close
Breaking news

Ecco la lista completa dei film presenti alla 73esima Mostra del Cinema di Venez...read more   Un nuovo titolo nel programma della 73. Mostra: L’uomo che non cambiò la s...read more   “The Rockers” è il nuovo album della stella del reggae mond...read more Finalmente pubblicata la canzone di Florence + The Machine scritta per il nuovo...read more La 73.ma edizione del Festival di Venezia segna anche il ritorno alla regia, c...read more 22 settembre. L’estate è finita ufficialmente. E su questo non ci piove....read more Orfani di Grido, i Gemelli DiVersi sono tornati in pista. Di seguito il video e ...read more   En?gma – Rapa Nui (Prod. By Wsht) Rapa Nui è il terzo singolo est...read more “Curriculum” è il primo singolo estratto da “Canzoni per met...read more “Dal Basso“, fuori ora il nuovo video di Emis Killa estratto dal suo nuovo a...read more

L’unico Gallo al mondo a saper volare come un’aquila

Se avete voglia di sapere chi fosse Andrea Gallo, cosa facesse, a chi fosse stato vicino nella sua vita, quale numero di scarpe portasse, quale fosse il suo cibo preferito, a che ora saranno i funerali, non è questo l’articolo che dovete leggere. Non qui, non ora si parlerà dell’oggettivo, del conosciuto, del palpabile. Non si farà accenno alla sua acribica comunicatività, alla sua bontà di spirito, alla sua rocciosa forza, al suo saldo sorridere, al suo speranzoso guardare.

Non esistono parole per elogiare, parole per ricordare, parole per delineare ciò che fu Don Andrea Gallo per le persone che hanno messo a sua disposizione le orecchie, e il cuore. Solo una cosa, ora si può fare: raccogliere ciò che ha seminato. Anzi: prima, farlo rigogliosamente germogliare, crescere in sanità e fortezza; e poi, coglierlo teneramente, e adagiarlo nel granaio delle buone proposte. In seguito, cibarsene, e trasformarlo nel mondo migliore che tutti desideriamo. Il mondo comune, spontaneo, terreno, tendente al cielo che si specchiava negli occhi di quel volto avvolto in fumo denso, di sigaro.

imageOggi, ci rendiamo conto di una cosa: gli uomini, non sono dei. I galli, non volano come aquile. Eppure, Don Gallo, ci è riuscito. Con l’aiuto del custode alato, ovviamente. Ma ci è riuscito. E adesso, vola: libero, alto, felice. Costantemente, imperituramente presente.

Tag:

No Comments
Story Page