close
Breaking news

Ecco la lista completa dei film presenti alla 73esima Mostra del Cinema di Venez...read more   Un nuovo titolo nel programma della 73. Mostra: L’uomo che non cambiò la s...read more   “The Rockers” è il nuovo album della stella del reggae mond...read more Finalmente pubblicata la canzone di Florence + The Machine scritta per il nuovo...read more La 73.ma edizione del Festival di Venezia segna anche il ritorno alla regia, c...read more 22 settembre. L’estate è finita ufficialmente. E su questo non ci piove....read more Orfani di Grido, i Gemelli DiVersi sono tornati in pista. Di seguito il video e ...read more   En?gma – Rapa Nui (Prod. By Wsht) Rapa Nui è il terzo singolo est...read more “Curriculum” è il primo singolo estratto da “Canzoni per met...read more “Dal Basso“, fuori ora il nuovo video di Emis Killa estratto dal suo nuovo a...read more

Che Rio Ce La Mandi Buona – Day #20: Mondiale finito per Neymar, Zuniga adesso deve correre

Nel ventesimo giorno, Zuniga tenta di uccidere Neymar e ci riesce per metà. Francia e Colombia tornano a casa.

David_Luiz_James_Rodriguez
David Luiz indica James Rodriguez: “È lui che abbiamo crepato di mazzate per 90 minuti”.

Francia-Germania 0-1

Hummels e Neuer sugli scudi. Il primo segna il gol che decide l’incontro con una capocciata su un cross di Kroos (il famigerato “cross dei Kroos”), il secondo respinge qualsiasi cosa centri lo specchio della porta. La Francia ci prova in tutti i modi possibili e immaginabili, ma il portiere tedesco continua rimanere nel suo stato di grazia.

Stato di grazia anche per Schurrle che entra in campo, tocca due palloni e li spreca entrambi. Con il primo, fa fare la figura del portiere anche a Lloris (a botta sicura, senza alcuna pressione: un genio), con il secondo centra in pieno Varane. Vorrebbe fare qualcosa anche con il terzo, ma i compagni non gliene passano più uno.

All’ultimo secondo, Matuidi prova a pareggiare l’incontro tirando un comodino da posizione ravvicinata verso la porta tedesca, ma Neuer alza un braccio come se nulla fosse e respinge anche quello.

Per la Germania è la quarta semifinale consecutiva. E per la terza volta di fila, si fermeranno lì.

 Brasile-Colombia 2-1

Il Brasile inizia finalmente a giocare un po’ da Brasile. Passa subito in vantaggio con Thiago Silva, che su un calcio d’angolo battuto da Neymar sfrutta il clamoroso buco di tutta la difesa colombiana (Sanchez su tutti) e insacca. I Pentacampeones provano più volta a raddoppiare, ma Ospina dimostra che in porta se la cava anche lui.

Nel secondo tempo, la Colombia pareggerebbe, ma l’arbitro vede un fallo di confusione e il gol di Yepes viene annullato (in verità, l’arbitro fischia prima che il difensore insacchi).

I Verdeoro, invece, raddoppiano. E lo fanno con David Luiz che mette dentro una punizione da casa sua, segnando forse uno dei gol più belli di questo Mondiale. Una decina di minuti dopo, la Colombia ottiene un calcio di rigore. James Rodriguez lo trasforma, ma il risultato rimane immutato fino al termina dell’incontro.

All’88esimo, Zuniga si rende reo di lesa maestà danzando con poca grazia sulle vertebre di Neymar (rottura della terza vertebra lombare e mondiale finito per il truzzo brasiliano). Adesso, avendo attentato alla vita dell’idolo di casa, non è importante che Zuniga sia un crotalo o un pavone (cit), l’importante è che cominci a correre. E che lo faccia più di Forrest Gump. Corri, Juan Camilo, corri.

 Il programma di oggi

Oggi, Messi proverà a portare gli altri ventidue dell’Argentina in semifinale battendo il Belgio. Stasera, invece, l’Olanda potrebbe essere la prossima vittima della Costa Rica. Nel frattempo, vi invito a seguire me su Twitter, e a seguire Atom Heart Magazine sul nostro account Twitter ufficiale e sulla nostra pagina Facebook.

Até amanhã!

Tag:, , , , , , , , , , , , , , ,

No Comments
Story Page