close
Breaking news

L’1 settembre uscirà il nuovo attesissimo album di Ensi, dal titolo V. Qu...read more Lo scorso 21 maggio, Ok Computer – il terzo album in studio dei Radiohead...read more TESTO SALMO – NON VOLEVO Parli parli, ma non sento niente Quando canti b...read more Call2Play are Inoki Ness, Mad Dopa and Fabio Musta. FALLO TU è il singolo che ...read more Gue Pequeno, Non ci sei tu, Testo Mi fa strano lo sguardo perso di Chi vuole co...read more Basata su una storia di Stephen King, la serie TV (10 episodi) segue le vicende...read more Siamo giunti alla serata finale. Proclamato il vincitore. Gabbani for president....read more Perdersi tra le pagine di un libro è uno dei piaceri più belli della vita, di...read more La quarta serata è quella della noia e dell’eliminazione di 4 big. Poi c’è...read more La serata delle cover ti catapulta nel film The Purge. Una notte in cui tutti gl...read more

Recensione: Edoardo Borghini – Edoardo Borghini (Ep)

La musica di Edoardo Borghini è tutt’altro che banale. L’EP presenta, infatti, cambi di genere derivati dalle sue esperienze e dalle sue influenze come ad esempio il Britpop oppure la musica cantautorale italiana, ad esempio come Francesco De Gregori, e con anche accenni al blues.

L’EP presenta una sonorità acustica dove, il cantautore, invece che concentrarsi più su virtuosismi con la chitarra ha voluto dare più peso al testo delle canzoni.

Nell’EP è presente una canzone cantata completamente in inglese “With Arms Wide Open” e una canzone con un misto di italiano e inglese “Friends” mentre invece  “L’Altra Mia Metà“, “Ricordi” ed “Aurora Boreale” hanno un testo in italiano.

Edoardo Borghini, quindi, presenta un EP molto veloce da ascoltare ma che ha al suo interno testi molto studiati. Con vari riferimenti a De Gregori e Battisti ma anche alle varie sonorità blues americane anni ’60.

Voto: 3.5/5

Tracklist:

  1. L’Altra Mia Metà
  2. Ricordi
  3. Aurora Boreale
  4. With Arms Wide Open
  5. Friends

Tag:, , ,

No Comments
Story Page