close
Breaking news

Oggi sarebbe stato il compleanno di un grande drammaturgo francese, avrebbe com...read more Vorresti far vedere a tutti quanto ti diverti insieme ai tuoi amici o familiari ...read more Appassionati di Holly e Benji? Klab ha annunciato poche ore fa che la pre-regist...read more È morto a 64 anni Malcolm Young, chitarrista e cofondatore degli AC/DC. Ad ann...read more Crozza-Mattarella piange nel dopo partita Italia-Svezia: “Siamo una chiavica!...read more Shyla Stylez, nota pornostar canadese, protagonista di varie parodie a luci ros...read more Vittima da giorni di un’emorragia alle corde vocali, Shakira ha annunciato il ...read more Il suo numero finisce in onda su Canale 5  durante la fiction “Rosy Abate...read more Il lancio di Football Manager 2018, avvenuto il 10 novembre scorso, è stato il ...read more Il figlio di Marco Travaglio, Alessandro, ha detto al padre che ha firmato un co...read more

Il Sanremo di Fabio Fazio: Due canzoni in gara per ogni “Big”!

Sarà, oltre all’abolizione della “giuria demoscopica” (che dall’alto del teatro Ariston dominava le votazioni delle ultime edizioni) e alla successiva reintroduzione di quella “Di qualità”, la vera novità del prossimo Sanremo.
Per la prima volta non tanti artisti con una canzone, ma meno artisti (si parla di 14 big e 8 giovani), di cui una categoria (i big, appunto) con due canzoni ciascuno.
Non avverrà più l’eliminazione a metà settimana di una serie di artisti meno apprezzati, con conseguenti ripescaggi o polemiche su “apparizioni mancate” eccetera: per la prima volta dopo anni tutti i big si esibiranno in tutte le serate previste, e l’eliminazione la subiranno le canzoni. Ognuno porterà infatti due pezzi al festival, di cui uno verrà scelto come vera e propria canzone in gara e l’altro verrà scartato.

Queste sono le prime novità riguardanti il prossimo festival della canzone italiana, che avrà luogo, come ogni anno, a Sanremo, a febbraio. Stavolta condotto, però, da Fabio Fazio, che torna dopo 13 anni alla guida del festival, coadiuvato da (ancora non ufficiale) Claudio Baglioni e Luciana Littizzetto, con direzione artistica curata da Mauro Pagani, ex polistrumentista della Premiata Forneria Marconi, direttore artistico dell’ultimo concerto del Primo Maggio.

Tag:, , , , , , , , , , , ,

No Comments
Story Page