close
Breaking news

Lo scorso 21 maggio, Ok Computer – il terzo album in studio dei Radiohead...read more TESTO SALMO – NON VOLEVO Parli parli, ma non sento niente Quando canti b...read more Call2Play are Inoki Ness, Mad Dopa and Fabio Musta. FALLO TU è il singolo che ...read more Gue Pequeno, Non ci sei tu, Testo Mi fa strano lo sguardo perso di Chi vuole co...read more Basata su una storia di Stephen King, la serie TV (10 episodi) segue le vicende...read more Siamo giunti alla serata finale. Proclamato il vincitore. Gabbani for president....read more Perdersi tra le pagine di un libro è uno dei piaceri più belli della vita, di...read more La quarta serata è quella della noia e dell’eliminazione di 4 big. Poi c’è...read more La serata delle cover ti catapulta nel film The Purge. Una notte in cui tutti gl...read more Finalmente toccava ai giovani. Finalmente. Oh. Ecco. Che palle. Carlo Conti: 5,...read more

Euro 2016 – Rendez-vous col Delirio, day #15: la Francia scherza con il fuoco, Germania e Belgio passeggiano

Quindicesimo  giorno di Euro 2016 che non regala sorprese. Ci prova la Francia a farcene una grande, ma poi ci ripensa.

Andiamo a noi.

euro2016

Francia – Irlanda 2-1

La Francia entra in campo e Pogba attende la bellezza di soli due minuti per imitare il Pupazzo Gnappo atterrando Long e regalando un rigore agli irlandesi.  Lo tira Brady e figuratevi se Lloris lo para: Irlanda in vantaggio. Nel secondo tempo sale in cattedra Griezmann, fino ad ora un po’ troppo in penombra in questi Europei, e in soli tre minuti rimette le cose al loro posto: prima con una fucilata di testa e poi con un sinistro basso che non lascia scampo a Randolph. Francia ai quarti di finale. Per un pelo.

Germania – Slovacchia 3-0

La Germania passeggia sulla Slovacchia e tanti saluti al truzzo Hamsik. Il vantaggio arriva subito con Boateng che sugli sviluppi di un calcio d’angolo si piazza fuori area e sulla respinta della difesa colpisce al volo e tanti saluti. Qualche minuto dopo, quel turco di Ozil fallisce un rigore e la Germania manca il raddoppio. Ozil manca anche un altro gol facile e allora Draxler decide di fargli vedere come si gioca. Prima entra in area e serve Mario Gomez che fa un 2-0 facile facile. Dopo, nella ripresa, ci pensa da solo. Calcio d’angolo battuto da Kroos, colpo di testa di Hummels con il pallone che resta a mezzaria e quindi girata di Draxler che mette in ghiaccio il risultato. 3-0 e Germania ai quarti di finale.

Ungheria – Belgio 0-4

L’idolo Kirlay e la sua tuta lasciano Euro 2016 con un’imbarcata che non lascia scampo. Dopo dieci minuti il Belgio passa già in vantaggio con Alderweireld.  Ma è dopo l’intervallo che i campioncini di Football Manager e Fifa si scatenano. L’Ungheria prova diverse volte a pareggiarla, ma senza fortuna. E allora Hazard si lancia da solo e mette una palla leggendaria per Batshuayi che solo davanti a Kiraly deposita in rete. Poi è sempre Hazard a saltare venticinque ungheresi al limite dell’area e battere Kiraly con un tiro all’angolino basso. Al 41esimo arriva anche lo 0-4 ad opera di Carrasco. Belgio ai quarti di finale.

Noi ci risentiamo domani.
Au revoir.

Tag:, , , , , , , , , , , ,

No Comments
Story Page