close
Breaking news

Ecco la lista completa dei film presenti alla 73esima Mostra del Cinema di Venez...read more   Un nuovo titolo nel programma della 73. Mostra: L’uomo che non cambiò la s...read more   “The Rockers” è il nuovo album della stella del reggae mond...read more Finalmente pubblicata la canzone di Florence + The Machine scritta per il nuovo...read more La 73.ma edizione del Festival di Venezia segna anche il ritorno alla regia, c...read more 22 settembre. L’estate è finita ufficialmente. E su questo non ci piove....read more Orfani di Grido, i Gemelli DiVersi sono tornati in pista. Di seguito il video e ...read more   En?gma – Rapa Nui (Prod. By Wsht) Rapa Nui è il terzo singolo est...read more “Curriculum” è il primo singolo estratto da “Canzoni per met...read more “Dal Basso“, fuori ora il nuovo video di Emis Killa estratto dal suo nuovo a...read more

Enrico “Maio” Maiorca e i suoi inediti raccolti nel disco “L’amore in tempo di crisi”

“L’amore in tempo di crisi” ci offre un folk rock dai tratti ora grunge ora post punk/new wave ora alternative rock. Il nuovo album di inediti in italiano di Enrico “Maio” Maiorca rappresenta l’esordio da solista per il cantante e leader della stoner band “Il Vile”.

“L’amore in tempo di crisi” è composto da otto tracce che hanno come tema racconti di vita personali sintetizzati da frammenti sonori, scuri, malinconici ma allo stesso tempo tesi e vibranti. “Questo disco” – racconta Maio – “è una raccolta di canzoni rimaste nel cassetto per anni. Ognuna di esse fotografa un preciso momento della mia vita, frammenti che necessitavano di un lavoro di rifinitura per essere terminati e pubblicati. Tenuto conto che le canzoni risalgono a epoche differenti, è stato opportuno scegliere quelle che potevano essere ricondotte ad un medesimo filone musicale”.

Le canzoni che compongo l’album sono frutto del lavoro svolto con la produzione artistica di Michele Mick Anelli e pubblicato dall’etichetta discografica Alma Music/Ossigeno s.r.l. L’incontro con Michele Anelli è servito per ridefinire i contorni delle canzoni. Un lungo lavoro, seppur non continuativo, che ha coinvolto sia la parte musicale che testuale di ogni brano.

Sonorità cupe, sonorità volte taglienti, che rispecchiano alcune passioni musicali dell’autore quali il primo Mark Lanegan, echi di Tom Waits e Nick Cave che si mischiano con l’approccio garage-punk che ha unito e unisce Maio e Michele. Per la registrazione dei brani, avvenuta presso lo Stayfree64, home studio di Michele Anelli, è nata la collaborazione con il batterista Andrea Cocco, che si è occupato anche delle percussioni.

 

link streaming su Spotify:

https://open.spotify.com/album/1mK1OY8UWH3VaQsVECy58t?si=FpP3H5VGT

 

 

No Comments
Story Page