close
Breaking news

Ecco la lista completa dei film presenti alla 73esima Mostra del Cinema di Venez...read more   Un nuovo titolo nel programma della 73. Mostra: L’uomo che non cambiò la s...read more   “The Rockers” è il nuovo album della stella del reggae mond...read more Finalmente pubblicata la canzone di Florence + The Machine scritta per il nuovo...read more La 73.ma edizione del Festival di Venezia segna anche il ritorno alla regia, c...read more 22 settembre. L’estate è finita ufficialmente. E su questo non ci piove....read more Orfani di Grido, i Gemelli DiVersi sono tornati in pista. Di seguito il video e ...read more   En?gma – Rapa Nui (Prod. By Wsht) Rapa Nui è il terzo singolo est...read more “Curriculum” è il primo singolo estratto da “Canzoni per met...read more “Dal Basso“, fuori ora il nuovo video di Emis Killa estratto dal suo nuovo a...read more

Giù “i mascheroni”, alla ricerca del fondotinta perfetto!

Stanchi di invidiare la pelle perfetta degli altri? Magari lo sottovalutate, ma dovreste sempre curare la vostra pelle. I prodotti cosmetici devono essere scelti ad personam, in base al tipo di pelle, per migliorare in termini di elasticità e lucentezza. Persino la durata del make-up aumenterà!

Oggi parliamo di un prodotto must have per il viso: il fondotinta. Senso di pesantezza a parte – dopo averlo tenuto giornate intere – tanto da sentire la faccia sciogliere e cadere, molti ci rinunciano a indossarlo, magari perché sono sempre di fretta e non hanno tempo. Eppure esistono fondotinta formulati proprio per non essere percepiti.

Tutto dipende dalla texture (“la consistenza” per la plebe). Esistono fondotinta liquidi, densi, compatti, in polvere, in stick ecc. La differenza? Il finish, ovvero il tipo di effetto sulla pelle, in pratica opaco, idratante, luminoso ecc.

Se avete la pelle grassa, che vi lucida fronte-naso-mento, dovete optare per un fondotinta opaco (matt), in modo da chiudervi quei maledetti pori da cui viene prodotto il sebo, l’olio per friggere insomma. Se avete la pelle mista, potrebbe andare bene una base leggermente idratante. Se, invece, avete la pelle secca, quella che si sgretola come fosse l’intonaco delle mura di casa della trisnonna, usate i fondotinta idratanti e luminosi. La scelta del fondotinta, dunque, è un’impresa ardua che spesso richiede vari tentativi (fallimentari) prima di trovare quello giusto. Un po’ come l’uomo della vostra vita. Testateli sul viso e non sulla mano (come vi suggeriscono alcune simpatiche commesse).

Il fondotinta perfetto si deve confondere col vostro incarnato. Non si deve notare. Ma come scegliere il colore? Dovete prima capire il vostro sottotono di pelle, caldo (giallastro), neutro o freddo (rosato). Generalmente lo si capisce dal modo con cui ci si abbronza. Se tendete ad arrossarvi –al massimo arrostirvi-  anziché abbronzarvi, prendete un fondotinta con sottotono rosato. Se in estate diventate come Carlo Conti, avete un sottotono caldo. Il rischio, infatti, è di spiattellarvi fondotinta troppo scuri sul viso come se veniste folgorati dopo una seduta di lampada abbronzante, o troppo chiari da sembrare Casper.

Tag:, , , , , , ,

No Comments
Story Page