• Print
close
Breaking news

ARRIVA “VOCI PER LA LIBERTÀ – UNA CANZONE PER AMNESTY”, IL LIBRO SUI...read more Oggi sarebbe stato il compleanno di un grande drammaturgo francese, avrebbe com...read more Vorresti far vedere a tutti quanto ti diverti insieme ai tuoi amici o familiari ...read more Appassionati di Holly e Benji? Klab ha annunciato poche ore fa che la pre-regist...read more È morto a 64 anni Malcolm Young, chitarrista e cofondatore degli AC/DC. Ad ann...read more Crozza-Mattarella piange nel dopo partita Italia-Svezia: “Siamo una chiavica!...read more Shyla Stylez, nota pornostar canadese, protagonista di varie parodie a luci ros...read more Vittima da giorni di un’emorragia alle corde vocali, Shakira ha annunciato il ...read more Il suo numero finisce in onda su Canale 5  durante la fiction “Rosy Abate...read more Il lancio di Football Manager 2018, avvenuto il 10 novembre scorso, è stato il ...read more

Pdl pulito (?)

nicola cosentino3L’ultimo caso a tener banco in casa Popolo della Libertà è stato quello di Nicola Cosentino. Risolto. Fuori dalle liste. Vamos (cit).

Pare che lo stesso – appresa la notizia – in una trama che sembra scritta da Woody Allen, abbia fatto sparire ogni cosa fosse vagamente somigliante a una lista. Il Pdl ha poi smentito: le liste le aveva Nitto Palma. O forse no. O forse sì. Boh. Sipario.

In ogni caso, la rosa dei candidati del Pdl è talmente linda che ti verrebbe voglia di votarli solo a sentirne i nomi. Un po’ come ti verrebbe voglia di votare Bersani unicamente per il carisma contagioso e quella sua ars oratoria in grado di probare, delectare e movere le masse come solo Gigi Marzullo.

Elenchiamo: Verdini, Cesaro, Farina, Razzi, Scilipoti, Polverini, Formigoni, Angelucci, Cicchitto, Capezzone,  Minzolini e Gianni Sammarco.

Scelta dolorosa, quindi, quella di tener fuori Arsenio Lupin, Pietro Gambadilegno e la Banda Bassotti tutta. Ma andava fatto.

Tag:, , , , , , , , ,

No Comments
Story Page