close
Breaking news

Lo scorso 21 maggio, Ok Computer – il terzo album in studio dei Radiohead...read more TESTO SALMO – NON VOLEVO Parli parli, ma non sento niente Quando canti b...read more Call2Play are Inoki Ness, Mad Dopa and Fabio Musta. FALLO TU è il singolo che ...read more Gue Pequeno, Non ci sei tu, Testo Mi fa strano lo sguardo perso di Chi vuole co...read more Basata su una storia di Stephen King, la serie TV (10 episodi) segue le vicende...read more Siamo giunti alla serata finale. Proclamato il vincitore. Gabbani for president....read more Perdersi tra le pagine di un libro è uno dei piaceri più belli della vita, di...read more La quarta serata è quella della noia e dell’eliminazione di 4 big. Poi c’è...read more La serata delle cover ti catapulta nel film The Purge. Una notte in cui tutti gl...read more Finalmente toccava ai giovani. Finalmente. Oh. Ecco. Che palle. Carlo Conti: 5,...read more

Da Wall Street a Big Sur – Oliviero Bergamini

$(KGrHqF,!lEFGol3d0oIBR)3HgpN7!~~60_35

Da Wall Street a Big Sur – Oliviero Bergamini 

 

«Un viaggio dentro il gigante indebolito e confuso, anche se sempre possente e vitale. I luoghi-simbolo, alcuni molto conosciuti, altri meno, per scavare in quell’universo grande e complesso che gli Stati Uniti continuano ad essere, e che non è facile conoscere».

«Fino all’anno scorso non c’erano grandi motivi per conoscere Plato, Missouri. È un villaggio di soli 109 residenti, quasi nel centro dello Stato che ai tempi della guerra civile fu conteso tra nordisti e sudisti. Un luogo piccolo con un nome molto importante. Ma nel 2011 Plato è stato indicato dal Census Bureau come il nuovo centro demografico americano, ovvero il punto dove un’immaginaria mappa degli Stati Uniti piatta e rigida si troverebbe in perfetto equilibrio se pesi uguali venissero collocati su di essa in corrispondenza della posizione di tutti gli abitanti del paese. E così ha conosciuto una fiammata di popolarità. Anche così piccola, Plato è un perfetto esempio della ‘provincia americana’ e della ‘parte più autentica degli Stati Uniti’. Ma la provincia, in realtà, è ovunque. Basta guidare un’ora e mezza fuori da New York, addentrarsi nel New Jersey, per ritrovarsi lontani anni luce dal cosmopolitismo di Manhattan e incontrare l’‘America profonda’».
Dall’Ohio all’Oklahoma, dal Mississippi al Nevada, dal Nebraska all’Indiana, dall’Iowa al Wyoming, dalla Florida a Wall Street, Oliviero Bergamini racconta le tante facce degli Stati Uniti d’America, il paese del sogno possibile alle prese con questioni cruciali da risolvere.

Fonte : www.laterza.it

Tag:, , , ,

No Comments
Story Page