close
Breaking news

Ecco la lista completa dei film presenti alla 73esima Mostra del Cinema di Venez...read more   Un nuovo titolo nel programma della 73. Mostra: L’uomo che non cambiò la s...read more   “The Rockers” è il nuovo album della stella del reggae mond...read more Finalmente pubblicata la canzone di Florence + The Machine scritta per il nuovo...read more La 73.ma edizione del Festival di Venezia segna anche il ritorno alla regia, c...read more 22 settembre. L’estate è finita ufficialmente. E su questo non ci piove....read more Orfani di Grido, i Gemelli DiVersi sono tornati in pista. Di seguito il video e ...read more   En?gma – Rapa Nui (Prod. By Wsht) Rapa Nui è il terzo singolo est...read more “Curriculum” è il primo singolo estratto da “Canzoni per met...read more “Dal Basso“, fuori ora il nuovo video di Emis Killa estratto dal suo nuovo a...read more

Musica e spaccio arrestato il rapper Gemitaiz

I carabinieri gli hanno trovato in tasca ketamina e marijuana. Si è giustificato: “E’ per uso personale”. A casa scoperto un bilancino di precisione e un’agendina dove c’erano annotati dei nomi con accanto delle cifre

gemitaiz-arrestato-spaccio

“Con le guardie dietro con tre grammi in tasca faccio i cento metri da record mondiale”. Non è andata esattamente come descrive in una sua canzone per il cantante rap Gemitaiz, nome di battesimo Davide de Luca 24 anni. Al contrario alla vista delle “guardie”, che poi in questo caso erano i carabinieri, De Luca più che darsela a gambe è rimasto di sasso. Arrestato ieri con l’accusa di detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio e portato poche ore dopo davanti al giudice Paola Roja e al pm Paola Giordano in un’aula del tribunale capitolino dove a stento ha trattenuto le lacrime. Misura cautelare degli arresti domiciliari, in casa assieme alla mamma, e udienza fissata per l’undici febbraio. Giorno in cui il legale dell’artista, con il suo stesso assistito, decideranno se optare per l’abbreviato o per un eventuale processo con rito ordinario.

Tono dimesso, capo chino, sguardo basso, capelli rasati a zero, tatuaggio vistoso sul collo e pantaloni a sigaretta, al contrario della regola del mondo del rap che li vuole sempre un po’ larghi e trasandati. De Luca davanti al giudice Roja ha provato a modo suo a giustificare il possesso di ketamina e marijuana: “Uso personale”. Non dello stesso avviso la procura che invece ritiene che la droga De Luca la vendesse ad altri.

I militari lo hanno acciuffato ieri in strada, in via Tigré quartiere africano. Un giro di routine dei carabinieri e la decisione di perquisire il cantante dopo aver notato un certo nervosismo da parte di De Luca alla loro vista. Nessuna corsa a perdifiato del rapper, ma solo il tentativo un po’ goffo di svignarsela e niente più. Ketamina e marijuana gli stupefacenti trovati nelle tasche dei calzoni del ragazzo. Infine la scelta dei militari di andare a far visita a casa del rapper. Qui i carabinieri hanno trovato molto altro. Tutto materiale che farebbe proprio supporre un’attività di spaccio. Oltre ad altri stupefacenti, ketamina e hashish, è stato scoperto un bilancino di precisione, forbici sporche di droga e un’agendina. Su quest’ultimo oggetto si sono concentrate alcune precisazioni in aula da parte dell’avvocato dell’artista. Con il legale che sollevava dubbi sulla paternità dell’agendina, “forse di proprietà della mamma del cantante”. Per questo si sarebbe reso necessario un esame calligrafico per fugare ogni dubbio. Di fatto nell’agendina c’erano annotati dei nomi con accanto delle cifre. Insomma crediti di droga secondo la procura.

Un paio di ore d’udienza. E dichiarazioni in aula da parte del rapper che in due occasioni si è portato le mani agli occhi per trattenere le lacrime. “Quella droga era mia per uso personale” ha ribadito in più occasioni il ragazzo. Infine la decisione dei domiciliari da parte del giudice e il ritorno mesto a casa, dalla mamma, accompagnato dalle tanto bistrattate “guardie”, protagoniste di molte sue rime.

Fonte: repubblica.it

Tag:, , , , , , ,

No Comments
Story Page