close
Breaking news

Sei alla ricerca di un programma tv o di un film da guardare sul divano ma non ...read more Da oggi “Swoosh”, il primo singolo ufficiale di Dariè Baby, artis...read more Il rapper lancia il nuovo disco, in uscita il 26 giugno: «Lo definirei sobrio,...read more Leggere testi ad alta voce ed essere pagati per farlo. L’azienda di servi...read more Si intitola “Una voglia assurda” e uscirà venerdì “L...read more Aveva 51 anni e si trovava in Sicilia. Il ricordo dei colleghi: «Un grande per...read more ”Rabbia ed orgoglio dei dottori commercialisti verso le insinuazioni ...read more Torna Barbara Gilbo con la sua suadente e graffiante voce pop/rock e con un pez...read more Ideato da Tohru Iwatani, mentre guardava una pizza dopo averne mangiato la...read more Si chiama Avi Schiffmann e ha spiegato: “Non sono uno speculatore, non vo...read more

Il Sanremo di Fabio Fazio: Due canzoni in gara per ogni “Big”!

Sarà, oltre all’abolizione della “giuria demoscopica” (che dall’alto del teatro Ariston dominava le votazioni delle ultime edizioni) e alla successiva reintroduzione di quella “Di qualità”, la vera novità del prossimo Sanremo.
Per la prima volta non tanti artisti con una canzone, ma meno artisti (si parla di 14 big e 8 giovani), di cui una categoria (i big, appunto) con due canzoni ciascuno.
Non avverrà più l’eliminazione a metà settimana di una serie di artisti meno apprezzati, con conseguenti ripescaggi o polemiche su “apparizioni mancate” eccetera: per la prima volta dopo anni tutti i big si esibiranno in tutte le serate previste, e l’eliminazione la subiranno le canzoni. Ognuno porterà infatti due pezzi al festival, di cui uno verrà scelto come vera e propria canzone in gara e l’altro verrà scartato.

Queste sono le prime novità riguardanti il prossimo festival della canzone italiana, che avrà luogo, come ogni anno, a Sanremo, a febbraio. Stavolta condotto, però, da Fabio Fazio, che torna dopo 13 anni alla guida del festival, coadiuvato da (ancora non ufficiale) Claudio Baglioni e Luciana Littizzetto, con direzione artistica curata da Mauro Pagani, ex polistrumentista della Premiata Forneria Marconi, direttore artistico dell’ultimo concerto del Primo Maggio.

Tag:, , , , , , , , , , , ,

No Comments
Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi