close
Breaking news

Ecco la lista completa dei film presenti alla 73esima Mostra del Cinema di Venez...read more   Un nuovo titolo nel programma della 73. Mostra: L’uomo che non cambiò la s...read more   “The Rockers” è il nuovo album della stella del reggae mond...read more Finalmente pubblicata la canzone di Florence + The Machine scritta per il nuovo...read more La 73.ma edizione del Festival di Venezia segna anche il ritorno alla regia, c...read more 22 settembre. L’estate è finita ufficialmente. E su questo non ci piove....read more Orfani di Grido, i Gemelli DiVersi sono tornati in pista. Di seguito il video e ...read more   En?gma – Rapa Nui (Prod. By Wsht) Rapa Nui è il terzo singolo est...read more “Curriculum” è il primo singolo estratto da “Canzoni per met...read more “Dal Basso“, fuori ora il nuovo video di Emis Killa estratto dal suo nuovo a...read more

La mia seconda vita, il nuovo libro di Christiane F.

Da domani 05 marzo è possibile trovare in libreria edito da Rizzoli La mia seconda vita, Christiane F. scrittrice del famoso romanzo “Noi ragazzi dello zoo di Berlino”.

tumblr_n1hxj7sxzq1t5h19bo1_1280
Noi, i ragazzi dello zoo di Berlino nasce da una serie di interviste che i giornalisti del settimanale Stern sostennero nel corso del 1978 con Christiane Vera Felscherinow, imputata e testimone in un processo terminato nel giugno del 1978 con la condanna per detenzione di droga e ricettazione.
Pubblicato a puntate sul settimanale Stern, divenne inseguito un romanzo tradotto in molte lingue .

 

Il libro raccontava la storia tormentata della protagonista che susciterà ,inseguito, l’ attenzione sul problema della droga e della prostituzione nell’ambito del mondo giovanile, portando il romanzo ad essere il simbolo di una generazione falciata e irrequieta.
Trentacinque anni dopo, Christiane torna con il seguito del suo libro accontandoci un’intera vita di solitudine e disperazione: la disintossicazione, gli anni felici e folli insieme agli idoli del rock e della letteratura, le ricadute, la lotta per la sopravvivenza in un carcere femminile, le amicizie pericolose, le malattie,gli aborti e un figlio adolescente di cui le è stata sottratta la custodia.

 

“Non ho più niente. Non ho più amici, e nessuno può immaginare cosa mi tocca passare ancora oggi, solo perché sono quella che sono. Sono questi i momenti in cui guardo fuori dalla finestra e mi chiedo: ‘Farà poi così male buttarsi di sotto?’”.

 

Ancora una volta la scrittrice ci commuove e ci fa riflettere parlano chiaramente nero su bianco “Io sono e resterò sempre una star del buco. Un animale da fiera. Una bestia rara. Una ragazza dello zoo di Berlino”.

Tag:, ,

No Comments
Story Page