close
Breaking news

Vorresti far vedere a tutti quanto ti diverti insieme ai tuoi amici o familiari ...read more Appassionati di Holly e Benji? Klab ha annunciato poche ore fa che la pre-regist...read more È morto a 64 anni Malcolm Young, chitarrista e cofondatore degli AC/DC. Ad ann...read more Crozza-Mattarella piange nel dopo partita Italia-Svezia: “Siamo una chiavica!...read more Shyla Stylez, nota pornostar canadese, protagonista di varie parodie a luci ros...read more Vittima da giorni di un’emorragia alle corde vocali, Shakira ha annunciato il ...read more Il suo numero finisce in onda su Canale 5  durante la fiction “Rosy Abate...read more Il lancio di Football Manager 2018, avvenuto il 10 novembre scorso, è stato il ...read more Il figlio di Marco Travaglio, Alessandro, ha detto al padre che ha firmato un co...read more È il giorno di Football Manager 2018. O meglio, lo sarà a partire da mezzanot...read more

Corea del Nord pronta al lancio dei missili – USA e Seul alzano livello di allerta

corea.jpg_415368877

Pyongyang è pronta a lanciare missili. Non è una notizia nuova ma allo stesso tempo gli Stati Uniti e Seul alzano il livello di allerta, infatti questo è stato impostato a “livello 2” che chiaramente indica una “minaccia vitale”. Lo stesso Giappone inizia a prendere le misure per eventuali lanci da parte della Corea del Nord.

I chiari avvertimenti da parte del ministro coreano fanno sperare che tutto questo sia solo un modo provocatorio, riferisce la Casa Bianca, che al tempo stesso è cosciente del fatto che eventuali missili, nello specifico Musudan, Scud e Nodong, possano essere lanciati senza alcun tipo di avvertimento. A perorare la causa della non-provocazione è l’installazione di nuovi 5 moduli per il lancio e trasporto di vettori (cosiddette TEL) a Hamkyung del Sud.

I TEL sono da ritenersi piattaforme multiuso, impiegabili per missili a corto raggio Scud, che hanno una copertura di 300-500 km, e missili a medio raggio Nodong, che possono raggiungere i 1.300-1.500 km.

Insomma tutto lascia presagire che Pyongyang faccia sul serio nonostante sia una mossa, quella del ministro nord coreano, che sicuramente ha dell’incredibile. Non a caso oggi scade l’ultimatum, mandato agli ambasciatori stranieri presenti nel territorio nord coreano, a lasciare il paese, perché non in grado di garantire loro la massima sicurezza.

Che sia tutto un bluff?

Tag:,

No Comments