close
Breaking news

Ecco la lista completa dei film presenti alla 73esima Mostra del Cinema di Venez...read more   Un nuovo titolo nel programma della 73. Mostra: L’uomo che non cambiò la s...read more   “The Rockers” è il nuovo album della stella del reggae mond...read more Finalmente pubblicata la canzone di Florence + The Machine scritta per il nuovo...read more La 73.ma edizione del Festival di Venezia segna anche il ritorno alla regia, c...read more 22 settembre. L’estate è finita ufficialmente. E su questo non ci piove....read more Orfani di Grido, i Gemelli DiVersi sono tornati in pista. Di seguito il video e ...read more   En?gma – Rapa Nui (Prod. By Wsht) Rapa Nui è il terzo singolo est...read more “Curriculum” è il primo singolo estratto da “Canzoni per met...read more “Dal Basso“, fuori ora il nuovo video di Emis Killa estratto dal suo nuovo a...read more

Killer Clown, in Inghilterra è allarme rosso

Dilaga la “Clown Hysteria”, il fenomeno americano si diffonde in Inghilterra

La “Clown Hysteria” si sta diffondendo a macchia d’olio. Dopo gli Stati Uniti, i clown dell’orrore hanno invaso l’Inghilterra, dove adesso sembra essere allarme rosso. Sono in molti a travestirsi da clown assassini, armati di motosega, nascondendosi agli angoli di strade buie e spuntanto dall’improvviso per spaventare i passanti.

I clown “attaccano” tutti senza distinzioni. Nei video diffusi in rete, le vittime sono bambini così come adulti e coppie. Il modus operandi è quasi sempre lo stesso: si fanno notare in lontananza, e appena i malacapitati si avvicinano, il clown – armato – corre loro incontro minacciandoli.

Tra i “Clown Killer” si sarebbe distinto anche il figlio di un giocatore di Premier League, ma il suo nome rimarrà ancora segreto fino al termine delle indagini. Per il momento, però, pare che sia stato espulso dalla scuola. Anche le scuole, appunto, sono tra i luoghi preferiti dai “Clown Killer”. Sarebbero almeno otto quelle evaquate a Liverpool, e con l’avvicinarsi di Halloween il numero è destinato a crescere.

“Sono comportamenti da condannare: non verranno considerati alla stregua di uno scherzo. Tali atti miserabili possono causare allarme o disagio e potrebbero costituire un reato penale come le molestie. Non tollereremo alcun tipo di comportamenti anti-sociali o penali diretti a tutti i membri delle nostre comunità. Invitiamo la gente a prendere seriamente in considerazione l’impatto che questo tipo di comportamento potrebbe avere: il comportamento di queste persone potrebbe costituire un crimine e potrebbe portare al loro arresto e ad una potenziale fedina penale macchiata”, ha dichiarato Peter Costello, sovrintendente capo della polizia del Merseyside (Liverpool).

Il fenomeno pare essere nato a Greenville, in Carolina del Sud, dove un bambino ha raccontato alla madre che, tornando a casa, due clown avrebbero tentato di attirarlo nel bosco. Da lì, poi, si sarebbe diffuso negli Stati Uniti e via via fino in Inghilterra.

Il 18 settembre 2017 uscirà nelle sale cinematografiche il remake di “It”, il pagliaccio nato dalla penna di Stephen King, e sono in molti a credere che si possa trattare di un’enorme campagna di marketing. Ma sarà davvero così?

Tag:, , , , , , , , ,

No Comments
Story Page