close
Breaking news

Sei alla ricerca di un programma tv o di un film da guardare sul divano ma non ...read more Da oggi “Swoosh”, il primo singolo ufficiale di Dariè Baby, artis...read more Il rapper lancia il nuovo disco, in uscita il 26 giugno: «Lo definirei sobrio,...read more Leggere testi ad alta voce ed essere pagati per farlo. L’azienda di servi...read more Si intitola “Una voglia assurda” e uscirà venerdì “L...read more Aveva 51 anni e si trovava in Sicilia. Il ricordo dei colleghi: «Un grande per...read more ”Rabbia ed orgoglio dei dottori commercialisti verso le insinuazioni ...read more Torna Barbara Gilbo con la sua suadente e graffiante voce pop/rock e con un pez...read more Ideato da Tohru Iwatani, mentre guardava una pizza dopo averne mangiato la...read more Si chiama Avi Schiffmann e ha spiegato: “Non sono uno speculatore, non vo...read more

Corea del Nord pronta al lancio dei missili – USA e Seul alzano livello di allerta

corea.jpg_415368877

Pyongyang è pronta a lanciare missili. Non è una notizia nuova ma allo stesso tempo gli Stati Uniti e Seul alzano il livello di allerta, infatti questo è stato impostato a “livello 2” che chiaramente indica una “minaccia vitale”. Lo stesso Giappone inizia a prendere le misure per eventuali lanci da parte della Corea del Nord.

I chiari avvertimenti da parte del ministro coreano fanno sperare che tutto questo sia solo un modo provocatorio, riferisce la Casa Bianca, che al tempo stesso è cosciente del fatto che eventuali missili, nello specifico Musudan, Scud e Nodong, possano essere lanciati senza alcun tipo di avvertimento. A perorare la causa della non-provocazione è l’installazione di nuovi 5 moduli per il lancio e trasporto di vettori (cosiddette TEL) a Hamkyung del Sud.

I TEL sono da ritenersi piattaforme multiuso, impiegabili per missili a corto raggio Scud, che hanno una copertura di 300-500 km, e missili a medio raggio Nodong, che possono raggiungere i 1.300-1.500 km.

Insomma tutto lascia presagire che Pyongyang faccia sul serio nonostante sia una mossa, quella del ministro nord coreano, che sicuramente ha dell’incredibile. Non a caso oggi scade l’ultimatum, mandato agli ambasciatori stranieri presenti nel territorio nord coreano, a lasciare il paese, perché non in grado di garantire loro la massima sicurezza.

Che sia tutto un bluff?

Tag:,

No Comments
Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi