close
Breaking news

L’artista sarà sul palco dell’Ariston anche in veste di direttore a...read more Messico, ucciso assistente di produzione di ‘Narcos’: cercava locati...read more L’1 settembre uscirà il nuovo attesissimo album di Ensi, dal titolo V. Qu...read more Lo scorso 21 maggio, Ok Computer – il terzo album in studio dei Radiohead...read more TESTO SALMO – NON VOLEVO Parli parli, ma non sento niente Quando canti b...read more Call2Play are Inoki Ness, Mad Dopa and Fabio Musta. FALLO TU è il singolo che ...read more Gue Pequeno, Non ci sei tu, Testo Mi fa strano lo sguardo perso di Chi vuole co...read more Basata su una storia di Stephen King, la serie TV (10 episodi) segue le vicende...read more Siamo giunti alla serata finale. Proclamato il vincitore. Gabbani for president....read more Perdersi tra le pagine di un libro è uno dei piaceri più belli della vita, di...read more

Euro 2016 – Rendez-vous col Delirio, day #18: il Galles schianta il Belgio e Bale nemmeno si spreca

Diciottesima giornata di Euro 2016 che miete una vittima illustre, il Belgio. Cioè, illustre per i calciofili navigati per i quali – ricordiamo – l’Inter doveva vincere il campionato con 80 punti di vantaggio sulla seconda e l’Inghilterra sarebbe stata sicura protagonista di questi Europei con Smalling e Hart pallone d’oro ad ex aequo. Quindi, beh, sticazzi.

Andiamo a noi.

euro2016

Galles – Belgio 3-1

Il Belgio inizia bombardando la porta gallese. Al 13esimo lo fa bene Nainggolan da seicento metri. Nulla da fare per Hennessey, e Diavoli Rossi in vantaggio. Il Galles dimostra di avere gli attributi e, dopo il gol preso, inizia a calciare con insistenza verso quel lungagnone di Courtois. Che ne respinge un paio, e lo fa anche bene. Il problema nasce al 31esimo, quando Williams – sugli sviluppi di un calcio d’angolo – colpisce di testa e non lascia scampo al portiere belga. I gallesi la rimettono in piedi e il primo tempo si chiude sul risultato di 1-1.

Nella ripresa accade l’imponderabile. Quel disoccupato di Robson-Kanu raccoglie in area un assist di Ramsey. Stoppa. Si gira su stesso. Fai una giravolta. Fanne un’altra. E tira. Courtois non ci capisce una mazza e prende gol. Il Galles è clamorosamente in vantaggio contro i campioncini a Football Manager e Fifa. Il Belgio, comunque, non si arrende. Ma l’occasione più nitida capita nella testa di Fellaini, e quindi va alle ortiche e nessuno si meraviglia. Così, in allegria, all’86esimo Gunter lascia partire un cross dalla destra, tanto per levarsi il pallone dai piedi che ormai manca poco. Vokes, però, ci crede. Salta. Colpisce di testa. E tramortisce il Belgio. Sono tre. Ne hanno presi tre. Dal Galles. La nazionale che per i calciofili navigati avrebbe dovuto fare a fette l’Italia al debutto (e ne ha presi due) e spaccare il mondo stravincendo contro chiunque, esce ai quarti di finale, prendendone tre da Bale e compagni. E lo stesso Bale non s’è nemmeno sprecato a fare un gol contro ‘sti poracci (cit).

La prima semifinale, quindi, vedrà lo scontro tra Gareth Bale e Cristiano Ronaldo. Ne rimarrà solo uno. Presumibilmente il secondo.

Ci rileggiamo domani, sì. Che qui siamo già in clima Italia-Germania.
À demain.

Tag:, , , , , , , , ,

No Comments
Story Page