close
Breaking news

Ecco la lista completa dei film presenti alla 73esima Mostra del Cinema di Venez...read more   Un nuovo titolo nel programma della 73. Mostra: L’uomo che non cambiò la s...read more   “The Rockers” è il nuovo album della stella del reggae mond...read more Finalmente pubblicata la canzone di Florence + The Machine scritta per il nuovo...read more La 73.ma edizione del Festival di Venezia segna anche il ritorno alla regia, c...read more 22 settembre. L’estate è finita ufficialmente. E su questo non ci piove....read more Orfani di Grido, i Gemelli DiVersi sono tornati in pista. Di seguito il video e ...read more   En?gma – Rapa Nui (Prod. By Wsht) Rapa Nui è il terzo singolo est...read more “Curriculum” è il primo singolo estratto da “Canzoni per met...read more “Dal Basso“, fuori ora il nuovo video di Emis Killa estratto dal suo nuovo a...read more

Pizza alla marijuana: la cannabis sposa mozzarella e pomodoro

A Vancouver nasce la pizza con infuso di cannabis, un prodotto che può essere acquistato solo dai maggiorenni e dietro prescrizione medica. Ma con le nuove leggi il pasto “marijuana friendly” potrebbe scomparire.

pizza-alla-marijuana-300x225

L’uso della marijuana negli impasti di torte dolci e salate non è una novità, ma è la prima volta che l’idea viene sviluppata in una pizzeria. La pizza con la cannabis è un prodotto che al momento è possibile gustare a Vancouver, in Canada, presso il cafè-pizzeria Mega Ill, dove il proprietario Mark Klokeid è partito da un’esperienza personale per approdare infine al piatto “marijuana friendly”. L’uomo ha infatti raccontato a CTV News di essere un sopravvissuto al cancro che ha fatto uso terapeutico della sostanza psicoattiva. Ancora oggi, racconta Klokeid, “ne ho bisogno regolarmente e ne continuo ad ottenere i benefici anti-cancro. Non uso nessun altro farmaco analgesico”. Il Mega Ill, oltre alle sue specialità, è anche un coffee shop in cui il cliente può portare la sua marijuana, vaporizzarla e aspirarla tra un sorso e l’altro.

Ordinare una pizza alla marijuana non è comunque così facile. Il cliente deve essere maggiorenne e, soprattutto, deve mostrare il certificato medico che prescrive l’uso della sostanza. Assolti tutti gli obblighi di legge, la marijuana sarà utilizzata per filtrare l’olio a crudo. Il condimento non ha esattamente il costo di funghi e carciofini, dal momento che comporta un sovrapprezzo sulla pizza di ben dieci dollari. Il locale, nato a dicembre con l’intento di distinguersi dalla concorrenza per i suoi cibi sani, è giunto all’idea – e alla produzione – della pizza alla cannabis da appena un mese. Nel frattempo, però, le leggi canadesi sono cambiate e proprio il 1 aprile il parlamento ha approvato una normativa più restrittiva sull’uso medico della marijuana. Cosa comportino tali modifiche per il Mega Ill ancor non è chiaro, ma per il proprietario una cosa è certa: finché si può, produrranno la pizza con il singolare ingrediente.

Fonte: fanpage.it

Tag:, , ,

No Comments
Story Page