close
Breaking news

Ottime notizie per tutti coloro che hanno prenotato la standard edition di Fifa...read more Arriva la rivoluzione in casa Twitter dopo anni di annunci. Il celebre social h...read more L’artista sarà sul palco dell’Ariston anche in veste di direttore a...read more Messico, ucciso assistente di produzione di ‘Narcos’: cercava locati...read more L’1 settembre uscirà il nuovo attesissimo album di Ensi, dal titolo V. Qu...read more Lo scorso 21 maggio, Ok Computer – il terzo album in studio dei Radiohead...read more TESTO SALMO – NON VOLEVO Parli parli, ma non sento niente Quando canti b...read more Call2Play are Inoki Ness, Mad Dopa and Fabio Musta. FALLO TU è il singolo che ...read more Gue Pequeno, Non ci sei tu, Testo Mi fa strano lo sguardo perso di Chi vuole co...read more Basata su una storia di Stephen King, la serie TV (10 episodi) segue le vicende...read more

La Rai rifiuta il reportage di Vauro sui bambini di Chernobyl: “Troppo triste”

vauro-senesiVauro Senesi, insieme alla Ong Sole Terre, che si occupa di tumori dei bambini nel mondo, lo scorso giugno ha realizzato un reportage sui bambini di Chernobyl.  Il popolare vignettista ha dovuto cedere gratuitamente il filmato a Mediaset dopo che Rai 3 ha deciso di rifiutarlo perché l’argomento trattato è “troppo triste“. Niente satira, solo un documento che racconta “i figli di Chernobyl”.

“Ong Sole Terre è un’associazione serissima e di cui andare orgogliosi come lo siamo di Emergency, perché è rispettosa delle persone e dei luoghi in cui interviene – spiega Senesi – ha edificato la sua “casa-famiglia” per tutti coloro che non possono permettersi un tetto sopra un letto quando devono portare i figli a fare le chemioterapie e la cui unica alternativa sarebbe dormire nelle stazioni ferroviarie”. E lo stesso Vauro è rimasto lì una decina di giorni, in piena zona rossa all’interno del quartiere di Chernobyl, per realizzare un documentario che la società concessionaria in esclusiva del servizio pubblico radiotelevisivo in Italia ha deciso di non trasmettere fornendo una motivazione alquanto ridicola.

Alla Rai, del resto, sono fenomeni. Questo no, il matrimonio di Valeria Marini invece ce lo hanno trasmesso in diretta e in esclusiva. Il modo di fare informazione in Italia ce lo invidiano nel mondo. Sembra strano, ma se riusciremo a vederlo – a proposito, andrà in onda stasera all’interno di Confessione Reporter (su Italia 1, alle 23.40) – dobbiamo ringraziare una rete la cui idea massima di servizio pubblico è Il Grande Fratello. Non c’è speranza.

Tag:, , , , , , , ,

No Comments
Story Page