close
Breaking news

L’artista sarà sul palco dell’Ariston anche in veste di direttore a...read more Messico, ucciso assistente di produzione di ‘Narcos’: cercava locati...read more L’1 settembre uscirà il nuovo attesissimo album di Ensi, dal titolo V. Qu...read more Lo scorso 21 maggio, Ok Computer – il terzo album in studio dei Radiohead...read more TESTO SALMO – NON VOLEVO Parli parli, ma non sento niente Quando canti b...read more Call2Play are Inoki Ness, Mad Dopa and Fabio Musta. FALLO TU è il singolo che ...read more Gue Pequeno, Non ci sei tu, Testo Mi fa strano lo sguardo perso di Chi vuole co...read more Basata su una storia di Stephen King, la serie TV (10 episodi) segue le vicende...read more Siamo giunti alla serata finale. Proclamato il vincitore. Gabbani for president....read more Perdersi tra le pagine di un libro è uno dei piaceri più belli della vita, di...read more

Speciale Halloween: Dracula (NBC) – Recensione

Dracula

È arrivato il giorno di Halloween e, come già avrete notato, Atom Heart Magazine si è dato da fare per trovarvi film dell’orrore, canzoni a tema e immagini relative a questa giornata.

E come tutti, anche io volevo dare un piccolo contributo a questa giornata con una recensione di una serie TV molto recente, targata NBC, che ha fatto il suo debutto in america il 25 Ottobre e che uscirà in UK questa notte.

La serie TV, come avrete già capito, è Dracula, serie televisiva anglo/americana creata da Cole Haddon Daniel Knauf  e bassata sull’omonimo libro di Bram Stoker.

La serie ci introduce subito ad Alexander Grayson, il nostro protagonista, un imprenditore americano appena arrivato a Londra che propone una nuova forma di energia pulita. Alexander, però, non è altro che Vlad Tepes un guerriero del 16esimo secolo, che ha ricevuto una maledizione, ovvero è costretto a bere sangue per tutta l’eternità, l’origine di questa maledizione è dovuta all’Ordine del Dragone, che Vlad cercherà di far fuori durante la serie.

Nonostante la storia di per sé non sia delle migliori, ho deciso di darle una possibilità per vedere se potesse portare a un qualcosa di decente. Ma purtroppo così non è.

A partire dalla recitazione del nostro Alexander, interpretato da Jonathan Rhys Meyers, che resta monoespressivo per tutti i 42 minuti dell’episodio pilota. Sa di essere un belloccio e per tutta la durata dell’episodio tenta di lanciare sguardi sexy verso la telecamera. Davvero una performance insapore. Cosa ancor più particolare è la scelta dell’attore, Jonathan Rhys Meyers  infatti è un irlandese che interpreta un rumeno che fa finta di essere un americano che si trasferisce in Inghilterra. Prendere un americano era troppo complicato, a quanto pare.

A seguire la recitazione assente del protagonista c’è una regia sciapa che non riesce a dire nulla di nuovo e che cerca di migliorare la qualità della serie senza riuscirci minimamente.

Una menzione in particolare va all’unica scena di combattimento di tutto l’episodio pilota, che poteva caratterizzare lo show e donargli uno spiraglio di salvezza ma che viene completamente rovinata dalla tecnica dello slow motion.

Davvero una pessima partenza per uno show che poteva essere davvero interessante ma che alla fine cerca di copiare l’altro grande show della NBC, ovvero Hannibal, senza però riuscirci minimamente.

Bocciata.

Tag:, , , , , ,

No Comments
Story Page