close
Breaking news

Lo scorso 21 maggio, Ok Computer – il terzo album in studio dei Radiohead...read more TESTO SALMO – NON VOLEVO Parli parli, ma non sento niente Quando canti b...read more Call2Play are Inoki Ness, Mad Dopa and Fabio Musta. FALLO TU è il singolo che ...read more Gue Pequeno, Non ci sei tu, Testo Mi fa strano lo sguardo perso di Chi vuole co...read more Basata su una storia di Stephen King, la serie TV (10 episodi) segue le vicende...read more Siamo giunti alla serata finale. Proclamato il vincitore. Gabbani for president....read more Perdersi tra le pagine di un libro è uno dei piaceri più belli della vita, di...read more La quarta serata è quella della noia e dell’eliminazione di 4 big. Poi c’è...read more La serata delle cover ti catapulta nel film The Purge. Una notte in cui tutti gl...read more Finalmente toccava ai giovani. Finalmente. Oh. Ecco. Che palle. Carlo Conti: 5,...read more

I “Destini Coatti” di Roberta Gulisano

Folk sapientemente intriso di jazz, e viceversa. Si può rispondere così alla domanda “di che genere è “Destini Coatti?”. Il primo album di Roberta Gulisano unisce la forte impronta personale della cantautrice siciliana alle riconoscibili sonorità di Vinicio Capossela e alle fondamenta melodiche di Fabrizio De Andrè.

Su ritmi coinvolgenti, dettati più spesso da chitarre acustiche e fiati che da batteria e percussioni, una voce limpida e quasi naturalmente allegra disegna con ironica leggerezza testi che, letti così, sul bianco della carta, lascerebbero retrogusti più amari. Già, perchè quel velo nostalgico riassunto dal titolo la musica lo lascia solo intravedere, mentre la voce tende sovente a celarlo. O quantomeno a distrarcene.

Arrangiamenti e atmosfere anche da viuzze parigine dell’arte completano lo sfondo di quel dibattito tra dolce e amaro, tra sorrisi e nostalgia, che musica e parole animano per l’intera durata dell’album. Moderato, appunto, da un canto che sembra schierato più spesso con la prima che con le seconde. Parla di sè, Roberta Gulisano, con l’aria scanzonata di chi sul passato è riuscita a costruirsi e ora si sente più libera e sicura. Insomma, di chi davanti a uno specchio può usarsi ironie come: “adesso che ho una vita da rifare, metto i sogni in borsa e me li leggo al mare”.

Destini Coatti” è disponibile su iTunes, Amazon e bandcamp.

Tag:, , , ,

No Comments
Story Page