi fa parte della fascia di popolazione che più di ogni altra, a Febbraio, sarà chiamata a scegliere il proprio futuro.

Siamo un Paese allo sfascio. Distinti saluti.

Tag:, , , , , , , , , , ,

No Comments
Story Page