close
Breaking news

Basata su una storia di Stephen King, la serie TV (10 episodi) segue le vicende...read more Siamo giunti alla serata finale. Proclamato il vincitore. Gabbani for president....read more Perdersi tra le pagine di un libro è uno dei piaceri più belli della vita, di...read more La quarta serata è quella della noia e dell’eliminazione di 4 big. Poi c’è...read more La serata delle cover ti catapulta nel film The Purge. Una notte in cui tutti gl...read more Finalmente toccava ai giovani. Finalmente. Oh. Ecco. Che palle. Carlo Conti: 5,...read more J-AX & Fedez – Piccole cose feat. Alessandra Amoroso Acquista su iTun...read more Come l’anno scorso, anche stavolta Atom Heart Magazine vi augura buon 201...read more Con TIMvision puoi vedere Kung Fu Panda 1 e Kung Fu Panda 2 e in VideoStore trov...read more Tim ha pensato a TIM Young & Music Full, un’offerta che rientra nella ...read more

Musica digitale, Microsoft manda in pensione lo Zune Player

Dopo quattro anni e mezzo Microsoft ha deciso di interrompere la produzione dei lettori Mp3 Zune, incapaci di contrastare il predominio dell’iPod della Apple nel settore della mobile music digitale. “Non abbiamo nulla da annunciare a proposito di un altro dispositivo Zune”, ha confermato un portavoce della multinazionale di Redmond in seguito a un’anticipazione della notizia pubblicata da Bloomberg. “La nostra strategia a lungo termine”, ha aggiunto la stessa fonte, “è focalizzata sulla forza che l’intero ecosistema Zune esprime attraverso tutte le piattaforme Microsoft, e continueremo a impegnarci nel fornire una grande esperienza video e musicale attraverso il servizio Zune”.

Anche se i lettori Zune restano in vendita (a prezzi scontati) sul sito Web della società, l’offerta di musica e video da parte di Microsoft sfrutterà dunque come terminali principali le console per videogiochi Xbox e gli smartphone che utilizzano il sistema operativo Windows Phone 7. Secondo stime ufficiose, Microsoft ha venduto complessivamente circa 4 milioni di Zune Player, raggiungendo negli Stati Uniti una quota di mercato irrisoria (2 %) rispetto a quella conquistata dalla Apple con l’iPod (70 %). Di conseguenza, da almeno un anno la produzione e commercializzazione del lettore portatile non rientrava più nelle sue priorità strategiche.

rockol.it

Tag:, , , , , , , ,

No Comments
Story Page