close
Breaking news

Le pagelle della quinta serata del Festival di Sanremo 2018 Claudio Baglioni: 4...read more Lʼannuncio su Twitter di David Simon È morto a 59 anni l’attore Reg E....read more Le pagelle della quarta serata del Festival di Sanremo 2018 Claudio Baglioni: 4...read more Le pagelle della terza serata del Festival di Sanremo 2018 Claudio Baglioni: 4....read more Mentre si discute ancora sul caso di plagio che coinvolge Non mi avete fatto nie...read more Fiorello: 9. Fiorello è un maestro nel fare quello che ti aspetti da lui. Non ...read more Voci di corridoio confermano che si sta già pensando a una probabile seconda da...read more Come sarebbe la nostra vita senza tecnologia? Il docu-film “(A)social: 10 ...read more BELIZE – “Superman” (Kylome remix) disponibile da oggi in escl...read more L’attore 35enne è stato trovato morto: secondo i media Usa si sarebbe impicca...read more

Porno-fake (ma non solo) grazie all’intelligenza artificiale, ecco cos’è FakeApp e quali sono tutti i suoi possibili utilizzi

Un’applicazione user-friendly che attraverso algoritmi di deep learning sostituisce perfettamente – frame by frame – le immagini ai video.

FakeApp, basandosi sul machine learning, è perfettamente in grado di adattare le immagini ai video, frame by frame, con un risultato finale assolutamente realistico.

Gli ambiti di utilizzo di un’applicazione del genere sono pressoché infiniti e tutti hanno in comune delle implicazioni a dir poco preoccupanti. Per il momento, il software sembra essere principalmente utilizzato nel mondo della pornografia. Su Reddit, in una discussione appositamente creata, spopolano filmati a luci rosse con protagoniste le più disparate celebrità. Sono ovviamente filmati fake, ma FakeApp li ha resi incredibilmente realistici.

Deepfake

Deepfakes, è questo il nickname del redditor che ha dato il via al topic su Reddit. In poco tempo il fenomeno ha preso il nome del suo creatore e il Deepfake si è diffuso a macchia d’olio utilizzando impropriamente i connotati di celebrità come Gal Gadot, Maisie Williams, Sophie Turner, Emma Watson, Taylor Swift e tantissime altre. A Deepfake son serviti un pc, dei video reperibili online e un paio d’orette per mettere a punto il tutto.

Il progetto ha così preso piede in poche settimane e un altro redditor, un certo Deepfakeapp, ha messo a disposizione degli utenti meno affini agli strumenti informatici il download di un’applicazione per rendere il processo ancora più semplice, corredata da istruzioni dettagliate e adatte ai novizi: FakeApp. Lo scopo finale di Deepfakeapp? Da quello che ha dichiarato a Motherboard è semplice: arrivare al momento in cui, grazie alla sua app, basterà selezionare un video, evidenziare il volto da scambiare, scegliere con quale farlo e cliccare “start”. Solamente quattro passaggi. Quattro click, in pratica, e il fake sarà pronto.

Il filmato che vedete poco più su è il risultato ottenuto sostituendo il volto di Daisy Ridley (Star Wars) a quello di un’attrice pornografica, più giù invece il volto di Jessica Alba è stato “prestato” al corpo della pornoattrice Melanie Rios.

Quali possono essere le implicazioni di un software del genere nella società? Tantissime e il porno-fake è probabilmente la meno preoccupante. Se non arrivate a immaginarle, fa niente, perché molte sono già “reali”. L’utente Z3ROCOOL22, ad esempio, ha unito un filmato di Hitler con quello del presidente argentino Mauricio Macri. Lo trovate qui sotto.

Un filmato davvero impressionante, per quanto appaia del tutto realistico, è invece quello che vede la sostituzione del volto della Principessa Leia di Rogue One con un’altra attrice. Il filmato originale e il fake sono a dir poco identici. Giudicate voi stessi.

È lecito quindi immaginare che in futuro – un futuro molto vicino, a giudicare dalla velocità di sviluppo e diffusione di FakeApp – un software del genere potrebbe prestarsi a qualsiasi tipo di utilizzo e il confine tra reale e fake sarebbe davvero difficile, se non impossibile, da tracciare.

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

No Comments
Story Page